Magazine Attualità

Tennis, la Errani regina di Dubai

Creato il 20 febbraio 2016 da Retrò Online Magazine @retr_online

Una grande Sara Errani conclude con una finale perfetta il Dubai Tennis Championships, vincendo 6-0;6-2 sulla ceca Strycova. La Schiavone conquista la finale a Rio.

Sara Errani ce l’ha fatta! A distanza di quasi un anno dalla sua ultima vittoria, centra il primo successo della stagione e lo fa con una grande prestazione. Riscatta così un inizio di stagione incerto, e soprattutto un torneo cominciato non nel migliore dei modi, se si pensa che al match d’esordio al primo set era sotto di 5-1 contro la cinese Zheng.

Ma che è uno scherzo?! Dominio #ERRANI, queen of Dubai! Dagli inferi al paradiso in 5 gg! Il tennis che meraviglia! pic.twitter.com/X0O48L4WA4

— Livio D’Alessandro (@Livius80) 20 Febbraio 2016

Il percorso della Errani

La tennista bolognese è stata abile a non perdersi d’animo nel momento più difficile, e a risalire la china in modo paziente e con grande qualità. Così da quell’1-5 si è giunti a un 7-5 finale a suo favore: 6 game di fila che parlano da soli, testimoniando la grande forza di volontà dell’azzurra. Il set successivo è stato più lineare, con la Errani che si è portata subito avanti 3-0, per poi difendersi bene dal tentativo di recupero della cinese e concludere sul 6-3, aggiudicandosi il match e soprattutto recuperando una cosa che nel tennis è fondamentale: il morale. Nella gara successiva elimina 6-3;6-0 la kazaka Shvedova (che aveva vinto nel match d’apertura contro Roberta Vinci), e il giorno dopo ai quarti ha la meglio sull’americana Brengle 4-6;6-1;6-4. Molto combattuta è stata anche la semifinale di ieri contro l’ucraina Svitolina, che si è arresa 6-4;6-4 dopo una grande partita, in cui la Errani ha dato prova della ritrovata condizione giocando un ottimo tennis e centrando i colpi migliori nei momenti decisivi.

L’avversaria

L’altra finalista, la ceca Barbora Strycova, partiva sfavorita, ma era reduce da due vittorie di lusso, contro la serba Ana Ivanovic ai quarti e la francese Caroline Garcia in semifinale. Soprattutto in quest’ultima partita ha dimostrato di essere imprevedibile e di saper approfittare bene degli errori dell’avversario.

La finale

Si comincia alle 19 ora locale. La Errani parte subito forte, conquistando col punteggio di 40-0 un primo game condito da 3 errori della ceca, che rivela subito qualche difficoltà anche nei colpi più semplici. I games successivi confermano quest’impressione: la Strycova appare contratta e regala punti che l’azzurra non esita a incassare. Cerca delle giocate spettacolari che però non entrano, a causa dell’imprecisione ma anche della grande concentrazione della Errani, che dal canto suo non concede nulla e continua a macinare gioco, diventando sempre più padrona del campo. Si arriva velocemente al 4-0. Gli ultimi due games sono più combattuti: nel quinto la Strycova realizza un ace e subito dopo un’ottimo lungolinea che costringono la Errani ai vantaggi, ma l’ennesimo errore regala il 5-0 alla bolognese; nel sesto la Errani compie i primi due errori vistosi che riportano il punteggio sul 40-40, ma la Strycova non ne approfitta e conclude il set con un dritto che termina oltre la linea di fondo, a emblema dell’andamento della gara fino a questo momento. Il secondo set regala subito delle speranze al pubblico, chiaramente desideroso di assistere a un match più spettacolare, tramite i continui incoraggiamenti alla Strycova: la ceca si porta subito in vantaggio 30-0, con un buon servizio e un’ottima volée. È a questo punto che viene probabilmente inferto il colpo decisivo al suo morale, poiché la Errani recupera brillantemente, con una grande palla smorzata, facendo finalmente vedere uno dei suoi colpi tipici, e aggiudicandosi il game 40-30. La frustrazione della Strycova diviene adesso ancora più evidente. Aumentano i gesti di nervosismo e gli errori non forzati. Aumentano gli incoraggiamenti del pubblico. Aumenta inesorabilmente il punteggio a favore della Errani, che arriva velocemente al 5-1. Qui la Strycova, ormai rassegnata e meno nervosa, gioca il suo miglior tennis della partita e si concede un ottimo punto dopo uno scambio vicino alla rete e un bel lungolinea, con cui conquista ilsuo secondo game, dopo quello ottenuto di forza poco prima, quando la Errani conduceva 2-0. L’ultimo game è giocato alla pari. La bolognese fatica a trovare il Championship Point per la strenua opposizione della Strycova, che accorgendosi del proprio momento favorevole fa di tutto per rendere il punteggio meno impietoso, e si arriva ai vantaggi: alla fine sarà di nuovo un errore della ceca a decretare la fine del set, e anche del torneo. Ha vinto strameritatamente 6-0;6-2 la Errani, che dopo aver finalmente ritrovato il grande tennis degli anni scorsi, è stata abile oggi a mantenere alta la concentrazione, e a non accomodarsi troppo nella situazione favorevole di punteggio in cui si è ritrovata fin dai primi games, grazie anche agli errori della Strycova, che dal canto suo non è mai riuscita a entrare in partita.

It’s a FIRST #WTA Premier title for @SaraErrani! https://t.co/7duQHegOAc — WTA (@WTA) 20 Febbraio 2016

Congratulations to champion @SaraErrani and also to @BaraStrycova on a great week #ddftennis https://t.co/kRsZ9udpkC pic.twitter.com/snxerpNMzI

— TennisTV (@TennisTV) 20 Febbraio 2016

Momento d’oro del tennis femminile

Con questo titolo la Errani si riaffaccia alla grande sulla scena internazionale e contribuisce a dare sostanza al grande momento che sta vivendo il tennis femminile italiano. Ai 3 titoli Premier WTA conquistati dal tennis azzurro in tutti gli anni passati, se ne aggiungono 2 conquistati in 6 giorni, grazie alla vittoria di domenica scorsa di Roberta Vinci a San Pietroburgo e alla grande prova odierna di Dubai. Inoltre, nel momento in cui la Errani stava concludendo la finale emiratina, a Rio de Janeiro una vecchia conoscenza, Francesca Schiavone, era nel pieno della semifinale del torneo contro la croata Petra Martic. La leonessa ha regalato agli appassionati un’altra grande prova di forza, vincendo 6-3;6-3 e conquistando la finale n° 18 della sua carriera, a 3 anni di distanza da quella di Marrakech 2013, e in cui affronterà la vincente del match Cirstea-Rogers.

Comprehensive performance as @Schiavone_Fra makes the @RioOpenOficial final https://t.co/kRsZ9udpkC pic.twitter.com/OWxL3dfL8v — TennisTV (@TennisTV) 20 Febbraio 2016

Tags:Dubai,errani,schiavone,Strycova,Vinci,wta Next post

Articolo piu recente.

Related Posts

Altri SportAttualitàBlogEventi e PersonaggiMondoNews from EarthSport & CuriositàSports

700 (+2) volte Venus Williams

Altri SportIl corriere Sportivo

Australian Open: Seppi a un soffio dall’impresa

Altri SportIl corriere Sportivo

Australian Open: super Seppi fa fuori Federer!

Altri SportIl corriere Sportivo

Australian Open: avanti Errani, Giorgi e Seppi


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :