Magazine Diario personale

scusate il ritardo…

Da Leucosia

…e scusate pure l’assenza! a parte i problemi tecnici che ho al momento nel commentare i vari blog, in particolare quelli su blogspot, i motivi della mia scomparsa dalla rete sono i soliti…

a) la mancanza di tempo, tempo per me!

b) gli effetti collaterali del farmaco.

sul primo punto mi tocca sorvolare…è colpa mia se sono talmente disorganizzata da non riuscire a trovare uno straccio di minuto soltanto per me? sì è mia la colpa! devo essere più incisiva  e più autoritaria… solo in questo modo potrò riguadagnarmi un minimo di momenti personalmente dedicati soltanto a me!

aul secondo punto invece posso scrivere fiumi di parole…ho sbagliato, è vero, nell’affidarmi fiduciosamente a una pillolina magica che spazzasse via il senso di sonnolenza che mi sorprende durante la giornata.

anche perchè al medico non ho raccontato tutta la verità…su come si svolgono le mie giornate. perciò lui allarmatosi ha deciso per questa terapia d’urto. adesso, a conti fatti, posso dirla la verità. io mi stanco perchè stare accanto a chicco tutta la santa giornata richiede una dose di energia non indifferente. cioè io non mollo mai con lui. per fare un esempio, anche di sera quando la schiena è tutta un dolore, io continuo a giocare con lui. me lo tengo in braccio – per fortuna da seduta!- e insieme o coloriamo o costruiamo bruchi con la plastilina; adesso è nella fase dei “che cos’è questo” e dei “perchè” e insomma bisogna stargli vicino e spiegargli ogni minimo oggetto gli passa sotto il naso.  e siccome mio marito torna stanco, e torna pure tardila sera  e quelle rare volte in cui torna presto  …chicco non si schioda dalle mie gonne! nemmeno con le cannonate! insomma …ho reso l’idea?

per forza di cose non riesco a trovare un attimo di riposo!addirittura l’ora di fisioterapia è diventata una passeggiata per me! allora ho pensato di ricorrere ai farmaci per ovviare a questa stanchezza cronica che credevo dipendesse dalla malattia. invece mi sbagliavo. eccome! il farmaco l’ho dovuto sospendere di corsa…il giorno dopo ho dormito tutto un pomeriggio di fila. non si scherza con il proprio sonno, no e poi no!

intanto che rimugino su una pronta soluzione al mio problema di quality e quantity time da dedicare al piccoletto, attendo che il ritmo sonno-veglia ritorni sui suoi binari di un tempo! e comunque sono ben visti i vostri consigli sul da farsi…ma anche un’amichevole pacca sulla spalla è davvero più che gradita!



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :