Magazine Viaggi

Scultura triste - Bangkok, Thailandia

Creato il 10 aprile 2012 da Pulfabio
Scultura triste - Bangkok, ThailandiaLa scultura occupa una buona fetta di un lato del parchetto. E' composta da una serie di lastre di pietra scolpite a bassorilievo in cui sono raffigurate varie scene di vita tradizionale thailandese: famiglie di contadini, pescatori, nobili e mercanti. Abiti, arnesi e aspetti diversi. Una sola cosa in comune: sono tutti seri. Un'atmosfera di una tristezza asfissiante. Proprio in Thailandia, il paese che in rete viene soprannominato LOS, ovvero Land of Smiles, Terra dei Sorrisi.Certo, mica sono sempre sinceri e cordiali quei sorrisi siamesi. Il più delle volte magari sì, ma spesso si può trattare anche di imbarazzo, ipocrisia, malizia o addirittura perfidia. A chi campa con l'industria del turismo o ai commentatori superficiali, soprattutto quelli stranieri, lo stereotipo del paese col sorriso permanentemente stampato in faccia tuttavia piace e fa comodo, molto. E non cambierebbe nulla anche se si trattasse solo di una smorfia mendace, il frutto di una paresi beffarda.Ma allora forse questa scultura, anche se non proprio un capolavoro, è davvero un'opera d'arte. L'espressione di un vero artista, cioè un individuo intellettualmente onesto che non ha paura di andare controcorrente, smascherando l'ipocrisia del mercato e dei luoghi comuni per raccontarci che spaccarsi la schiena sui campi sotto il sole o svegliarsi alle 4 per andare a pescare può togliere il buon umore anche a queste latitudini. Che la fatica, la povertà o anche la solitudine dei ricchi sono cose che difficilmente ti fanno sorridere. Anche se sei thailandese.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine