Magazine Cultura

Signor Malaussène - Daniel Pennac

Creato il 03 giugno 2011 da La Stamberga Dei Lettori
Signor Malaussène - Daniel PennacI Contenuti
"Ehi! Oh! Mi ascolti? Concentrati un po', santo dio! Piantala di ronfare nella pancia di tua madre. Dopo tutto ti sto presentando la tribù che ti accoglierà!". È Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio, che parla a Signor Malaussène, suo figlio in procinto di nascere, per presentargli la tribù Malaussène, la sua futura famiglia. In una Belleville assediata dagli ufficiali giudiziari, qualcuno oppone una strenua resistenza. Al centro dell'azione il cinema Zèbre, dove si vorrebbe proiettare, una sola volta prima che venga distrutto, il Film Unico di un vecchio e celebre produttore cinematografico.

La Recensione
La Mamma è tornata dalla sua fuga d'amore con Pastor bizzarramente non ingravidata; Julie è incinta e darà ben presto alla luce un nuovo membro della tribù Malaussène; Gervaise, la figlia dell'ispettore Van Thian, suora che si è assunta il divino impegno di redimere le prostitute, ha deciso di indagare per trovare il serial killer che uccide e scuoia le sue puttane; Belleville è al tramonto, invasa da ufficiali giudiziari che giornalmente pignorano carabattole sostituite nottetempo ai veri mobili dal fabbro Six La Neve; l'ispettore Rabdomant, l'unico in grado di ristabilire l'innocenza di Malaussène nonostante su di lui converga sempre la totalità degli indizi, è in procinto di andare in pensione; la tribù Malaussène scopre una nuova passione per il cinema d'autore grazie a Suzanne, l'anziana proprietaria del cinema Zèbre, la quale riceve provvidenzialmente in lascito un'impressionante collezione di film dai coniugi Bernandin, che le lasciano in eredità anche il misterioso Film Unico da proiettare un'unica volta a un pubblico elitario per poi distruggerlo. I Bernardin, neanche a dirlo, sono vecchie e affettuose conoscenze di Julie, e il loro figlio Matthieus è anche il suo ginecologo, e ancora il nipote Barnabè... questi sono solo alcuni dei bandoli di una matassa più intricata del solito. Come se non bastasse, Jèremy ha deciso di trasporre in commedia teatrale (e poi in romanzo) gli ultimi anni di vita di Benjamin, pertanto a volte la storia si consentirà brevi voli di fantasia complicando ancor più la vita al lettore.
Solitamente tendo a fidarmi più dei pareri negativi che di quelli positivi: sono molto propensa a credere a chi mi prospetta l'inizio della decadenza dell'ennesimo volume di una saga partita molto bene. A tal proposito, non sono state poche le persone che mi hanno avvertito di non confidare troppo nei volumi successivi a La Prosivendola, l'ultima avventura leggibile -o almeno originale, alcuni la considerano persino la migliore- della tribù Malaussène. E' stato col naso turato, quindi, che mi sono apprestata ad assaggiare il quarto volume della saga di Pennac, dal momento, anche, che il precedente iniziava a subodorarmi già di minestra scaldata.
Ebbene, non capita spesso, ma stavolta sono costretta a ricredermi: credo che Signor Malaussène superi non solo il terzo, ma anche il secondo libro della saga (no, non il primo, che considero tuttora il migliore). Forse meno divertente, ma senza dubbio il più caotico e avvincente, il più incline all'approfondimento dei personaggi, e il più crudele: il male, il dolore, è particolarmente presente in questo volume più che negli altri, e sono sempre gli innocenti a pagare per tutti. E' verso di loro, verso le vittime di questo gran puttanaio che è il mondo, che Pennac esprime la sua più manifesta simpatia: sono le vittime di una giustizia frettolosa e vacua, le vittime di un sistema medico fabbricato da pomposi individui, le vittime dell'avidità e della crudeltà umane, le vittime, in definitiva, di un mondo privo di fantasia che Pennac si affretta a completare.
Belleville tramonta, il romanzo si chiude con un nuovo, incoraggiante inizio, e in effetti era nelle intenzioni di Pennac chiudere la saga con questo libro, ma... 

- Il paradiso degli orchi
- La fata Carabina 
- La prosivendola - Signor Malaussène
- La passione secondo Thérèse
- Ultime notizie dalla famiglia

Giudizio:+4stelle+
Articolo di Sakura87
Dettagli del libro
  • Titolo: Signor Malaussène
  • Titolo originale: Monsieur Malaussène
  • Autore: Daniel Pennac
  • Traduttore: Mélaouah Y.
  • Editore: Feltrinelli
  • Data di Pubblicazione: 2003
  • Collana: Universale Feltrinelli
  • ISBN-13: 9788807814334
  • Pagine: 448
  • Formato - Prezzo: Paperback - 8,50 €
Signor Malaussène - Daniel Pennac

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :