Magazine Sport

Tuffi: Maria Marconi cerca il bis agli Assoluti di Torino

Creato il 31 marzo 2014 da Sportduepuntozero

tuffi - maria elisabetta marconiNel 2013 è stata la regina indiscussa dei Campionati Italiani Assoluti indoor di tuffi e anche per l’edizione alle porte ha in serbo qualche sorpresa. Alla piscina Monumentale di Torino Maria Marconi salirà sul trampolino per le due gare individuali e per il sincro, in coppia con Elena Bertocchi: lo stesso programma che l’anno scorso le consegnò tre medaglie d’oro. “La forma fisica è buona anche se non ottima” afferma l’azzurra di Roma, “ma mentalmente mi sento al cento per cento e in questo sport la testa è l’aspetto principale, soprattutto ad alti livelli”. Il top della condizione arriverà ad agosto per gli Europei di Berlino; intanto Maria si schermisce: “Voglio gareggiare bene, poi vedremo se riuscirò a salire sul podio. Tornata dalle World Series, nell’ultima settimana mi sono allenata con più tranquillità; spero di essere in forma per giocarmela alla pari con le altre”. I Campionati vivranno anche all’insegna della sfida con Tania Cagnotto: “Ho riscoperto il piacere di competere tra le più forti, credo che mi divertirò e darò il massimo anche per far divertire il pubblico”.

Con il quale si è instaurato un feeling particolare, dopo parecchi anni di gare alla Monumentale tra manifestazioni nazionali e internazionali. “A Torino ho molti ricordi piacevoli” racconta la campionessa delle Fiamme Gialle, “qui i tuffi si sono legati alla perfezione con la gente. Il pubblico è sempre numeroso e competente, conosce gli atleti, si entusiasma e regala grande carica ed emozione”. Proprio nel capoluogo piemontese Maria Marconi conquistò al Quattro Nazioni del 2012 una medaglia speciale: “Quel titolo rappresentò una svolta nella mia carriera. Vincere al rientro su un palcoscenico importante dopo diversi mesi di stop per infortunio mi diede grande forza e motivazione e mi face riscoprire il piacere di gareggiare”.

Agli Assoluti, Maria arriverà come sempre con tutta la sua famiglia di tuffatori: il fratello Tommaso, quello “acquisito” Tommaso Rinaldi e il cugino Michele Benedetti. “Mi alleno con loro da sempre e siamo un gruppo anche al di là degli allenamenti in piscina” spiega, “ci conosciamo a 360 gradi e questo mi aiuta nell’affrontare la mia disciplina; sanno sempre come consigliarmi e quali lati del mio carattere andare a toccare”.

E se per i primi mesi del 2014, che a Trieste le hanno già regalato il titolo nazionale di categoria dal metro, Maria Marconi si dichiara abbastanza soddisfatta, “dopo qualche quarto posto di troppo il sogno della stagione è salire sul podio continentale a Berlino”. “E per il futuro lontano” conclude la campionessa azzurra “mi piacerebbe rimanere nel mondo dei tuffi come allenatrice. Seguo già un gruppo di ragazzi nella parte di preparazione atletica; sono molto esigente ma credo che con i miei consigli possano migliorare e chissà, forse arrivare dove sono arrivata io”.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog