Magazine Cultura

Un’impresa per Renzi

Creato il 13 agosto 2014 da Libera E Forte @liberaeforte

co-workers-makers-i-protagonisti-della-terza-rivoluzione-industriale

È stata accolta con favore la notizia che la Bank of China, la Banca Centrale cinese, ha iniziato a comprare azioni di grandi imprese italiane come Fiat, Generali, Eni ed Enel. Ma va subito precisato che da un anno la stessa Banca sta comprando azioni anche in altri paesi e per quantitativi ben maggiori. Il motivo? La decisione di non comprare più i “pericolosi” Treasury Bonds degli Stati Uniti. Nel maggio 2013 la Cina ne possedeva per $1.297 miliardi, nel novembre 2013 giunse all’importo massimo storico di $1.317 miliardi e nel maggio 2014 l’importo si è ridotto a $1.271. Quindi non solo non ne ha comprati più, ma ha iniziato a venderli. Perché sono ritenuti “pericolosi”? Il dollaro e il debito pubblico Usa, prima o poi, entreranno in crisi.

Quindi non consoliamoci con l’aglietto della Cina interessata alle azioni italiane, ma non ai nostri titoli di Stato, perché in fatto di debito pubblico l’Italia sta peggio degli Stati Uniti. Come uscire dalla stagnazione dell’economia italiana che dura ormai da circa 15 anni? La vera riforma, madre di tutte le altre riforme, è la rottamazione della cultura anti-impresa, che domina in Italia da almeno 50 anni e che rappresenta la vera causa della nostra grave crisi politica, economica e morale.

 Tre esempi valgano per tutti: la gestione dell’Alitalia da parte della sua vera proprietaria sin dagli anni 60 (la DC) e la gestione del Monte de’ Paschi di Siena e delle Cooperative rosse da parte del loro vero proprietario sin dagli anni 50 (il PCI). La politica economica è stata per decenni in mano a questi due partiti (e ai poteri forti che li sostenevano dietro le quinte), con la conseguenza di aver creato una devastante cultura anti-impresa privata (soprattutto piccola e media), che Berlusconi non poteva scalfire, avendo lui stesso tratto grandi vantaggi dall’incestuoso connubio tra politica ed economia, che Craxi – prima di lui – si guardò bene dall’eliminare.

 Pertanto l’Italia ha bisogno di una nuova classe politica, che abbia il consenso e il coraggio di rottamare quella cultura anti-impresa, che impedisce ai piccoli e medi imprenditori privati di creare lavoro e sviluppo, in un clima dove l’incompetenza e la corruzione non siano più tanto diffusi come lo sono stati sin dai tempi dei vecchi governi di centro-sinistra. È un paradosso che oggi vi sia chi ha nostalgia di quei governi, davanti ai pessimi risultati dei vari Berlusconi, Prodi e successori, perché non si capisce che questi pessimi risultati sono la naturale conseguenza di quanto “seminato” dagli anni 60 in poi. Anche Renzi verrà rottamato per non aver capito questa semplice verità.

Giovanni Palladino


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Sul minimanifesto di Matteo Renzi

    minimanifesto Matteo Renzi

    di Michele Marsonet. Prendendo spunto dalla riedizione di un noto libro di Norberto Bobbio uscito vent’anni fa, “Destra e Sinistra”, Matteo Renzi ha pubblicato... Leggere il seguito

    Da  Rosebudgiornalismo
    ATTUALITÀ, CULTURA, SOCIETÀ
  • Ciclone Renzi, Milano trema

    Ciclone Renzi, Milano trema

    di Giuseppe Leuzzi. È stata una sorpresa, un’insonnia, una crisi di panico, seppure da navigati gentlemen: che ci sia ora in Italia un governo che governa? Leggere il seguito

    Da  Rosebudgiornalismo
    ATTUALITÀ, CULTURA, SOCIETÀ
  • La mafia romana sbugiarda Renzi.

    mafia romana sbugiarda Renzi.

    Renzi è un dilettante della politica nonostante faccia il politico da vent'anni, perché la politica non si riduce al Parlamento e agli stipendi altissimi e... Leggere il seguito

    Da  Lorenzo Zuppini
    CULTURA, SOCIETÀ
  • L'unica chance di Renzi

    Qualche osservazione tecnica, da non renziana. Il quasi-ex-sindaco di Firenze/segretario-del-Pd/quasi-premier ha una sola possibilità per non giocarsi questa... Leggere il seguito

    Da  Animabella
    SOCIETÀ
  • Nicodemo, Renzi e la comunicazione….

    Nicodemo, Renzi comunicazione….

    Francesco Nicodemo, 36 anni, è il nuovo responsabile comunicazione della Segreteria Renzi. Nelle ultime settimane ha chiarito in tutti i modi la non volontà... Leggere il seguito

    Da  Candidonews
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Renzi? è merito vostro

    Renzi? merito vostro

    Anna Lombroso per il SimplicissimusDa anni la questione morale è diventata soprattutto un trastullo con cui si baloccano quelli che hanno avocato a sé la... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Renzi premier. Incarico domani

    Photo credit: carlo.nidasio / Foter / CC BY-SA Sembrano allungarsi i tempi per l’incarico a Matteo Renzi di formare un nuovo governo. Leggere il seguito

    Da  Retrò Online Magazine
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ

Magazines