Magazine Informazione regionale

Srr, elezione Marinello. Ruvolo: “Grave schiaffo ai cittadini”. Turturici: “Impugnare atti nomina del Cda”

Creato il 27 novembre 2013 da Comunalimenfi
Giuseppe_Ruvolo_Mario_Turturici

“L’elezione del nuovo Presidente del Cda della società di raccolta dei rifiuti, Enzo Marinello, rappresenta un grave schiaffo e un’umiliazione nei confronti di migliaia di cittadini del nostro territorio”.

Lo ha detto il senatore Giuseppe Ruvolo dopo la modalità di voto dei comuni del versante occidentale della provincia di Agrigento nell’ambito della nuova Srr che sostituisce la Sogeir.

“L’elezione del Presidente – prosegue Ruvolo – non solo è mortificante per i cittadini dei comuni che, attraverso il proprio voto negativo, hanno espresso il proprio dissenso, ma pone i comuni stessi, e le rispettive amministrazioni, in una posizione di evidente contrasto, imbarazzo e quasi di scontro. Di fronte a situazioni del genere che ledono la dignità di migliaia di cittadini e che innescano tra gli enti comunali e tra le amministrazioni comunali, meccanismi di dissenso e amarezza, bisogna opporsi. A tal proposito preannuncio la presentazione di un’interrogazione parlamentare e altre azioni che possano essere utili al fine di ristabilire quel senso di rispetto che ieri è venuto meno nei confronti di migliaia di cittadini”.

 

Turturici: Impugnare gli atti di nomina del Cda della Srr

La città di Sciacca, per il ruolo centrale che esercita nel territorio, non può restare fuori dal consiglio di amministrazione della nuova SRR. Condividiamo e facciamo nostra la presa di posizione di quanti, tra questi ilsindaco di Sciacca, si sono battuti perché la composizione del Cda della SRR non sidiscostasse un solo millimetro dal solco tracciato dalla vigente normativa regionale estatale. Lo scrive oggi il consigliere comunale saccense di Forza Italia Mario Turturici.

Ma adesso occorre adottare gli atti consequenziali, per fugare ogni dubbio in ordine alla legittimità della nomina dei componenti del nuovo Cda. Ricordiamo che la direttiva dell’Assessorato regionale dell’Energia e deiServizi di Pubblica Utilità specifica che “per la nomina degli amministratori, i Soci,dunque i sindaci, possono designare esclusivamente soggetti scelti tra dirigenti interniall’Amministrazione dell’Ente locale”.

I cittadini di Sciacca, che negli ultimi tre anni hanno visto aumentata la tassarifiuti in misura vertiginosa, a fronte di un servizio non sempre ottimale, pretendonorisposte chiare e immediate.

Per questo, scrive ancora Turturici, Forza Italia invita il sindaco e la giunta ad impugnare dinanzile autorità giurisdizionali competenti gli atti di nomina del nuovo CDA, ed assumere ogni e qualsivoglia altra iniziativa atta a garantire adeguata rappresentanza della cittàdi Sciacca all’interno della SRR.

fonte:trs.it


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog