Magazine Cultura

Top Ten 2010 — Elena Orlandi

Creato il 31 marzo 2011 da Lospaziobianco.it @lospaziobianco

ELENA ORLANDI
LoSpa­zio­Bianco

 

Top Ten 2010 — Elena Orlandi> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" height="300" width="212" alt="Top Ten 2010 Elena Orlandi >> LoSpazioBianco" class="alignleft size-medium wp-image-28013" />1) La vera sto­ria di Lara Canepa di Gia­como Nanni (Coco­nino Press–Fan­dango)
Per l’originalità sti­li­stica e per l’intelligenza che tra­suda da ogni pagina e dalla sto­ria tutta, per la capa­cità di chiu­dere il cer­chio in maniera asso­lu­ta­mente inaspettata.

2) Cin­que­mila chi­lo­me­tri al secondo di Manuele Fior (Coco­nino Press-Fandango)
Per l’impagabile qua­lità del dise­gno, per l’uso ipno­tico del colore, per l’impeccabile qua­lità tec­nica dell’acquarello.

3) Nes­suno mi farà del male da Nes­suno mi farà del male di Gia­como Monti (Cani­cola)
Per la lim­pida accu­ra­tezza del dise­gno, per la per­fetta sin­tesi del rac­conto, per l’assurda rea­li­sti­cità del surreale.

4) Bar­cazza di Fran­ce­sco Cat­tani (Cani­cola)
Per il dise­gno insieme rea­li­stico ed evo­ca­tivo, per l’efficace crea­zione di un’atmosfera ten­siva, per l’indagine psicologica.

5) Gari­baldi di Tuono Pet­ti­nato (Riz­zoli Lizard)
Per l’umorismo per­va­sivo, l’accuratezza lin­gui­stica e la pro­fon­dità di docu­men­ta­zione storica.

Top Ten 2010 — Elena Orlandi> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" height="300" width="213" alt="Top Ten 2010 Elena Orlandi >> LoSpazioBianco" class="alignright size-full wp-image-28014" />6) Le ragazze nello stu­dio di Munari di Ales­san­dro Baron­ciani (Black Vel­vet)
Per la capa­cità di amal­ga­mare cita­zioni cul­tu­rali, spe­ri­men­ta­zione e fre­schezza narrativa.

7) Yeti di Ales­san­dro Tota (Coco­nino Press-Fandango)
Per la riu­scita rie­la­bo­ra­zione attra­verso ele­menti sim­bo­lici di una delle dina­mi­che più attuali e meno rap­pre­sen­tate della con­tem­po­ra­neità: l’immigrazione.

8) L’inverno d’Italia di Davide Tof­folo (Coco­nino Press-Fandango)
Per la denun­cia di una delle più gravi colpe dello Stato ita­liano, per lo più sco­no­sciuta e tut­tora com­ple­ta­mente rimossa: la depor­ta­zione e lo ster­mi­nio in campi di con­cen­tra­mento ita­liani di migliaia di cit­ta­dini sloveni.

9) Qua­derni ucraini di Igort (Mon­da­dori)
Per la per­fetta fusione di repor­tage, nar­ra­zione toc­cante e sapienza artistica.

10) Dia­rio di un addio di Piero Scar­nera (Comma 22)
Per l’affilata inda­gine auto­bio­gra­fica e la corag­giosa testi­mo­nianza etica sul valore della vita.

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :