Magazine Società

Se fanno a pezzi la Storia

Creato il 19 gennaio 2011 da Antonio_montanari

Niente di nuovo sotto il sole. Infatti la statua di Caligola era stata ben nascosta in un campo, prima di essere avviata ad un autocarro forse diretto nella Magna Svizzera. Grazie alla sua scoperta da parte dei finanzieri del Gruppo tutela patrimonio archeologico, s'è trovato qualcosa di molto importante sul lago di Nemi: la villa di quell'imperatore pazzo (fece senatore il cavallo Incitatus, che oggi intervisterebbero in tv).
Quella statua è stata fatta a pezzi. Come dimostrano le foto del servizio di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella sul CorSera (15.01). Ci sono però tanti casi analoghi di Storia fatta a pezzi senza che nessuno si preoccupi di denunciarli, perché si sa come va il mondo: trionfano quelli "usi a obbedir tacendo e mentendo a tradir".
Mi limito a pochi esempi tratti dai molti fatti locali disponibili. Ogni tanto arriva ai giornali il comunicato trionfante sul ritrovamento di libri o manoscritti presso la nostra Biblioteca civica. Tutto falso. Ho a disposizione dei lettori i dati esatti per smentire quei comunicati e pure quanto c'è in un recente volume su Carlo Malatesti.
Il quale Carlo, grazie al suo intervento al concilio di Costanza, non è l'unico ad aver svolto un ruolo europeo, come è stato sostenuto. Prima di lui (l'ho scritto su queste colonne) c'era stato Pandolfo II con le sue missioni a Praga ed a Londra per conto del papato. Dopo Carlo venne Sigismondo Pandolfo, sul cui ruolo nello scacchiere internazionale è da secoli che si parla. Vittima di certi odi romani, Sigismondo ha costruito il tempio riminese che porta il suo nome, ma che non è luogo di misteri, segreti od enigmi come ancor oggi si continua a dire, richiamandosi a false leggende di tipo massonico contrabbandate quali verità, sia per convenienza diciamo politica sia per non conoscenza delle fonti storiche.
Ma guai a parlare di queste cose in una città annebbiata dalle opinioni infondate sino ad inventare l'inesistente. Ed a negare o dimenticare quello che c'è nei libri e c'era nella realtà. Come per la porta romana trasferita da metà via Garibaldi dove sorgeva sino ai bombardamenti (come dicevano i vecchi riminesi), in fondo verso la ignorata Porta Montanara o Nuova di Sant'Andrea del 1826-90.
In un volume su Cesare, per il Rubicone si è sostenuto che le relative pagine settecentesche dell'abate Giampaolo Giovenardi non ci sono più. Falso. Basta leggere quanto ne ha scritto nel 2004 il loro scopritore, il compianto prof. Ezio Lorenzini. [1024]

Antonio Montanari
(c) RIPRODUZIONE RISERVATA

il Ponte, 23.01.2011


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Un momento di storia

    Ovvero, quando i Radicali (quelli italiani e transnazionali) si mobilitavano per l'ingresso della Jugoslavia in quella che allora non era ancora l'Unione, ma... Leggere il seguito

    Da  Pasudest
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Storia perduta (Beit editore)

    Storia perduta (Beit editore)

    Storia perduta è un romanzo gay sloveno, pubblicato nel 2001, che è curiosamente comparso in traduzione italiana solo nel 2010, grazie ad un finanziamento... Leggere il seguito

    Da  Bolo77
    MONDO LGBTQ, SOCIETÀ
  • La solita storia

    Usare le televisioni per attaccare i magistrati e per mandare in onda (quasi a reti unificate) filmati in cui senza contraddittorio, insulta, si discolpa.Il... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • Se telefonando

    telefonando

    Al ######6101, risponde Michele Santoro. Il premier invece è raggiungibile al ######0431. Allo 02.6749871 risponde l'istituto "Carlo De Martino" per la... Leggere il seguito

    Da  Gians
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La storia

    storia

    Quando ti rechi a visitare il Mar Rosso di certo non pensi a quello che potrebbe accadere da lì a pochi mesi. Sei impegnato, piuttosto, ad ammirare la barriera... Leggere il seguito

    Da  Fabio1983
    ATTUALITÀ, POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Storia di una ranocchia

    Storia ranocchia

    Dall’allegoria della Caverna di Platone a Matrix,passando per le favole di La Fontaine,il linguaggio simbolico è un mezzo privilegiato per indurre alla... Leggere il seguito

    Da  Coriintempesta
    SOCIETÀ
  • Se per caso si facesse la Storia

    Mi fido di Fabristol. Tutta la violenza e la brutalita’ provengono esclusivamente dallo stato. Mubarak ha scatenato i suoi uomini contro folle inermi e... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ

Magazine