Magazine Cucina

Tutelare le proprie ricette è possibile

Da Alessandratioli
Tutelare le proprie ricette è possibile
Una importante sentenza getta le basi per la tutela delle proprie ricette, di quelle dellemamme e delle nonne. L'argomento viene trattato dall'avvocato Andrea Iurato su laleggepertutti.it
Ricette di cucina artigianali: si tutelano col diritto d’autore
Riconosciuta la tutela del diritto d’autore sulle ricette di cucina, anche se basate su formule tradizionali note al pubblico, purché contengano un minimo di originalità introdotta dall’autore.   Cuoche e massaie gelose delle proprie ricette: non dovete più nascondere il vostro “know-how” in un segreto libro di cucina dietro lo scaffale della libreria. Per la vostra felicità, una recente sentenza ha stabilito che tutte le vostre invenzioni culinarie sono già di per sé tutelate – per loro stessa natura – niente poco di meno che dal copyright.   Le ricette sulla preparazione di alimenti infatti sono protette dal diritto d’autore anche se si basano su formule tradizionali pubblicamente note. L’importante è che l’autore abbia introdotto una minima originalità anche nella semplice narrazione della preparazione.   Lo ha stabilito di recente il Tribunale di Milano  in una causa sorta tra un appassionato di salumi, che aveva pubblicato sul proprio sito internet delle ricette da lui stesso elaborate, e l’autrice di un libro di cucina che aveva copiato interamente alcune di esse.   La sentenza è importante poiché il Tribunale ha affermato che nonostante le ricette riprendessero ingredienti e metodi di preparazione tradizionali e pubblicamente noti, l’autore del sito internet aveva svolto un’attività personale di ricerca e selezione delle ricette tradizionali e utilizzato un linguaggio e un’esposizione che avevano arrecato un contributo, pur minimo, di originalità.   A causa di questo minimo apporto personale da parte dell’autore, le ricette pubblicate sul sito erano soggette al diritto d’autore, quindi non avrebbero dovuto essere pubblicate da terzi (nella specie l’autrice del libro) senza il previo consenso dell’autore.   Il Tribunale ha quindi ordinato l’immediato ritiro del libro e disposto il risarcimento del danno in favore dell’autore originario delle ricette.   C’è da dire che il diritto d’autore sorge per il solo fatto di aver creato l’opera, senza bisogno che vi sia necessità di registrazioni alla SIAE o di contratti di edizione con una casa editrice. L’unica necessità è quella di dimostrare, in un eventuale contenzioso con usurpatori, l’anteriorità della propria creazione. A riguardo, può interessare leggere un precedente articolo: “Diritto d’autore: proteggere le proprie opere artistiche dal plagio e dalle violazioni” . 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines