Magazine Attualità

Siria: l’Italietta dell’ambiguità

Creato il 07 settembre 2013 da Candidonews @Candidonews

Siria: l’Italietta dell’ambiguità

Firmiamo un documento di appoggio agli Stati Uniti sull’attacco alla Siria ma non partecipiamo alla guerra trincerandoci dietro ‘la scusa dell’ONU’.  D’altronde cosa ci si può aspettare da una Nazione che, nei due conflitti mondiali, ha terminato la battaglia sul fronte opposto rispetto alle alleanze iniziali cambiando ‘bandiera’ in corso d’opera?

L’Italietta di sempre, anzi l’ItaLetta.

Gramellini è del mio stesso parere:

La Patria è mobile

Quando al G20 sulla Siria hanno fatto la conta delle nazioni schierate con Obama e di quelle che concordavano con la posizione opposta sostenuta da Putin, un solo Paese si è ritrovato inserito in entrambi gli elenchi. Inutile scriverne il nome. Lo conoscete dai tempi della scuola, dai libri di storia dove leggevate di questo popolo di mercanti e mediatori apparentemente astutissimi che non aveva mai finito una guerra, un conflitto, un litigio per il parcheggio dalla stessa parte in cui lo aveva iniziato. La terza guerra di indipendenza, per dirne una, fu un tripudio di equilibrismi e giravolte come non se ne vedono neanche al Cirque du Soleil. Alla fine, pur perdendo tutte le battaglie, riuscimmo nell’impresa di riportare a casa il Veneto. L’imperatore francese Napoleone III commentò sprezzante: «Ah, gli italiani, ancora una sconfitta e mi avrebbero chiesto Parigi!» Dopo Caporetto e la «vittoria mutilata» che ne seguì, saltò su un dittatore smanioso di trasformarci in antichi romani. Ci trascinò in una catastrofe e non trasformò un bel nulla. La mattina di settant’anni fa, il re che da poco lo aveva fatto arrestare ricevette l’ambasciatore nazista per rassicurarlo sulla fedeltà all’alleanza con la Germania: il giorno seguente sarebbe stato l’Otto Settembre.

Considerati i precedenti, la partita doppia sulla Siria rappresenta una bazzecola. Siamo d’accordo con Obama nel ritenere Assad un criminale di guerra e siamo d’accordo con Putin nel non volerlo bombardare. È così complicato? A me sembra di una chiarezza cristallina. Ma non faccio testo: sono un italiano.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • G8: l’impasse sulla Siria

    l’impasse sulla Siria

    da ragionpolitica.itSono 93 mila le persone ad aver perso la vita a causa delle crudeli repressioni perpetrate dal regime di Assad, eppure il suo nome non figur... Leggere il seguito

    Da  Yleniacitino
    ATTUALITÀ, POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Quarto attacco israeliano alla Siria

    Quarto attacco israeliano alla Siria

    Informazione Scorretta Funzionari degli Stati Uniti hanno rivelato che le esplosioni avvenute nel porto siriano il 5 luglio sono state probabilmente il risultat... Leggere il seguito

    Da  Informazionescorretta
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Emergenza Siria. USA pronti a intervenire.

    Emergenza Siria. pronti intervenire.

    Sono immagini di molti cadaveri quelle arrivate in questi giorni dalla Siria. Troppe poche perchè la nostra mente possa abbracciare la realtà di 1300 persone... Leggere il seguito

    Da  Retrò Online Magazine
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Alcune cose importanti da sapere sulla Siria

    Alcune cose importanti sapere sulla Siria

    Venti di guerra in Siria. Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia stanno per attaccare. Non si capisce bene come procederanno, se vorranno rovesciare il regime o s... Leggere il seguito

    Da  Candidonews
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • La speranza turca in Siria

    speranza turca Siria

    La Turchia è il Paese che più ha da guadagnare -ma anche quello più a rischio- da un attacco missilistico alla Siria. La sua attività diplomatica, i suoi... Leggere il seguito

    Da  Istanbulavrupa
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Geopolitica italiana in Siria

    Geopolitica italiana Siria

    Comunque ho riflettuto e… ho finalmente capito la strategia geopolitica del Governo Italiano per la crisi in Siria, voglio tranquillizzarvi: siamo nelle mani... Leggere il seguito

    Da  Simodisordina
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Attacco alla Siria, Obama prende tempo

    Attacco alla Siria, Obama prende tempo

    Obama prepara l’attacco alla Siria, prima però chiederà il via libera dal Congresso, per coinvolgere i Repubblicani ed i Democratici nella scelta finale... Leggere il seguito

    Da  Candidonews
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ