Magazine Cultura

Un cielo chimico nel Gargano

Creato il 30 ottobre 2013 da Mikdarko
Il Gargano, è notoriamente un'area naturalistica, senza alcuna presenza di insediamenti industriali. Questa foto è stata scattata poco fa nel cielo di Mattinata, ormai sempre più soffocato da una coltre chimica nebulizzata da attività militari. In quel momento non erano segnalati transiti di aerei di linea, che comunque, volano a non meno di 30 mila piedi. 

Un cielo chimico nel Gargano

 Mattinata (30 ottobre 2013): scie chimiche!

Le persone si ammalano e muoiono improvvisamente. Recentemente ho perso un caro amico. Era uno sportivo, una persona sana nel fisico e nella mente. Aveva 50 anni. Era in perfette condizioni di salute fino a poco tempo fa! Poi gli hanno diagnosticato un cancro ai polmoni. Ora, non c'è più. A Mattinata, in particolare, come hanno rilevato tempo addietro i medici di base e i pediatri sono molto diffuse inspiegabili patologie respiratorie con esiti fatali. Ne ho parlato con quattro specialisti universitari, ma nessuno di loro mi ha dato una spiegazione plausibile. Un mistero? 
Certo, non è stato condotto uno studio epidemiologico e nemmeno uno screening sulla popolazione, ma in ogni caso il fenomeno è diffuso da un circa un decennio anche in altri paesi della Montagna del sole: Vieste, Peschici, Vico del Gargano, Rodi, San Marco in Lamis, San Giovanni Rotondo, Rignano Garganico, Ischitella, Carpino, Monte Sant'Angelo, Cagnano Varano e Sannicandro. Sarà un caso, i primi sintomi di avvelenamento sono emersi con il manifestarsi delle scie chimiche rilasciate da velivoli sotto controllo Nato.
di Gianni Lannes Fonte: http://sulatestagiannilannes.blogspot.it

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Vico del Gargano: teatro per bambini

    Vico Gargano: teatro bambini

    Prosegue la stagione estiva di Vico del Gargano, organizzata dal Comune di Vico del Gargano in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Leggere il seguito

    Da  Francesco Pellegrino
    CULTURA, INFORMAZIONE REGIONALE, PALCOSCENICO
  • Un commesso

    Non vivo per il lavoro. Non vivo per il mio lavoro, precisamente. Il fai da tè, che sebbene un lavoro sia non è salariato, mi è cagione di ben maggiori... Leggere il seguito

    Da  Nubifragi82
    CULTURA, TALENTI
  • Un bacio

    bacio

    "L'arte fa nascere le idee, non le riproduce. Questo vuol dire che un'opera d'arte vera nasce intuitivamente senza una ragione conosciuta prima, perché... Leggere il seguito

    Da  Eneadiomede
    CULTURA
  • Un capolavoro

    capolavoro

    Della mia vita voglio farne un capolavoro...ogni minuto voglio stare sveglio nel mio cuore....ogni minuto devo volare con i sentimenti...ogni emozione devo... Leggere il seguito

    Da  Daniele
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Un bambino

    bambino

    Pubblicità Questo spazio permette al sito di continuare ad offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti! La fiaba Mercoledì 05 Febbraio 2014 18:14... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • Un baffo

    baffo

    LA ZANZARA DELLE CAVERNE.  Fammi barba e shampoo, Foresto. I capelli li aggiusti con un po’ di pulizia alla nuca e agli orecchi. Tirami a lucido, stasera vado... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA