Magazine Cinema

Shutter Island di Martin Scorsese – Recensione

Creato il 22 marzo 2010 da Cinefiloincolto

Una parte delle recensioni negative di  “Shutter Island“, l’ultima fatica di Martin Scorsese, argomenta che il film ha un finale prevedibile e scontato al punto tale da trascinarlo nell’oscuro  territorio degli episodi mal riusciti di Scorsese.
Ora,  è  molto difficile argomentare sul finale di “Shutter Island“  senza rivelarlo, ci provo ma quello che segue è ad alto rischio di spoiler.

Dico subito che “Shutter Island” mi è piaciuto.  Mi è piaciuto l’allestimento  classicheggiante in cui si aprono squarci  tra l’onirico e, molto più spesso,  lo piscotico.
In “Shutter Island” il racconto si articola su due piani, l’indagine di Teddy Daniels che cerca la donna  scomparsa e quella del pubblico che cerca una verità che si colloca su un piano narrativo più alto.
E’ evidente, già dalle primissime sequenze di “Shutter Island”,  che la seconda  indagine è quella vera, e non la prima.

Lo “strano” e falso fondale del  cielo che si staglia dietro i due protagonisti sulla nave che li conduce all’isola  rivela, infatti, più  di qualsiasi spiegazione finale.  Tra l’altro induceva al sospetto il fatto che tutto il film apparisse pervaso da una istanza “adesso spiego tutto a parole” che suonava male in un thriller vero, indipendentemente da chi l’avesse diretto.
Le trappole e i suggerimenti nel corso del “Shutter Island” sono talmente tanti da farne un elenco: la strana attenzione data  alla sostituzione delle sigarette, la sequenza sulla scogliera, la riapparizione della donna scomparsa, la sequenza nella cripta…   Insomma è un po’ come se Scorsese fosse a fianco di chi guarda il film dicendo che “Il cinema è sempre stata arte della finzione… bisogna essere pazzi per fare i film. Figurati un film sui pazzi”.

Archiviata la  falsa, e oziosa, questione del finale e del thriller mancato,  “Shutter Island” rimane un film bellissimo, elegante, labirintico ed ipnotico, dominato da un Di Caprio in uno stato oltre la grazia  che delinea un personaggio magnificamente ambiguo ed oscuro di cui non si sa se fidarsi o meno, soprattutto alla fine.
Scorsese, al quale si muovono  da tempo accuse di “normalizzazione,” crea un film che sconta una dozzina di tributi al cinema classico e, al pari dei grandi maestri, usa lo strumentario come un grimaldello eversivo per aprirci  la strada  tra “scale a chiocciola” e “corridoi della paura”, verso una  indagine sulla follia collettiva, sulla finzione, sulla violenza che lega le vicende umane più di quanto saremo disposti a concerdere. Scorsese  racconta in “Shutter Island” la debolezza umana e la necessità della fuga dal dolore.
Stupefacente, infine, la ricostruzione degli ambienti e  dei costumi, maniacale almeno quanto quella de “L’età dell’innocenza”, altro grandissimo e sottovalutato film di Scorsese.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Recensione Genitori

    Recensione Genitori

    Il confronto-scontro tra il mondo degli adulti e quello dei giovani di oggi attraverso lo sguardo disincantato di una quattordicenne. Leggere il seguito

    Da  Sky9085
    CINEMA, CULTURA
  • City Island: bugie e segreti a lieto fine

    City Island: bugie segreti lieto fine

    City Island(City Island)Raymond De Felitta, 2009 (USA), 100'uscita italiana: 25 giugno 2010voto su C.C. Andy Garcia è un secondino (ma per carità non... Leggere il seguito

    Da  Pianosequenza
    CINEMA, CULTURA
  • Fine di un impero: Shutter Island

    Fine impero: Shutter Island

    Tra gli esiti più significativi della crisi occidentale ve n’è uno che mi pare decisivo: gli U.S.A. non sono più la prima e più influente potenza mondiale. Leggere il seguito

    Da  Matras
    CINEMA, CULTURA, THRILLER / POLIZIESCO
  • Martin Scorsese: Shutter Island

    Martin Scorsese: Shutter Island

    Tratto dall'omonimo romanzo di Dennis Lehane, questo Shutter Island è stato uno dei film più attesi del 2010 e l'attesa è stata più che ripagata. Leggere il seguito

    Da  Scenamadre
    CINEMA, CULTURA
  • Dark island

    Dark island

    (conosciuto anche come Infected) Regia di Sam Gorski e Niko Pueriger Canada 2010 Dopo aver perso i contatti con i suoi ricercatori su un'isola remota, una... Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CINEMA, CULTURA
  • Shutter Island

    Shutter Island

    Titolo: Shutter IslandAnno: 2009Regista: Martin ScorseseCon:Leonardo DiCaprio: Teddy DanielsMark Ruffalo: Chuck AuleBen Kingsley: dott. Leggere il seguito

    Da  Greg Petrelli
    CINEMA, CULTURA
  • Nightmare – recensione

    Nightmare recensione

    Di Nightmare ne avevamo parlato al momento dell’uscita americana. In Italia è in uscita domani quindi potete andare a rileggervi la recensione. Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA, HORROR

Dossier Paperblog

Magazines