Magazine Diario personale

TAG: About Books

Creato il 03 settembre 2014 da Hermosa @DeOrnatuMulieru
Dato che le vacanze appena concluse sono state, come sempre, all'insegna della lettura, questo tag mi sembra più che adatto per questa settimana di ripresa. 
TAG: About Books
E' uno di quei tag in cui mi sarei auto-taggata...per fortuna e per mio piacere però, ci ha pensato Miki a farlo. Grazie mille cara: so che in questi giorni sarai indaffarata in faccende molto più allegre, goditele (e saluta chi è tornato). Quindi, mentre Miki si gode altre cose, a voi vi toccano le mie risposte...la vita è ingiusta, lo so:)   1) Come scegli i libri da leggere?
Se non mi sono consigliati da qualcuno, allora per puro istinto: la copertina, il titolo, un piccolo dettaglio. Però devono sempre superare la prova "incipit". Se il primo periodo non mi piace, li lascio lì senza rimorsi.2) Dove compri i libri?
Soprattutto su Amazon (anche i tradizionali, hanno una splendida scleta di libri in lingua originale) e alla Feltrinelli. Ma posso prenderli in edicola, al supermercato, su una bancarella. Ovunque.  3) Aspetti di finire un libro prima di acquistarne un altro oppure hai una scorta?
Ho sempre una scorta notevole. Il punto è che bisogna essere nel giusto momento per leggere un libro. E quindi è bene avere una certa scelta, perchè l'incontro sia davvero felice.  4) Di solito quando leggi?
D'inverno, a letto di sera. Ma i miei picchi sono d'estate, quando le mie giornate sono dedicate interamente alla lettura. Il paradiso. 5) Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?
Sì e no. Tendenzialmente un libro di molte pagine mi piace di più: se è un buon libro, mi farà compagnia a lungo. Ma a volte ci sono storie perfette nelle loro 50 pagine, che sarebbero rovinate anche da una sola parola in più.  6) Genere preferito?
Romanzi. Le belle saghe familiari che ti trascinano nel tempo. Cent'anni di solitudine, I Buddenbrook, I Vicerè...capolavori così.  7) Hai un autore preferito?
Più di uno. Cito Marquez, Saramago e Coe (sebbene il suo ultimo mi abbia delusa).   8) Quando è iniziata la tua passione per la lettura?
Da sempre. Non ricordo di aver mai "scoperto" la lettura. E' un piacere che è sempre stato nella mia vita: come dormire o mangiare. Una parte essenziale della mia vita.
TAG: About Books9) Presti libri?
Manco morta. Se un libro che ho ti interessa e mi sei amica, te lo regalo. Altrimenti fischietto indifferente. Su esplicita richiesta, dichiaro pubblicamente la mia incapacità a prestare un libro. Ho diritto a un tot di comportamenti non perfetti (intendo, di quelli di cui sono consapevole) e questo è decisamente uno di quelli che non ho intenzione di modificare.  10) Un libro alla volta oppure riesci a leggerne diversi insieme?
Uno per genere. Posso leggerne uno di poesia, un romanzo e un saggio. Ma due romanzi allo stesso tempo no, mi sarebbe impossibile.
 
11) I tuoi amici/famigliari leggono?

Sì, è una "malattia" di famiglia. Non a caso, ad ogni trasloco le prime cose ed essere state sistemate sono state la cucina e la libreria... come dire, l'essenziale per sopravvivere.   
12) Quanto ci metti mediamente a leggere un libro?

Sempre troppo poco. Io divoro i libri, leggo velocissimamente perchè sono presa dalla storia, dagli eventi. Il risultato è che dopo pochi mesi ricordo solo se mi è piaciuto o no, e poco altro. Mister Hermoso invece è un lettore lento: dopo anni, ricorda ancora la frase perfetta. Lo stupore verso i nostri modi di leggere è reciproco.
13) Quando vedi una persona che legge (ad esempio sui mezzi pubblici) ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro?
Sempre! Anche sfacciatamente, se è il caso. Così ho letto libri che mi sono piaciuti ed è un metodo che consiglio (no, quella volta non mi sono appollaiata sulla sua spalla tutto il tempo. L'ho comprato appena arrivata dal viaggio in bus che avevo condiviso con quello sconosciuto dalle buone letture. E il libro era 54 di Wu Ming)   14) Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno solo, quale sarebbe?
E' un ipotesi tremenda, che non riesco davvero a concettualizzare. Vado nel panico al solo provarci.
16) Leggi libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) o solo libri che possiedi?  

Ho letto in prestito dalla biblioteca solo quando vivevo in Spagna: lì avevo a disposizione delle biblioteche splendidamente rifornite, con le ultimissime novità. Qui ci ho provato: il libro più recente era del 1940. Anche no.      17) Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire?
Anna Karenina. Ma so che è un incontro che prima o poi avrà il suo lieto fine.
18) Hai mai comprato un libro solo perché aveva una bella copertina e cosa ti attrae della copertina di un libro?
Ovviamente sì. E altrettanto ovviamente mi attraggono tutte le cose che le regole del buon marketing consigliano: colori vivaci, edizioni un po' vintage, grafica particolare. Odio invece le fascette che urlano "IL CASO LETTERARIO DELL'ANNO" e riportano la critica di tizio/caio. E odio quando rovinano una bella copertina con il prezzo: prendete queste edizioni Sellerio di Camilleri. Gli rifate il look, con una grafica decisamente carina e STAMPATE il prezzo in prima? Ma porca paletta....
TAG: About Books  
19) C'è una casa editrice che ami particolarmente e perché?

Amavo Feltrinelli, un tempo. Ma da quando hanno iniziato a vendere anche posate per l'insalata nei loro negozi, non più. Mi restano Marcos y Marcos  (che ha un sito tanto brutto quanto edizioni tanto belle. E autori interessanti) e le E/O  (ma le edizioni vecchie erano moooolto più belle, graficamente).  20) Porti i libri dappertutto (in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni al sicuro dentro casa?
Porto i libri ovunque: li rovino, li sottolineo, spacco la rilegatura. Li vivo. Per ora il Kindle invece resta a casa. Ma solo perchè ci ho caricato ancora poche cose:)     21) Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente?
Credo "Tokyo Blues, Norwegian Wood", di cui vi dissi qui. E' un libro a cui devo molto, per un mucchio di  motivi.22) Come scegli un libro da regalare?
Secondo la persona a cui devo fare il regalo. Ma se ha gusti troppo diversi dai miei, allora scelgo un regalo diverso. Per capirci: se legge Moccia, non sarò io a regalarglielo.  23) La tua libreria è ordinata secondo un criterio o tieni i libri in ordine sparso?
Tasto dolentissimo! L'ideale sarebbe una libreria per autore, con sottosezioni per genere e lingua. Ma è una soluzione praticabile solo con un fondo chiuso a cui non sono previste aggiunte. Dopo lunghe discussioni siamo giunti alla conclusione- che attueremo a breve, tremo alla sola idea- che l'unica maniera per sopravvivere alla quantità di libri che acquistiamo io e Mister Hermoso è una sistemazione per autore, senza alcuna altra distinzione. I libri nuovi andranno in una libreria a parte e, di anno in anno, risistemati al loro posto "alfabetico".  Lo so, esiste il Kindle. Ma non è lo stesso (e no, non sono ammesse discussioni sull'argomento. Sono cose complementari). 24) Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti?
Dipende: di solito se sono a piè di pagina le sbircio almeno. Se sono in appendice le salto allegramente, tranne quando proprio il senso mi resterebbe oscuro altrimenti.  25) Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libri o le salti?  
Che siano introduzioni o postafazioni o note finali le leggo sempre e solo alla fine. Troppe volte il gusto della lettura mi è stato rovinato da scribacchini incapaci che credono che commentare un libro sia farne il riassunto.Roba da picchiarli con tutta la trilogia delle sfumature (che no, non ho letto. E no, non leggerò).
Vi lascio con un'immagine di me, tra circa 40 anni e vi taggo tutte: non c'è nessuna delle vostre letture di cui non sia morbosamente curiosa.
TAG: About Books credits

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog