Magazine Astronomia

Un asteroide minaccia la Terra? Lo colpiamo con le paintball!

Creato il 27 ottobre 2012 da Aliveuniverse @_AliveUniverse

 Asteroide Apophis

Credit: ESA

Nel caso in cui un grande asteroide sia diretto verso Terra, il colore può fare la differenza!

Un asteroide chiaro rifletterebbe la luce solare e il crepitio di fotoni sulla sua superficie, a lungo andare, potrebbe creare una forza sufficiente a spingerlo fuori traiettoria di collisione.

E quindi come potrebbe essere incoraggiata una tale deviazione? Secondo Sung Wook Paek, un laureato del Department of Aeronautics and Astronautics del MIT (Massachusetts Institute of Technology), con un lancio spaziale di paintball!

Paek sostiene che, se le palline di polvere chiara venissero lanciate al momento giusto, in due step, sia la parte anteriore che posteriore dell'asteroide verrebbe verniciata, aumentandone il suo potere riflettente o albedo. Il resto, lo farebbero i fotoni.

La stravagante strategia ha vinto la competizione 2012 Move an Asteroid Technical Paper sponsorizzata dal Space Generation Advisory Council delle Nazioni Unite, che sollecita i giovani a trovare soluzioni creative per i problemi connessi allo spazio. Paek ha anche presentato i risultati del suo studio al Congresso Astronautico a Napoli, proprio questo mese.

In particolare quest'anno le Nazioni Unite hanno concentrato la loro attenzione sulle proposte innovative per deviare in modo sicuro un oggetto vicino alla Terra.

Proiettili, bombe nucleari, trattori gravitazionali, la proposta di Paek e senza dubbio una pacifica ed esotica soluzione.
La nuvola di polvere con l'aggiunta di colorante sfrutterebbe la pressione della radiazione solare Questa forza esercitata sugli oggetti dai fotoni del Sole non è sconosciuta, ad esempio agisce sui satelliti geostazionari deviandone l'orbita.

Source: http://youtu.be/auSr_aO_gRo

Nella sua dimostrazione Paek ha utilizzato l'asteroide Apophis che, in base alle osservazioni astronomiche, dovrebbe avvicinarsi alla Terra nel 2029 e poi nel 2036. Ci vorrebbero 5 tonnellate di vernice per ricoprirlo completamente con uno strato di 5 micrometri di pittura. Ad operazione effettuata, secondo i calcoli di Paek, ci vorrebbero poi circa 20 anni affinchè l'effetto cumulativo della radiazione solare si faccia sentire tanto da deviare l'orbita dell'asteroide. Inoltre, Paek suggerisce che la soluzione migliore sarebbe approntare le paintball direttamente in orbita, ad esempio a bordo della ISS, poichè un lancio da Terra con sistemi tradizionali, potrebbe danneggiarle.

Paek fa notare inoltre, che questo schema operativo può essere utilizzato anche con altre sostanze, ad esempio con una sorta di aerosol in grado di generare un attrito maggiore, oppure il fatto di pitturare semplicemente un corpo, lo renderebbe più chiaro e quindi facilmente visibile da Terra.

Lindley Johnson, direttore del programma Near Earth Objects Observation della NASA, definisce la soluzione proposta da Paek è una "variante innovativa": "è molto importante sviluppare e testare un paio di tecniche di deviazione, in modo da avere una soluzione a portata di mano per quando inevitabilmente si scopre che un asteroide sta per impattare con la Terra".


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :