Magazine Diario personale

Sfoggio di follia

Creato il 29 agosto 2012 da Studentepercaso @studentepercaso
La valigia è fatta. I libri sono dentro.  E anche i vestiti.
Sfoggio di follia Sono le 11 e sto aspettando l'ora di pranzo e successivamente/contemporaneamente l'ora per andare alla stazione. L'assenza di libri, fogli, formule e schede di internet aperte sui più disparati argomenti di matematica, mi rende inquieto. Lo scorrere del tempo è così lento che quasi mi annoio, da qui questo post senza se e senza ma.
Penso che la percezione temporale sia più relativa della stessa relatività ["Quando un uomo siede un'ora in compagnia di una bella ragazza, sembra sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività."] anche perché relativamente parlando, la percezione relativistica è la stessa per ogni soggetto e cambia solo se consideramo un confronto con un altro sistema [SperandoDiRicordareAncoraQualcosaSullaRelatività], infatti con i libri aperti, anche solo facendo una pagina, o solo avendoli vicino, nella speranza che tramite osmosi (purtroppo non inversa) qualcosa riesca a penetrare le labili membrane (forse è la scatola cranica che blocca questi flussi di informazioni), le ore passano con un'incredibile velocità angolare (Rif. orologio, moto circolare lancetta).
E' mezzogiorno andiamo, è tempo di cucinare 
(Rif. D'Annunzio, I Pastori)

Sfoggio di follia

Non penso di essere normale


**Entra nel blog e clicca sul +1 di google per migliorare la mia posizione tra i risultati delle ricerche ;)**

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine