Magazine Motori

Sebastian Vettel: "Gara Fantastica"

Da Magazinef1 @MagazineF1

Sebastian Vettel è riuscito nel Gran Premio del Bahrain a riscattare l'opaca prestazione della gara di Shanghai di una settimana fa, dominando la corsa del Sakhir dall'inizio alla fine e incamerando altri 25 punti utili per la classifica piloti, che ora vede il tedesco della Red Bull al primo posto con dieci punti di vantaggio sul finlandese Kimi Raikkonen, giunto al secondo posto nella gara di oggi.
Il merito di questa vittoria va senz'altro alla sua RB9, che ha sbaragliato le vetture concorrenti mostrando un ritmo indiavolato per tutti i 57 giri e permettendo al Campione del Mondo in carica di realizzare il giro più veloce.
La gara del Bahrain però sembrava ripetere il copione del Gran Premio precedente con Vettel che alla prima curva è stato scavalcato dallo spagnolo della Ferrari Alonso, ma dopo pochi giri il tedesco ha iniziato a prendere il giusto ritmo e dopo aver risuperato il ferrarista si è fatto beffe del poleman Nico Rosberg, in difficoltà nella gestione dei pneumatici e in solitaria è andato dritto per dritto verso la bandiera a scacchi.

Il tedesco ha così commentato la sua prestazione: "E' stata una gara fantastica, e un grande ringraziamento va fatto alla mia squadra. Abbiamo disputato una corsa impeccabile con un ritmo fenomenale dal primo all'ultimo giro. E' stato importante passare subito in testa e da lì in poi ho potuto gestire al meglio le mie gomme. La macchina era molto veloce, e andava sempre meglio a mano a mano che scendeva il livello di carburante nel serbatoio. Ho potuto spingere in ogni singola tornata senza avere problemi di alcun tipo. Sono molto felice."
Sfruttando al meglio le potenzialità della sua vettura, Vettel è riuscito nei primi giri a scavalcare sia Alonso che Rosberg alla curva 4: "Ho dovuto cedere il passo a Fernando nella prima curva perchè la sua Ferrari era entrata molto più velocemente di me, ma poi mi sono messo alle sue spalle e preservando alcuni secondi di KERS ho potuto riattaccarlo alla curva 4 costringendolo all'esterno e grazie a questo sono riuscito ad entrare sul rettilineo con maggiore velocità rispetto alla sua. Con Nico invece è stato più difficile perchè la sua Mercedes era molto forte in rettilineo. Ho di nuovo stretto all'interno nella curva 4 e utilizzando nuovamente il KERS sono riuscito a mettermi davanti a lui e di lì in poi, con la pista libera ho potuto spingere al massimo. Probabilmente il vento contrario mi ha aiutato in entrambi i sorpassi, penalizzando le vetture davanti a me, ma non è stato comunque facile."

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog