Magazine Lifestyle

Tempo di cambio di stagione? Ecco come affrontarlo

Creato il 02 ottobre 2015 da Alessia Foglia @AlessiaFoglia

Cambio di stagione

Tempo di cambio di stagione e di mettere mano agli armadi? Lo so, può essere un incubo ma lo è ancora di più avere un guardaroba caotico e poco organizzato. Questo è il momento giusto per fare il punto della situazione, decidere cosa eliminare e iniziare a pensare a cosa acquistare.

Ma soprattutto è il momento per creare un armadio che ci rappresenti fino in fondo perché, anche se qualcuno si ostina a considerarla una cosa frivola, la moda è uno strumento di comunicazione potentissimo.

ELIMINATE TUTTO CIO’ CHE VI FA SENTIRE TROPPO GIOVANE O TROPPO VECCHIA

Eliminare dall’armadio le cose che non ci rappresentano più non dovrebbe essere difficile ma a volte alcuni capi sono legati a ricordi o eventi importanti della nostra vita e così facciamo fatica a sbarazzarcene. La soluzione? Toglierli dal guardaroba e ricoverarli in una scatola. In questo modo non saremo tentati di indossarli ma non ce ne priveremo. Questo perché ogni mattina quando decidete di indossare qualcosa state mandando al mondo un messaggio ben preciso: la scelta migliore che possiate fare è quella di indossare solo capi che vi rappresentano e vi mettono in luce.

MAI SCAMBIARE I LEGGINGS PER PANTALONI

Ripetiamolo come un mantra “I leggings non sono pantaloni”. Se il vostro armadio ne prevede, fate in modo di indossarli in casa. Per maggior facilità assimilateli ai collant: ci andreste mai in giro senza contestualizzarli? Se sono accettabili su una quattordicenne, diventano improponibili dai quindici anni in poi. In altre parole renderli parte della vostra divisa quotidiana non è una buona idea. Se proprio li trovate comodi e non potete farne a meno, sceglieteli di tessuto opaco e spesso ed indossateli unicamente con maglioni lunghi, tuniche o abiti camicia ed un paio di stivali.

SCEGLIETE UN DECENNIO DI ISPIRAZIONE

Quest’inverno saranno in voga gli anni ’70 con qualche richiamo agli anni 50. Se identificate un periodo che vi piace particolarmente o che pensate vi possa rappresentare, prendetelo come punto di ispirazione e createvi un vostro stile. Le tendenze infatti vanno e vengono ma ognuno di noi deve interpretarle secondo il proprio fisico e il proprio stile personale.

PUNTATE SU CINTURE E ACCESSORI

A nessuno dona un abito informe e che non veste bene la figura. Se avete nel vostro armadio abiti che non vi convincono, provate ad aggiungere una cintura in vita. Un piccolo trucco che vi permetterà di recuperare un vestito che non indossavate più e che darà un plus al vostro stile personale.

INVESTITE IN CAPI VERSATILI

Prima di procedere a fare shopping soffermatevi un attimo a pensare di cosa avete realmente bisogno e fate una lista: quando sarete in negozio vi aiuterà a decidere se un capo è necessario o meno. Nel dubbio vi consiglio di partire dai capi essenziali per un guardaroba ben strutturato: un pantalone nero, un jeans ben tagliato, un abito da lavoro, una giacca e un capospalla. Pochi pezzi su cui costruire il resto del guardaroba.

INIZIATE A COMPRARE SOLO COSE CHE AMATE E CHE PARLANO DI VOI

Niente è più noioso di una spedizione di shopping per capi che sentite di dover avere perché la moda lo impone ma che non utilizzerete. Riflettete molto bene su cosa vi piace e vi valorizza e fatene il vostro punto di forza. Un look che funziona ha prima di tutto carattere e deve trasmettere la vostra personalità. Amate gli abiti con i lustrini? Saranno perfetti la notte di capodanno ma assecondate la vostra passione aggiungendo agli outfit di tutti i giorni una collana luminosa e importante o una cintura impreziosita da gemme e applicazioni.

Cambio di stagione

IMG_4426
IMG_4363
IMG_4428
IMG_4431
IMG_4390

I capi che indosso in queste foto sono tutti pezzi vintage di famiglia e gli scatti sono stati fatti a fine settembre, durante le ultime giornate di sole. Perché li ho scelti? Perché lo stile, quello vero, non ha tempo. Alessia


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :