Magazine Cultura

Summer readings.

Creato il 03 agosto 2010 da Msbunbury @bunburist
SUMMER READINGS.
When summertime approaches, my need for many many new books ready in my suitcase approaches too.I love reading, I love the dear old paper (this is for you, Mr. IPAD, you'll never have me!), especially paperbacks. I don't like hardcovers, they're quite impossible to put in the bag and take with me, they're not good friends and seem to look at you with suspicion, as you're not their ideal reader. Paperbacks, on the other side, are happy to be with you in every situation and don't fear being stressed or crumpled. They're loyal to you, you can trust them.---
Le vacanze si avvicinano! Ed il loro pensiero ogni anno mi risveglia la necessità di arrivarci preparata, con la mia bella valigia di letture.Amo leggere e amo leggere la carta (caro il mio IPAD, non mi avrai mai), specialmente i paperbacks. Mi danno fastidio le leleganti e rigide copertine, spesso il libro è un tale mattone che non posso nemmeno infilarlo nelle mie borse, per poterlo riprendere non appena possibile. Il formato paperback è un caro amico, non si dà arie, non si offende se un pò si gualcisce, non ti ferisce con i suoi spigoli. Durante l'anno fra casa, lavoro, blog e tutto il resto ho davvero poco tempo per leggere e me la cavo con un paio di libri al mese..ma in estate, durante le vacanze specialmente, mi scateno!
---
I usually buy books online, as webstores have a huge catalogues, on http://www.amazon.co.uk/, http://www.libreriauniversitaria.it/ (it is often the best price website for italian books) or http://www.bol.it/. Of course I miss the traditional bookshop where you can wonder free, touch books and open them, so I also visit bookshops in the city centre during lunch time. Unfortunately here in Bologna I still haven't found a bookshop that groups all what is in my opinion fundamental for a bookshop, which is:- being veeeery very big, and comfortable;- having a smart and "reader minded" way to expose books (I don't like the ones that organise books following the publishers' criteria);- having a big choice of foreign literature in their original language (I love reading in English).Here you have a list of my favourite bookshops in Bologna:- Mondadori Mediastore, Via D'Azeglio; I like it because they're great in books disposal and I always find nice books whenever I go there. Unfortunately they've no choice of foreign books;
- Feltrinelli International, Via Zamboni: here you can find all foreign literature in Bologna. But, I must admit, their choice is not so large, I often have to book what I need since they do not have it in store. In this case, please, leave the shop and buy your book online: waiting time in the shop is really too long (more than 2 weeks sometimes);
- Feltrinelli Centrale, Piazza di Porta Ravegnana: maybe the bigger in town. But still, I'm not used to its diposal, that it's not immediate.
My favourite? It's in Milan. The RIZZOLI, down Galleria Vittorio Emanuele. There I bought the [email protected] Guide to Sardinia. Do you now this guides collection? I like it very much, especially because you can directly interact in the next publishing, by sending them your opinion about places, things to do, where to stay..
---
Compro preferibilmente online su http://www.amazon.co.uk/, http://www.libreriauniversitaria.it/ (spesso il sito più conveniente in italia!) o http://www.bol.it/ perchè hanno una scelta smisurata! Poi a volte mi manca il girare per una bella libreria fornita e quindi ci passo le pause pranzo per prendere qualche spunto, lasciarmi ispirare dall'esposizione. Qui a Bologna purtroppo non ho trovato una libreria che unisse tutte le caratteristiche per me essenziali per una libreria e cioè:- essere grande grande grande! e confortevole;- avere cura nell'esposizione dei libri, in modo che l'occhio venga catturato e sia facile distinguere fra le ultime uscite, i bestsellers, i classici (non amo le librerie che scelgono di esporre in base alla casa editrice, lo trovo indice di poca fantasia);-avere una buona offerta anche di libri in lingua originale (adoro leggere in inglese).
Qui in città ho diverse scelte, a seconda della necessità che voglio soddisfare...Se ho voglia di stuzzicare il mio sguardo alla ricerca di nuove scoperte scelto Mondadori Mediastore in Via D'Azeglio. A loro vanno i miei complimenti per la disposizione dei libri! Riesco quasi sempre ad innamorarmi di qualcosa ed uscire con la borsa colma di libri. Sono però davvero carenti con i libri in lingua originale.Per quelli c'e' Feltrinelli International, all'inizio di Via Zamboni, abbastanza valida, anche se la scelta è davvero ristretta, considerando che dovrebbe essere una libreria interamente composta da libri in lingua originale. Inoltre, spesso le mie richieste non sono presenti in negozio e allora scatta l'ordine. Non accettte mai! Io a volte ci sono cascata, causa la loro insistenza, e mi sono mangiata le mani durante le due settimane d'attesa, quando invece sul web li avrei recuperati il 3-4 giorni. Mea culpa. Ma ho imparato!La Feltrinelli centrale, sotto alle 2 torri, è la più grande e fornita per l'italiano. Ma devo ancora capirla, non trovo mai nulla senza dover chiedere al personale (sono molto molto cortesi e disponibili) ed  è così tortuosa e cunicolare che non riesco a definire "comfortable".La mia preferita? Lo so, direte che sono la solita di parte...ma, se devo pensare al panorama da me conosciuto in italia) per ora sta a Milano...è la storica RIZZOLI della Galleria...ci ho passato un sacco di mattine prima dell'ufficio...ha anche l'angolo riviste e quotidiani e ha tutte le più famose testate internazionali, ha la parte in lingua con romanzi classici e contemporanei inglesi, francesi, tedeschi e spagnoli ed una buona organizzazione logistica. Ho preso lì la guida [email protected] della Sardegna, la mia meta di vacanza per quest'estate. Conoscete queste guide? Sono davvero valide! E molto molto eleganti, cosa non di poco conto...;-) Vengono aggiornate con le opinioni ed i consigli dei turisti stessi, un punto a loro vantaggio secondo me.
SUMMER READINGS.Fra i miei libri estivi avrete notato "The Carrie Diaries" della Bushnell (non ho resistito, l'ho già letto), romanzetto leggero, ottimo da ombrellone, che racconta della nostra amata Carrie ai tempi delle scuole superiori. Mi è piaciuto molto il finale ed il modo in cui riesce ad agganciarsi alla storia vera e propria delle ragazze. Per il resto resta appunto un'ottima alternativa alla partita a racchettoni.
"The Carrie Diaries" by C. Bushnell is one of my summer choices, perfect on the beach (but I have already read it at home!!). I like the end, she's been great in connecting this story with the one we all know. It tells the story of the yong Carrie, during high school, in her little town.
Come saggio legato al mondo della moda ho scelto "How to be a budget fashionista" della Finney, ormai famosissima anche sul web (http://www.thebudgetfashionista.com/). Non credo aggiungerà nulla alla mia vita, ma tutto può servire per imparare ad acquistare con parsimonia... prima o poi troverò la cura giusta, non credete? ;-)
"How to be a Buget Fashionista", by Finney (she's very famous on the web, look at www.thebudgetfashionista.com) it's my healing book. I'm not so comfy about it but...whatever works! ;-)
SUMMER READINGS.I gialli sono un'altra mia passione e "L'assassino invisibile" di Penny mi ha incuriosito molto...è una classica situazione da giallo, un assassinio in una stanza completamente chiusa. Mi ricorda la mia adorata Agatha, ma anche Poe con il suo racconto "Duplice delitto nella Rue Morgue".
"Sealed-room murder" by Rupert Penny is a classical crime novel: the plot is classic: a murder in a sealed room. It reminds me of Agatha Christie or E.A. Poe and his "Murder in the Rue Morgue".
Non ho potuto poi evitare di comprare (e leggere subito) il libro scritto a 4 mani da Camilleri e Lucarelli "Acqua in bocca": sono una fan di Salvo Montalbano e l'esperimento mi ha incuriosita. E' un librino piccolo piccolo, ma piacevole; l'idea è azzeccata e loro sono buffi e bravi a fare interagire i 2 ispettori.
"Acqua in bocca" is a short novel, written by 2 Italian crime novelists: Andrea Camilleri and Carlo Lucarelli. I don't know much about Lucarelli, but I've read quite all books by Camilleri and I like him very much, especially one of his characters, Commissario Salvo Montalbano.
SUMMER READINGS."In the kitchen" di Monica Ali era per me imperdibile, dopo avere letto "Brick Lane". La sua narrazione è affascinante e amo moltossimo la letteratura britannica degli inglesi di seconda generazione. Le loro storie mi affascinano, le due culture (quella orientale e quella inglese) che si scontrano e si uniscono, i problemi di inserimento, il fanstasma del colonialismo. Mi sono avvicinata a questo genere ai tempi dell'università, grazie ad autori come Rushdie o Kureishi e me ne sono subito appassionata. Monica Ali (originaria del Bangladesh) è molto giovane ma già molto brava.
I couldn't miss "In the kitchen" by Monica Ali after having read her previous one, "Brick Lane". I really love the English second generation witers: I love the way they merge the 2 different cultures, they explain how hard is "to be an English", and the ghost of Imperialism. I found out this literature genre during university, thanks to writers such as Rushdie or Kureishi, and loved it. Monica Ali (origins from Bangladesh) is very young but yet a very good writer.
"Brooklyn" di Colm Tòibìn è il mio libro scommessa. L'ho scelto subito quando ho visto che si trattava di una storia di emigranti irlandesi a Brooklyn (ho subito pensato al capolavoro di McCourt "Angela's Ashes o anche allo splendido "A tree grows in Brooklyn" di Betty Smith). New York mi affascina, e mi affascinano le storie degli immigrati negli anni '50-'60. Trovo che Brooklyn sia un posto magico. Basta attraversare un ponte e ti trovi subito in una realtà completamente diversa, con una propria identità, una sua storia. Chissà...forse fra un centinaio di anni anche Cinisello Balsamo sarà un posto così pittoresco! :-))))
I bought "Brooklyn" by Colm Tòibìn by chance; I love Irish writers and Brooklyn settled novels (and maybe it reminded me of McCourt and his masterpiece, Angela's Ashes).
Now what I miss is one last book, but in Spanish! I'd like to practice my knowledge during holidays. Do you have any bestseller to suggest me? Please hurry up! Holidays are near!
Mi resta un ultimo acquisto da fare...vorrei un romanzo spagnolo, un best seller recente, da leggere in spagnolo per migliorare un pò la mia conoscenza... Avete consigli? Ma in fretta, le vacanze sono vicine!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :