Magazine Cultura

Torna l’Alligatore e il noir mediterraneo diventa graphic novel

Creato il 27 maggio 2011 da Lospaziobianco.it @lospaziobianco
Comunicato stampa

Torna l’Alligatore e il noir mediterraneo diventa graphic novel> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" height="340" width="242" alt="Torna lAlligatore e il noir mediterraneo diventa graphic novel >> LoSpazioBianco" class="alignright size-full wp-image-29985" />TORNA IN SCENA L’ALLIGATORE E IL NOIR MEDITERRANEO DIVENTA GRAPHIC NOVEL

Esce il primo noir mediterraneo creato direttamente per la scrittura visiva del graphic novel. Massimo Carlotto e Igort raccontano con parole e disegni: l’Alligatore, detective senza licenza, indaga tra Cagliari e Parigi su una donna scomparsa. Una storia di riciclaggio e affari sporchi, il ritratto di un’Italia corrotta dietro la facciata perbene. Con due diverse copertine di Igort

ALLIGATORE: DIMMI CHE NON VUOI MORIRE
di Massimo Carlotto e Igort
NUMERO DI PAGINE: 160, bicromia
COLLANA: Coconino Cult
FORMATO: 17 x 24
PREZZO: 17,50 euro
USCITA: Maggio 2011
ISBN: 9788876181092

Torna in scena l’Alligatore. E ora il detective privato, protagonista della serie di romanzi bestseller di Massimo Carlotto, ha anche un volto: glielo donano le matite e le atmosfere cinematografiche di Igort. Nel graphic novel “Dimmi che non vuoi morire” i due autori raccontano una storia di corruzione, tradimenti e affari sporchi. Un libro duro, violento, contemporaneo: il noir mediterraneo tradotto per la prima volta nel linguaggio visivo del fumetto. È il nuovo capitolo della saga di Marco Buratti detto l’Alligatore, investigatore senza licenza ed ex detenuto per un’ingiusta accusa di terrorismo. Qui il protagonista si trova a seguire le tracce di una cantante scomparsa. Bella, affascinante, sosia perfetta di una star degli anni Sessanta. Una donna in fuga in una vicenda intricata che si snoda tra Cagliari, Parigi e il profondo Nordest, dove niente è come appare: lo scopriranno l’Alligatore e i suoi due soci, il malavitoso “all’antica” Beniamino Rossini e Max La Memoria, ex esponente dei collettivi di estrema sinistra ed esperto di controinformazione.

Con il ritmo della scrittura e con il segno dinamico di Igort “Dimmi che non vuoi morire” racconta una storia italiana dei nostri giorni. Una trama che rielabora elementi dell’ hard boiled per parlare di quella borghesia che si arricchisce illegalmente con la corruzione, il riciclaggio, le tangenti: scandali che sono ormai notizie quotidiane.Una trasferta a Parigi, durante la storia, porta poi l’Alligatore a confrontarsi con un gruppo di ex terroristi esuli, tanto cinici e disincantati quanto lui resta “puro” e idealista.

Torna l’Alligatore e il noir mediterraneo diventa graphic novel> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" />> LoSpazioBianco" height="314" width="223" alt="Torna lAlligatore e il noir mediterraneo diventa graphic novel >> LoSpazioBianco" class="alignleft size-full wp-image-29987" />Il graphic novel è lo sviluppo naturale dei romanzi di Carlotto: come nei libri di Jean Claude Izzo, il noir d’ambiente e di sapore mediterraneo arriva ad alzare il velo sulle verità scomode che oggi la cronaca non sa o non può dire. L’arte di Igort, con le atmosfere della bicromia, dona al racconto un respiro ampio fatto di pause, attese e silenzi che si alternano alle scene d’azione, e di contrasti tra le atmosfere notturne e la luce di Cagliari. A parole e immagini fa da sottofondo una colonna sonora malinconica, nel segno della nota canzone scritta da Vasco Rossi e interpretata da Patty Pravo che dà il titolo al libro.

Già vincitore del Premio per il noir dell’anno al Festival di Treviso, “Dimmi che non vuoi morire” esce con due diverse copertine e in una nuova edizione arricchita e integrale, che presenta oltre alla storia principale le immagini di “Ghost”, una serie di nuovi disegni di Igort e una postfazione di Massimo Carlotto.

GLI AUTORI

Massimo Carlotto (Padova, 1956) è autore di una fortunata serie di sei romanzi noir, altrettanti bestseller tradotti in più lingue, che vedono protagonista il detective privato soprannominato l’Alligatore. Scrittore, sceneggiatore e drammaturgo, è considerato il principale esponente del noir mediterraneo e indaga attraverso il romanzo i lati oscuri della cronaca contemporanea, dai crimini finanziari alle ecomafie. Il suo sito web è www.massimocarlotto.it.

Igort, al secolo Igor Tuveri, è nato a Cagliari ed è uno dei più importanti autori di fumetti della scena internazionale. Scrive e disegna dal 1979 sulle più prestigiose testate italiane e straniere (tra le tante Alter, Linus, Frigidaire, Metal Hurlant, Morning, The Face). Insieme a Carlo Barbieri ha ideato il progetto della casa editrice Coconino Press. Tra i suoi ultimi lavori “La ballata di Hambone” (con Leila Marzocchi) e la rilettura per immagini degli scritti e delle atmosfere di Raymond Chandler nell’antologia di lettere “Parola di Chandler” (con la traduzione di Sandro Veronesi). Il suo sito web è www.igort.com.

www.coconinopress.com
www.fandango.it


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Torna di moda l'InterRail

    Torna moda l'InterRail

    L'InterRail, la mitica forma di viaggiare in treno, comune a tanti giovani europei, in quanto alla portata di tutte le tasche, potrebbe rappresentare una... Leggere il seguito

    Da  Marcopertutti
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Torna a casa Lassini

    Torna casa Lassini

    C’è senza alcun dubbio un errore giudiziario nella vita di Roberto Lassini. Un errore che lo avrebbe incitato a servire entusiasticamente la linea di Silvio fin... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Torna a casa, Scajola

    Torna casa, Scajola

    Ok, il prezzo è giustoPare che l’ex ministro Scajola sia tornato nell’appartamento con vista Colosseo che gli è costata la poltrona. Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Wikio, si torna in sella!

    Wikio, torna sella!

    E non parlo a caso di galoppate, visto che è imminente (il 10, martedì) l'uscita del mio romanzo nel quale è evocata Anita Garibaldi (nella foto, il monumento... Leggere il seguito

    Da  Rita Charbonnier
    ARTE, CULTURA, MUSICA
  • “Tutto torna” – Giulia Carcasi

    “Tutto torna” Giulia Carcasi

    Diego è metodico, disciplinato, serio. È un docente universitario di quelli che gli studenti definiscono stronzi. Per lui il tempo si limita ad essere scandito... Leggere il seguito

    Da  Temperamente
    CULTURA
  • “Tutto torna” – Giulia Carcasi

    “Tutto torna” Giulia Carcasi

    Con un protagonista occupato nella stesura di un dizionario le potenzialità narrative sarebbero notevoli. Un protagonista in costante asincronia con il tempo... Leggere il seguito

    Da  Temperamente
    CULTURA
  • Vallanzasca torna in carcere

    Vallanzasca torna carcere

    Trasgredisce per amore di una pr . E Vallanzasca torna in carcere Era con l’amica cinquantenne e non al lavoro. Detenuto a Bollate, usciva dal marzo 2010... Leggere il seguito

    Da  Maurizio Lorenzi
    CULTURA