Magazine Società

Tutte le donnette del Presidente

Creato il 19 gennaio 2011 da Naimasco78

L’ultima volta che sono andata a Londra è stato a febbraio dell’anno scorso, per il mio compleanno. Sulla metropolitana si trovano sempre dei free press e attendendo l’arrivo della mia fermata mi sono messa a sfogliarne uno. Non volevo credere ai miei occhi. A pagina cinque trovo una foto che ritrae il nostro Premier in tutta la sua tronfiaggine accanto ad un articolo intitolato “Silvio’s babies”.

“Ci risiamo”, ho pensato, “ora mi toccherà di nuovo mentire sulle mie origini e fingere un posticcio accento spagnolo quando qualcuno mi chiederà da dove vengo.” Del resto non avevo molta scelta: non potevo spacciarmi per londinese in quanto ho dei tratti tipicamente mediterranei; quindi, siccome ho il naso piccolo e non so parlare greco moderno, non mi restava che simulare una parentela con i cugini iberici. Senza troppi dispiaceri tra l’altro: loro avevano Zapatero, io avevo Silvio. Tutto grasso che cola.

Tutte le donnette del Presidente
Stessa situazione, sei anni prima: mentre ero a Boston in seguito alla vincita di una borsa di studio, mi sono sentita chiedere più volte: “Why him?” “Da che pulpito”, pensavo io, “da un Paese che si ostina ad eleggere ogni prodotto della famiglia Bush gli venga proposto non accetto critiche”. Fui costretta ad accettarle invece, perchè ero in uno stato democratico e di Bush non ne volevano sapere; se avessero potuto, lo avrebbero lapidato in Copley Place. “Berlusconi non è un politico”, mi dicevano, “is a business man”: ma come, Ronald Reagan faceva l’attore e ha ottenuto due mandati?! Ma avevano di nuovo ragione loro, gli americani: è vero, Reagan prima di essere eletto Presidente degli Stati Uniti faceva l’attore, ma la sua fedina penale non era certo discutibile come quella di Berlusconi, che hai tempi della “discesa in campo” post Tangentopoli, nel 1994, poteva già vantare una rosa di procedimenti giudiziari quali: falsa testimonianza sull’appartenenza alla loggia massonica P2, conflitto di interessi, falso in bilancio, corruzione giudiziaria, riciclaggio di denaro sporco, tangenti, frode fiscale, appartenenza a organizzazioni di stampo mafioso, appropriazione indebita, traffico di droga, concorso in strage.

Tutte le donnette del Presidente

la prima pagina del NYT e, in basso a destra, l'articolo su Berlusconi

E adesso vi spiego perchè ho fatto tutta questa premessa: perchè leggendo l’articolo pubblicato dal New York Times secondo il quale il sistema Berlusconi non è altro che “un sordido mondo di orge e ricatti” e dove vengono raccontati i festini, le prestazioni a pagamento, le intercettazioni telefoniche, ecc…sento di nuovo questo impeto che mi porta a vergognarmi della mia nazionalità. Noi, che abbiamo leggi che portano il nome di Porcellum, derisi e umiliati da un quotidiano che trova sconveniente che all’interno di un proprio articolo venga utilizzata la parola “culo”. Adesso è veramente troppo: dopo il Bunga Bunga, il Papi di Noemi Letizia, le telefonate in questura,  saltano fuori anche le ragazze vestite a tema? Veronica Lario, l’oracolo dei tempi odierni, l’aveva dichiarato già a suo tempo, quando decise di divorziare: “Mio marito è malato, frequenta ragazzine, deve essere curato”. Perchè nessuno l’ha presa in considerazione?

Comunque,  nonostante le accuse diventino sempre più gravi con il passare dei giorni e vengano alla luce quotidianamente prove sempre più schiaccianti sulla veridicità dei reati a lui attribuiti, il governo Berlusconi continua ad avere più del 50% dei consensi. Ognuno ha quel che si merita, d’accordo; auguro quindi a tutti coloro che lo votano, come mi ha saggiamentre suggerito ieri una mia amica, di avere solo figli maschi gay e di sinistra e figlie femmine prostitute e di sinistra. Occhio per occhio, dente per dente.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Mi consenta, presidente operaio

    Poi un giorno mi spiegheranno, queste persone ricche da far paura, la mania che hanno di proporre improbabili accostamenti. Che so, il presidente operaio anzich... Leggere il seguito

    Da  Fabio1983
    SOCIETÀ
  • Forse non sono tutte minchiate

    Mori indagato per concorso esterno in associazione mafiosa.Spatuzza che riconosce (ma con qualche inesattezza e dubbio, dice il procuratore Lari) un... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Un presidente pasticcione

    presidente pasticcione

    Cosa distingue Mussoloni dagli altri premier mondiali? “Gli altri non si fanno beccare.” Per sapere tutto del caso Ruby: Coi piedi di piombo - Nonni d'Egitto -... Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    SOCIETÀ
  • Il presidente cinese a Nizza!

    presidente cinese Nizza!

    “VOGLIO VEDERE LA COTE D'AZUR”, aveva detto Hu Jintao, e Sarko lo ha accontentato. Certo, Nizza non è una Città Proibita. Anzi, è aperta a tutti e più gente... Leggere il seguito

    Da  Dragor
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Gli attributi del Presidente

    attributi Presidente

    Inizialmente avrei voluto intitolare il post "I coglioni del presidente", ma negli ultimi tempi ho ceduto un po' troppo alla volgarità e quindi ho deciso di aut... Leggere il seguito

    Da  Mcg
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Il presidente del coniglio

    Durante il discorso di Di Pietro, Berlusconi preferisce uscire dall'aula. E con lui i suoi seguaci. Bell'esempio di democrazia e tolleranza. Scappa scappa... Leggere il seguito

    Da  Flyguyit
    SOCIETÀ
  • Liborio Furco presidente Gal Elimos

    Suo vice è il sindaco di Calatafimi30-12-10 | TURISMO | Sicilia | Con una nuova riunione del Cda, sono state attribuite le cariche amministrative del Gal Elimos... Leggere il seguito

    Da  Diarioelettorale
    SOCIETÀ