Magazine Italiani nel Mondo

Trasferirsi in russia: come e perché?

Creato il 15 giugno 2013 da Espatriatipercaso @EspatriatiXCaso
russia mosca

TRASFERIRSI IN RUSSIA: COME E PERCHÉ?

Quando si pensa a un cambiamento di vita netto, spesso si pianifica la vita in posti molto lontani da qui.

Del resto, sono sempre più le persone che vogliono scappare dall'Italia, per andare a cercare una nuova vita fuori dai confini nazionali.

La Russia rimane nell'immaginario collettivo uno dei posti preferiti e questo perché si tratta di un Paese talmente sconfinato che le opportunità di una nuova vita sono maggiori.

Città come San Pietroburgo e Mosca hanno un fascino di altri tempi e una connotazione storica che le rende delle mete molto ricercate, non solo dai turisti.

Per chi cerca lavoro in questa nuova terra, moltissime sono le opportunità: consigliamo, tuttavia, di partire con un contatto di lavoro già in tasca, trovato magari attraverso uno dei tanti siti che offrono questo tipo di servizio, ossia la ricerca di lavoro all'estero.

{loadposition quadrato}

C'è, tuttavia, da dire che attraverso questi canali le selezioni sono un po' più dure, mentre se ci si reca in loco a cercare lavoro, magari si trova anche qualcosa per la quale non vengono richieste numerose qualifiche.

Vivere in Russia ha, comunque, i suoi vantaggi: il costo della vita può essere, in alcune zone del Paese, molto inferiore rispetto a quello italiano, così come il costo degli affitti.

Per trasferirsi in Russia c'è, ovviamente, bisogno di un visto e di un'assicurazione medica privata con visita obbligatoria per tutti i cittadini provenienti dall'area Schengen e quindi anche per noi italiani.

Trattandosi di un cambio netto, si consiglia di pensarci bene e di scegliere con dovizia la città nella quale ci si vuole trasferire, anche perché alcune zone del Paese sono molto poco sviluppate e povere e, quindi, viverci bene sarebbe quasi impossibile.

Per tutti coloro che vogliono andare a vivere in Russia ricordiamo, inoltre, che l'alfabeto è diverso da quello a cui siamo abituati e che è bene imparare al più presto il russo, soprattutto se non si va nelle grandi città dove un po' di inglese viene masticato.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog