Magazine Sport

Tennis: tutto pronto per il 10.000 $ – 7° Trofeo Ma-Bo

Creato il 26 giugno 2014 da Sportduepuntozero

tennisTutto pronto al Nord Tennis Sport Club di Torino per l’edizione 2014 degli Internazionali femminili di Torino (7° Trofeo Ma-Bo). Si tratta di un classico del movimento regionale e nazionale, ripreso nel 2008, dopo alcuni anni di interruzione e molto sentito e seguito anche nel periodo 1999-2003. Una rassegna che ha saputo lanciare grandi nomi del panorama internazionale e alla quale hanno preso parte giocatrici che stanno facendo la storia moderna del tennis, vedi la francese Marion Bartoli, in trionfo nel 2001 a Torino e sei anni più tardi finalista a Wimbledon, l’azzurra Flavia Pennetta, già top ten della classifica mondiale di singolare e già numero 1 del mondo in doppio. Ed ancora l’estone Kaia Kanepi, in trionfo al Nord Tennis e poi capace di essere tra le massime protagoniste prima a Parigi e poi a Wimbledon. In quanto a nomi la rassegna ha mantenuto anche negli ultimi anni le stesse caratteristiche. Basti dire che tra le iscritte 2008 c’era anche Jelena Dokic, già numero 4 Wta, tornata nel 2009 tra le top 100.

L’edizione che il circolo si appresta ad ospitare vedrà il tabellone di qualificazione partire il giorno 5. Due giornate di sfide per scegliere le 8 qualificate al main draw; via quindi al tabellone principale che si concluderà il giorno 12 luglio. Quattro le wild card e 2 gli special exempt. Le semifinali sono previste per venerdì 11 luglio, la finale sabato 12. L’acceptance list del 23 giugno, la prima ufficiale, vede quale stella del torneo, sia per capacità tecniche che per avvenenza, la massese Corinna Dentoni, classe 1989, attualmente numero 329 Wta ma con un best ranking di n° 132 del mondo nel 2009. La sua iscrizione al torneo torinese è con priorità 1, pertanto dovrebbe essere ai nastri di partenza.

Della contesa anche la campionessa uscente Claudia Giovine, attualmente numero 438 Wta ma in passato a ridosso delle migliori 200 giocatrici del ranking. Nel 2013 vinse il titolo in finale contro Federica Di Sarra, giocatrice dell’US Tennis Beinasco che anche nel 2014 sarà in gara. Da seguire con particolare interesse anche le giovani Alice Matteucci, già convocata ad inizio stagione in Fed Cup, ed Angelica Moratelli, classe 1994, che al Nord Tennis raggiunse la finale non ancora 18enne.

Per quanto concerne le straniere annunciate al via la francese Collombon, la colombiana Lizarazo, la slovacca Sramkova, altra tennista emergente (classe 1997) tesserata per l’US Tennis Beinasco, l’austriaca Konig, la ceca Stefkova, l’americana Ebree, la rumena Negreanu, l’australiana Peers e la dominicana Segarelli, già in campo lo scorso anno. La nota saliente del torneo 2014, peraltro in sintonia con la storia della rassegna, è il perfetto mix tra rappresentanti del tennis nostrano e figure emergenti di quello straniero.

<<La speranza – spiega il direttore del torneo Barbara Garbaccioè che ancora una volta il nostro evento si confermi in grado di lanciare qualche tennista tra le stelle del movimento. Ricordiamo che è sempre stato così e anche nel maschile tra i nomi iscritti nell’Albo d’oro del nostro torneo figura  un “certo” David Nalbandian. Un ringraziamento va ai nostri sponsor, Ma-Bo su tutti, che anche in un momento economico non eccezionale hanno deciso di contribuire fattivamente alla realizzazione della manifestazione>>.

Intanto, guardando al futuro, si parla di ristrutturazione del circolo e innalzamento del montepremi a 25.000 $: <<Stiamo pensando, anche con l’aiuto di sponsor pubblici e privati – ha dichiarato il presidente del Club, Luca Politiad una prossima ristrutturazione del centro e all’incremento del montepremi a 25.000 $. Questo nell’arco dei prossimi 2-3 anni, per dare ancora maggior immagine al centro e visibilità su scala nazionale alla rassegna>>. Anche il draw di qualificazione rispecchia le stesse caratteristiche di quello principale. L’ingresso ai campi del Nord Tennis, ubicato a Torino in corso Appio Claudio 116, sarà gratuito per l’intera durata della competizione.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog