Magazine Bellezza

TAG: If Zombies Attacked

Creato il 10 marzo 2015 da Miki82 @Imaginary82
TAG: If Zombies Attacked
Mentre leggevo QUESTO post di Hermosa, pensavo ai vari scenari possibili.
Non sono mai stata appassionata di zombie. Tra tutte le creature fantasy/horror sono quelli che mi affascinano di meno, cosa strana considerando che io AMO lo splatter e gli spargimenti di sangue e materie organiche di vario tipo.
L'unico libro/film a tema che ho letto/visto è stato Warm Bodies, una versione carina e coccolosa di questo universo. Grazioso però.
Il Tag ideato da Barbs ci pone di fronte ad uno scenario apocalittico terribile per ogni beauty addicted.
TAG: If Zombies AttackedImmaginate di essere da Sephora: il vostro cestino da una parte, la pelle ricoperta di swatches, mentre vi rimirate gli avambracci per cercare lo spazio per provare l'ultimo rossetto di Marc Jacobs. All'improvviso irrompono in negozio questi ammassi di carne in decomposizione... Lo vedete quello al centro? Secondo me starà pensando "Ma che razza di creatura è mai quella???"
Secondo me basterà la visione per farli scappare a gambe levate.
Ma dovessero aver perso di già i bulbi oculari, che arma sceglierei per difendermi?
No, scappare con tutte le palette presenti in negozio pare che non sia un'opzione plausibile. I rossetti li ha già messi in salvo Hermosa.
E allora quale arma migliore se non lui??? Il malefico, orrido, irritante CLARISONIC!!!
TAG: If Zombies Attacked
Branditelo davanti a voi, minacciate gli zombie di piallargli la faccia con la spazzolina pulsante e, vi assicuro, scapperanno in men che non si dica. Ovviamente, parlo condizionata dalla mia esperienza personale... ma immaginate gli effetti di questo coso sulla pelle putrefatta?
TAG: If Zombies Attacked
Solo a quel punto potete mettere in salvo le palette.
E voi? Che arma scegliereste?
Mi raccomando, doveste rispondere al tag, citate Barbs ed Hermosa.
Sono curiosa di sentire tutte le vostre risposte, ma, in particolare, taggo Patty, Claudia, Foffy, Jess e Selli.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :