Magazine Informazione regionale

Stoccaggio di Bordolano e ambiente. Corradi: “Il Centro popolare lombardo e Giuseppe Torchio da che parte stanno? Col centrodestra o il centrosinistra?”

Creato il 07 febbraio 2013 da Cremonademocratica @paolozignani

La domanda la pone Ezio Corradi, del coordinamento dei comitati ambientalisti lombardi, non invitato della serata di Bordolano dedicata allo stoccaggio di gas. “Una serata di propaganda alla Stogit che pone molti dubbi: Torchio, con il Centro popolare lombardo, sta con il centrodestra o il centrosinistra? O magari è un infiltrato del centrodestra nel centrosinistra? Vuol far vincere Ambrosoli o il centrodestra? Sta facendo propaganda allo stoccaggio di Bordolano quando tanta gente è contro questo e altri stoccaggi? Se Torchio continua a sostenere questi impianti crea problemi a Ambrosoli, proprio lui”.  area bacinocolorato copia

I dubbi sollevati da Corradi sono fondati su documenti già noti, “che prevedono otto posti di lavoro allo stoccaggio di Bordolano, che oltretutto è impresenziato di notte e teleguidato da Sergnano/Crema”. Serata organizzata dal Comune resa nota sul giornale La Provincia di Cremona che non tutti leggono, con la partecipazione volontaria Centro popolare ma senza interlocutori. Giuseppe Torchio rivede le scelte del passato, alza il livello della trattativa con la Stogit, tuttavia la questione dirimente, di fronte alle osservazioni dei Comuni di Soresina e Verolavecchia dedicate a questi stoccaggi (in previsione ce sono sono in serie, da circondare Crema), è se tali impianti vanno realizzati o no quando il rischio sismico cresce. Lo testimonia l’istituto vulcanologico italiano, che nel 2012 ha rilevato un’attività sismica considerevole in Italia: moltissime le scosse sotto la magnitudo 3 e tante anche sopra 3. Non siamo di fronte, in ogni caso, alla situazione di qualche anno fa. E contrattare non è possibile, quando i rischi ci sono: li si affronti, li si esamini, non ci si passi sopra, come i Comuni stanno facendo.

In Regione Lombardia, alle imminenti elezioni, Bersani ha chiesto certo il voto della lista “civica” Monti: “Ma Torchio è candidato con Ambrosoli: se invece sta con Maroni e Pdl fa bene a sostenere la Stogit”. Corradi non si ferma proprio: della questione d’altra parte qui s’è scritto più volte presentando ampia documentazione e dubbi che i Comuni stanno confermando con le loro osservazioni.

“Sul futuro dell’energia – continua Corradi – si gioca il futuro del centrosinistra, vogliono il rigassificatore, gli stoccaggi, e poi? Le zone sismogeniche sono definite. I signori di Stogit devono adeguarsi, è semplice. Non si possono prendere in giro i cittadini”.

Da parte del Pd giunge una voce: il partito vuole esaminare la situazione, i Democrats cremonesi non sono stati invitati a loro volta, e da tempo Ezio Corradi, con gli ambientalisti, sensibilizza il Pd.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog