Magazine Cultura

[Superclassifica] I libri migliori e peggiori del 2011 letti da KillerQueen

Creato il 29 dicembre 2011 da Queenseptienna @queenseptienna

Salve, lettori scrittevoli! Condivido anch’io la classifica dei libri letti quest’anno. Un autore, come vedrete, ha occupato ben tre posizioni. Non solo, anche Ewan si è guadagnato due posizioni, due libri me li ha suggeriti lui!
Di sicuro dimentico qualche libro, ma abbiate pietà, è una classifica last minute! XD

I LIBRI MIGLIORI DEL 2011

1- Kafka sulla spiaggia di Murakami Haruki
Perché se scrivessi una classifica dei libri migliori letti in tutta la mia vita, Kafka sulla spiaggia molto probabilmente finirebbe al primo posto. Se vi raccontassi la trama, non riuscirei a farvi capire quanto sia meraviglioso questo libro, che ritengo un capolavoro. È intriso di quella magia tipica di Murakami, pieno di fatti inspiegabili o proprio insensati che però, durante la lettura, sembrano avere perfettamente senso. Murakami è un maestro, i suoi libri sono ricchissimi di descrizioni ma tutt’altro che lenti o noiosi.

2- Misery di Stephen King
Questo libro è un classico, ma mi mancava. Mi ha tenuta incollata fino alla fine, sebbene il finale non mi abbia entusiasmata. Noiose le parti scritte dal protagonista ma comunque un libro magnifico.

3- Come Dio comanda di Niccolò Ammaniti
Quest’anno mi sono letta numerosi libri di Ammaniti e questo resta il mio preferito. Mio fratello definisce Ammaniti come “uno che mette insieme dei disagiati” e che crea la storia in quel modo. È vero, i personaggi di Ammaniti sono tutti uno più assurdo dell’altro, ma funzionano benissimo.
Qualche parola sulla trama? Tre amici vogliono scassinare un bancomat ma la notte stabilita c’è un temporale. Lasciate perdere il film perché non rende.

I LIBRI PEGGIORI DEL 2011 – dal male minore al peggiore

3- Shining di Stephen King
Lo inserisco un po’ perché quest’anno di libri brutti ne ho letti pochi e un po’ perché è talmente famoso che mi sarei aspettata molto di più. Troppo sovrannaturale per i miei gusti, se si parla di horror preferisco storie più realistiche, come per esempio Misery.

2- Il gioco di Gerald
Che tu sia maledetto, Ewan, il giorno che me l’hai consigliato! Dopo un paio di centinaia di pagine l’ho lasciato perdere. Racconta di una tizia che resta legata al letto dopo un gioco erotico con suo marito, che le muore accanto. Insomma, sono centinaia di pagine sulle pippe mentali di questa qui… decisamente non è il mio genere.

1- Amore 14
Come dire? È un aborto letterario, orribile. I personaggi sono i più stupidi mai visti, è scritto da cani e la trama è di una banalità sconcertante. Ha solo un pregio: è talmente brutto da sembrare bello. Consigliato se avete la passione per il trash.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • [Superclassifica] I 7 libri più belli letti nel 2011

    [Superclassifica] libri belli letti 2011

    Il 2011 volge al termine e, come è giusto che sia in questo periodo dell’anno, i redattori di Scritty non hanno più voglia di spremersi le meningi con articoli... Leggere il seguito

    Da  Queenseptienna
    CULTURA, LIBRI
  • Viola “KillerQueen” Lodato – semifinalista al premio RAI “La Giara”

    Ogni anno la RAI indice il Premio letterario Nazionale “La Giara”, il prestigioso concorso per giovani talenti esordienti italiani. Leggere il seguito

    Da  Queenseptienna
    CULTURA, LIBRI
  • I costumi

    costumi

    La tavola da lavoro di Rosalie era ingombra di vistose figure danzanti su bianchi fogli di carta.- Teniamo le scene piuttosto pallide, per poter concentrare... Leggere il seguito

    Da  Raffy87
    ARTE, CULTURA, PALCOSCENICO
  • I paguri...

    paguri...

    Uno degli animali più inutili e frustranti della terra. Nei milioni di anni in cui l'evoluzione ha cercato e dato un ruolo ad ogni essere vivente sul globo, i... Leggere il seguito

    Da  Fernando
    CULTURA, SOCIETÀ
  • I Puffi

    Puffi

    "I Puffi" escono dal piccolo schermo per approdare in 3D a Central Park, mentre tentano di fuggire dal mago Gargamella, da sempre ossessionato dai nanetti blu Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • I professionisti

    professionisti

    Richard Brooks, nasce a Philadelphia nel 1912 da genitori ebrei immigrati dalla Russia. Negli anni ’30 si impone come giornalista sportivo e più in là come... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • I demoni e i santi

    demoni santi

    Le ultime terribili 72 ore. Tre giorni in cui avrei preferito perdere la lucidità o essere in un’isola deserta per non dover assistere al precipitare di tre... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ