Magazine Talenti

Scusi, cercavo Zagreb…

Da Arturo Robertazzi - @artnite @ArtNite
  • Categoria Cuore

Stavo per partire per Milano. Da Torino a Milano. Dopo il Salone del Libro. Arrivo al binario 15, mancano ancora 20 minuti. Beh, torno verso i bar e prendo un caffè. C’è ancora tempo. Che faccio? C’è una Feltrinelli Express.

“No… Non ci pensare nemmeno.”

E invece ci penso.

Le porte si aprono. Entro. Si richiudono dietro di me e mi ritrovo davanti al commesso.

«Ehm…»

«Sì, prego, mi dica?»

«Cercavo. Sì, cioè, cercavo un romanzo appena uscito… Zagreb.»

«Un attimo… Sì, ecco, Zagreb. Edito da Aìsara. Autore: Arturo Robertazzi.»

«Eh, sì, proprio quello.»

«Un attimo, glielo prendo subito.»

Scompare dietro gli scaffali. Non sa che io rimango impietrito ché penso: “Zagreb, il mio romanzo, alla Feltrinelli express della Stazione di Torino. Il mio romanzo, Zagreb… allla…”

«Eccolo…» esulta apparendo di nuovo a me. «Sono 14 euro… Vuole un pacco regalo?»

«Eh, sì grazie.»

«Bella copertina. È un bel regalo.»

Proprio un bel regalo, penso, quasi correndo, verso il treno Torino-Milano.

Potrebbe interessarti anche:

  • 30 aprile 2011

    Walpurgisnacht.

    ... ché attorno ci saranno canti, falò, balli. La temperatura è mite a Berlino stasera, c'è un venticello fresco. Ma io sono chiuso dentro. Mancano due settimane alla presentazione di Zagreb e ques...
  • 12 aprile 2011

    ZAGREB: panic now!

    "In stampa": è questa la parola più frequente negli ultimi giorni nelle email tra me e la mia editor. La scriviamo spesso, accompagnata da un punto interrogativo, In stampa?, dai puntini sospensivi...
  • 6 aprile 2011

    Social Zagreb.

    ZAGREB sarà nelle librerie dal 12 maggio. E io sono in "mood" promozione. Mi sono già scusato per la monotonia di questa funzione, ma - c'è poco da fare - il mio bipensiero è diventato pensiero uni...
  • 23 settembre 2010

    Destinazione Cuore Stomaco e Cervello

    Finalmente il nuovo blog è online! Prima di tutto, fatemi ringraziare @burzuk: a me questo blog piace proprio! Beh… forse vale la pena raccontare come ho scelto il titolo. Un paio d’anni fa, quando...

Lascia un Commento

Fare clic per cancellare la replica.

Nome (obbligatorio)

Mail (che non verrà pubblicata) (obbligatorio)

Sito web

Commento


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine