Magazine Cultura

Shoot me!

Creato il 12 ottobre 2011 da Athos Enrile @AthosEnrile1
SHOOT ME!

Nel dicembre scorso, tutto il mondo ha ricordato John Lennon, in occasione del trentennale della sua morte.

Ho raccontato ciò che è accaduto nella mia città in un post a cui si accede tramite il seguente link:

http://athosenrile.blogspot.com/2010/12/savona-beatles-week-2010.html

Tra i tanti eventi, uno riguardava la presentazione di un libro di Joe Santangelo, "Shoot Me", book che ho acquistato recentemente e che provo a commentare.


SHOOT ME!

Joe Santangelo

Immagino che la bibliografia relativa all'uccisione di Lennon sia nutrita, e più volte mi sono trovato ad "incrociare" un argomento che sento come mio, avendo vissuto appieno quel periodo di cambiamenti che ha toccato i “ragazzi dell’epoca”; parlo di fatti oggettivi mischiati a vicende personali che non si riesce mai più a dimenticare e, anzi, appaiono freschi, come fossero appena accaduti.

In questi casi più che il commento ad un'opera e al suo autore verrebbe da parlare di se e del proprio rapporto con il protagonista, ed è palese che gli intrecci e le sfumature rispetto al "mondo Lennon" risulterebbero infiniti.

Personalmente, l’argomento ” Lennon”, analogamente all’epilogo di JFK e alla storia della famiglia Manson, danno il senso di una mia partecipazione totale, della presenza nell’attimo cruciale, e mi portano verso uno stato mentale che è un misto tra curiosità e voglia di “malessere da ricordo”. E in questo modo mi sembra di rivivere quei giorni. Con soddisfazione.

Il libro di Santangelo è il frutto di enormi ricerche documentali, ma non è solo con i numeri e gli episodi che ci vengono raccontati gli avvenimenti.

I protagonisti sono due, John Lennon e Mark Chapman, e di loro si traccia la storia ed il profilo psicologico, ripercorrendo l’iter formativo del killer e le sue vicende antecedenti l’ 8 dicembre 1980, così come si presenta la vita di Lennon, con il focus sull’ultimo periodo.

Chapman è sempre stato descritto come uno squilibrato… e cos’altro potrebbe essere uno che uccide dopo un accurato piano, mosso da scombinate motivazioni!?

John lo ha tradito, ha tradito tutti quelli che hanno creduto in lui, diventando servo del capitalismo… solo l’eliminazione fisica può dare soddisfazione e rendere a tutti giustizia!

Ma non è facile, in lui convivono almeno due persone differenti, una che spinge per armare la mano e l’altra che frena tali propositi.

Sarà forse il caso a guidare verso l’azione, e come spesso accade nella vita, saranno piccole concatenazioni di eventi a suggerire le mosse e a donare il coraggio necessario.

Ma lo sforzo organizzativo di Chapman è rilevante e l’uomo goffo e impacciato trova una certa rivalutazione nel corso della lettura.

John Lennon appare fragile, a volte antipatico e insicuro, schiavo del proprio personaggio e della sua consorte, e proprio nel momento in cui è possibile rinascere, in un‘ età in cui molte cose ricominciano da zero, i suoi propositi vengono stroncati sul nascere. E il suo talento, ingabbiato negli ultimi anni, sarà cancellato per sempre.

Emozionante la descrizione minuziosa dell’ultima giornata, e per chi ha avuto l’opportunità di passare davanti al Dakota Building, in un freddo momento tra autunno e inverno, sarà arrivato in automatico un flash back di un attimo che, anche se lontani migliaia di chilometri, abbiamo sempre avuto la sensazione di aver vissuto da protagonisti.

Un libro che non può mancare nella libreria di un uomo della musica e delle leggende che la contornano.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Cattivissimo me

    Cattivissimo

    di Pierre Coffin e Chris Renaud Voto: 9/10 — Abbiamo rubato la statua della libertà! — Sì!!!!!! — Quella piccola di Las Vegas… Gru e i Minions Gru di mestiere f... Leggere il seguito

    Da  Phoebes
    CULTURA, LIBRI
  • ‘Mediacrime-Shoot’: La classifica del peggio del crimine in tv

    ‘Mediacrime-Shoot’: classifica peggio crimine

    di Giovanni Mercadante Al 5° posto, ‘L’Italia sul Due’ e le ultime parole famose. “Ci è stato chiesto di abbandonare la cronaca e tornare alla famiglia e alla... Leggere il seguito

    Da  Yourpluscommunication
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Secondo me

    Ultimamente Princi mi racconta le favolette. Apre il suo libro magico, un mio vecchio libro dalla copertina particolarmente colorata che, evidentemente la chiam... Leggere il seguito

    Da  Valepi
    CULTURA
  • Futatabi: Swing Me Again

    Futatabi: Swing Again

    Futatabi: Swing Me Again (ふたたび Swing Me Again, Futatabi Swing Me Again). Regia: Shioya Toshi; soggetto: dal romanzo di Yagi Junichi; sceneggiatura: Yagi... Leggere il seguito

    Da  Makoto
    CINEMA, CULTURA
  • Shoot ‘Em Up – Michael Davis

    Shoot Michael Davis

    31 dicembre 2011 Lascia un commento Si fa presto a dire film "ignorante". Giusto per darci una grammatica comune, dicasi "film ignorante" quel genere di film ne... Leggere il seguito

    Da  Maxscorda
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Carissima Me

    Carissima

    Un film francese particolare. Leggero e divertente, ma allo stesso tempo intenso e profondo. Una donna che tramite una serie di lettere che si era scritta da... Leggere il seguito

    Da  Sabato83
    CINEMA, CULTURA
  • Cattivissimo Me 2 (2013)

    Cattivissimo (2013)

    Titolo: Despicable Me 2 Regia: Pierre Coffin e Chris Renaud Sceneggiatura: Ken Daurio, Cinco Paul Genere: Cartoons, Film d'Animazione Data Usa: 2013 Data Italia... Leggere il seguito

    Da  Frenckcinema
    CINEMA, CULTURA

Magazines