Magazine Cinema

The Green Hornet

Creato il 29 gennaio 2011 da Valentinaariete @valentinaariete
The Green Hornet
Britt Reid (Seth Rogen) è un quasi trentenne scioperato e scansafatiche, che passa tutto il suo tempo tra feste, donne e motori, sperperando i soldi del padre James (un come al solito distintissimo Tom Wilkinson), magnate dell'editoria. Quando suo padre rimane misteriosamente ucciso, Britt ha un improvviso scatto d'orgoglio e decide di dare un senso alla sua vita: diventerà un supereroe. Con l'aiuto di Kato, prima addetto ai cappuccini della famiglia Reid ed ora genio dell'ingegneria meccanica nonché esperto di arti marziali, diventa il “calabrone verde” del titolo, supereroe mascherato e dotato di sofisticatissimi congegni tecnologici.Tutto sembra andare a gonfie vele, ma i due non hanno fatto i conti con il super-criminale della città: Chudnofsky (il mito vivente Christoph Waktz), capo di tutti i traffici illeciti di Los Angeles, è tanto spietato quanto folle. Ad aiutare il Calabrone Verde nella sua lotta contro il crimine, arriva anche la giornalista Casey (Cameron Diaz), esperta in psicologia criminale.

Dal programma radiofonico del 1936 ideato da George W. Trendle e Fran Striker, passando per la serie tv e i fumetti, il Calabrone Verde ha cambiato di nuovo forma ed è sbarcato al cinema. Nel passaggio tra i vari media ed epoche ha compiuto però una mutazione radicale: il film, scritto ed interpretato sa Seth Rogen, più che alla mitologia dei supereroi si rifà alla commedia demenziale pura, molto fisica, infantile e fracassona.Seth Rogen si ritaglia un personaggio che è suo al 100%: maschilista, cafone, inetto, presuntuoso e sempre pronto alla gag. Chi non è fan del comico americano storcerà il naso, anche perché qui i supereroi vengono trattati come fenomeni da baraccone. A frenare l'esuberanza di Rogen ci sono però Jay Chou, nel ruolo di Kato, l'elemento cool del duo, e il grandissimo Christoph Waltz, che, fresco di Oscar per il suo colonnello Landa nel capolavoro di Tarantino Bastardi senza gloria, dimostra che un attore degno di questo nome si trova a suo agio in qualsiasi ruolo. Sprecata invece Cameron Diaz: relegata a poche scene, il suo personaggio non viene sviluppato a dovere. Da segnalare il divertentissimo cammeo di James Franco ad inizio pellicola: dopo aver lavorato insieme a Rogen in Strafumati, i due tornano, anche se non nella stessa scena, a lavorare allo stesso film. La cosa che stupisce di più però è leggere il nome del regista sul poster del film: dietro la macchina da presa c'è Michel Gondry. Il geniale e romantico autore di perle come Se mi lasci ti cancello e Be kind rewind, qui si piega troppo alla produzione americana, mettendo da parte per un momento il suo stile unico ed originale e lasciandosi andare ad un film dall'alto budget ma dallo scarso contenuto.Nonostante tutto si ride e ci si diverte grazie alle gag continue, allo stile infantile e disimpegnato e alla leggerezza che permea l'intero film.Però l'arte del sogno a cui ci ha abituato Gondry è un'altra cosa.  The Green HornetSeth Rogen e Jay ChouLa citazione: "Ma niente calzamaglie!"Hearting/Cuorometro: ♥♥♥Pubblicato su Cinema4stelle.itTitolo originale: The Green HornetRegia: Michel GondryAnno: 2011Cast: Seth Rogen, Jay Chou, Christoph Waltz, Cameron Diaz, Tom Wilkinson, James Franco


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Green lantern: il trailer

    Green lantern: trailer

    poster pubblicitario di Green Lantern The MovieL'eroe DC Comics più amato del momento è sicuramente Lanterna Verde. L'opera di ristrutturazione compiuta... Leggere il seguito

    Da  Comixfactory
    CINEMA, CULTURA, FUMETTI
  • The Green hornet

    Green hornet

    Esce nelle sale il 28 gennaio The Green hornet, ultima opera del francese naturalizzato statunitense Michel Gondry. L’opera narra le rocambolesche gesta di Gree... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • The green hornet …che fu Bruce Lee

    green hornet …che Bruce

    Evidentemente siamo in periodo di supereroi senza super poteri. Dopo Kick Ass e Super è ora il momento di Green Hornet! E il film di Michel Gondry va a piazzars... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA
  • The Green Hornet

    Green Hornet

    C’era una volta Michel Gondry, visionario regista appassionato di effetti speciali fatti a mano, capace di tramutare in film prima le sue visioni (L’Arte del... Leggere il seguito

    Da  Jackragosa
    CINEMA, CULTURA
  • The green hornet

    green hornet

    di Michel Gondry The Green Hornet (dal serial radiofonico americano degli anni 30) è tanto lontano dal cliché del cavaliere oscuro afflitto da gravi travagli... Leggere il seguito

    Da  Veripaccheri
    CINEMA, CULTURA
  • the green hornet

    green hornet

    (Usa 2011) Mi piacerebbe poter dire che Michel Gondry, francese di Versailles, regista-artigiano geniale e innovativo, si è venduto alle lusinghe di Hollywood. Leggere il seguito

    Da  Albertogallo
    CINEMA, CULTURA
  • The Green Hornet

    Green Hornet

    Non saprei affermare con assoluta certezza se la mancata visione in 3D di questo nuovo film di Gondry, lavoro evidentemente su commissione e passato quasi in... Leggere il seguito

    Da  Sostiene Pereira...
    CINEMA, CULTURA