Magazine Arte

Trani:San Nicola Pellegrino

Creato il 10 luglio 2010 da Rimmel

La Puglia è una terra di conquista e di dominazioni; ricca di palazzi nobiliari, di basiliche, borghi, piazze, di simboli di potere e luoghi del vivere civile. Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino Oggi, vogliamo consigliare una vista alla Cattedrale di Trani (conosciuta anche come Duomo di Trani e, talvolta, come Cattedrale di San Nicola Pellegrino) la cattredrale più prestigiosa della città pugliese. Si tratta di uno splendido esempio di architettura romanica. La sua costruzione è legata alle vicende di San Nicola Pellegrino, svoltesi durante l’epoca della dominazione normanna. La tripartizione in navate nella parte principale dell’edificio è data da colonne binate, che sorreggono i rispettivi matronei. Le due navate laterali sono ricoperte da volte a crociera, mentre quella centrale ha delle capriate in vista. La parte posteriore della chiesa, quella del transetto, forma uno spazio unico, anche se le tre absidi riprendono la tripartizione del corpo principale. Si distingue per una vistosa copertura a capriate simile a quella della navata centrale. Il carattere sobrio e quasi disadorno della cattedrale (un tempo molto più fastosa di oggi) è dovuto ai continui rifacimenti delle decorazioni (capitelli, volta, stucchi). Si pensi a quelli controproducenti nell’Ottocento e a quelli di riparo negli anni cinquanta e sessanta. In occasione di questi ultimi si scelse di conservare soprattutto gli elementi medievali per cancellare, laddove possibile, le aggiunte di epoche successive.   È appunto questo il caso, per esempio, della volta settecentesca del transetto, rimossa negli anni cinquanta per riportare il soffitto allo stato originale con capriate in vista. Nonostante i continui mutamenti nel corso dei secoli, conserva in parte il suo carattere originale la parte inferiore della chiesa, che costituisce una parte essenziale dell’insieme. Suddivisa in due unità (Cripta di San Nicola, che conserva le reliquie del santo e Cripta di Santa Maria, che risale alla costruzione precedente), la parte inferiore ricalca la pianta dell’edificio e si distingue per l’eleganza dei capitelli romanici. Tramite una scaletta è possibile accedere all’ipogeo di S. Leucio, scavato sotto il livello del mare e dotato di affreschi ormai in cattivo stato di conservazione.

Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino
Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino
Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino

Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino
Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino
Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino

Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino
Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino
Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino

Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino
Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino

Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino

Ok Arte vacanze – Trani:San Nicola Pellegrino

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazines