Magazine Cucina

Un libro e una tarte tatin

Da Fulvia

Un libro e una tarte tatinUn libro e una tarte tatinE’ inutile, non lo capirò mai. Io che sin da età prescolare salutavo perfino ogni singolo piccione per strada (mi dicono) non lo capirò mai. Sarà che questa crisi ci sta deviando nell’anima (lo dico senza crederci troppo però). Sarà che le giornate storte le abbiamo tutti e quando non ci gira bene non ce n'è per nessuno? Perché mai , mi chiedo, salutando  qualcuno magari nell’ascensore, per strada, al super , un buongiorno o  buonasera costa tanto?  Cosi per pochi minuti mi ritrovo a guardare nel vuoto chiedendomi cosa ho sbagliato. Il tizio che incroci ogni dì abbassa lo sguardo e va via; il benzinaio che da anni  ti serve va di fretta; la signora dal parrucchiere che alza gli occhi dalal sua rivista non accenna neanche ad un sorriso. Sono li , ma ignorano il tuo saluto. E poi il tizio dell'ascensore che porta a spasso fuffi: anche lui, niente. Almeno fuffi accenna uno scondizolio....almeno lui..
Siamo cosi stressati/distratti/assenti da non poter spendere un nanosecondo per augurare una buona giornata? Eppure sarebbe cosi semplice.….
 Ogni tanto è opportuno, dico io  rispolverare delle piccole regole di educazione, di vivere civile. Questo non perché non ci siano state insegnate, ne sono certa,  ma perché questi tempi moderni ci impongono una fretta che non può e non deve giustificare tutto a mio parere. Tempo fa mi è stato regalato questo bellissimo libro. Uno di quelli che difficilmente si nota in libreria ma che ha una lunga storia da raccontare, una storia che parte nel 1960. “Il saper vivere di DonnaLetizaè stato per anni il vademecum di giovani donne  alle prese con inviti, regali, pranzi e cene. Inchistro, (tanto a quell'epoca!) per esprimere opinioni  su come salutare; a chi cedere il passo; come apparecchiare; come comportarsi a tavola. Su cosa servire prima e su cosa evitare se gli ospiti sono reduci da un lungo viaggio. Su cosa portare in vacanza e cosa lasciare a casa. Il savoir- faire veniva  elargito dalle pagine di una nota rivista femminile, Grazia, presso la quale l'autrice,   Madame Colette ( all’anagrafe Rosselli, nota anche per essere stata la moglie di Indro Montanelli) ,  in arte Donna Letizia , rispondeva.  E se a questo punto vi venisse in mente la ben più nota Julia Child, sappiate che non è un caso: le due sono nate nella stessa epoca e forse qualcosa vorrà dire. Chissà che  facendo qualche ricerca più approfondita non  si scopra anche  di più.   “Il mondo cambia” racconta Madame in un’intervista - “ ma le buone maniere no”… o almeno non dovrebbero. Le etichette e consuetudini  che si leggono fanno sorridere forse e c’è un bon ton per ogni luogo e situazione, un vero riferimento per essere impeccabili in casa, fuori e con gli altri. Io ho provato a calarmi negli anni 50 per preparare questa torta. Il mio twin set color carta da zucchero e la longuette al polpaccio dicono che sono presentabile  e oggi gurda un pò, ho ospiti a pranzo. La mia tarte tatin è pronta, sfigurerò?L’autrice ci ha lasciato nel 1996 ma tanto di lei resta: sapersi comportare bene non è una moda  ma qualcosa da tenere sempre ben presente, è il galateo del saper vivere. E’ cosi semplice.Un libro e una tarte tatin
Cosa vi occorre:Un paio di cucchiai di zucchero di canna1 barattolo di pesche sciroppate250 g di farina 00200 g di zucchero100 g di burro4 uova1 bustina di lievito
Come dovete procedere:Montiamo le uova con lo zucchero, uniamo il burro sciolto e poi la farina setacciata con il lievito. Poniamo sul fondo dello stampo la carta forno e cospargiamo con un paio di cucchiai di zucchero di canna, poi sistemiamo le pesche in modo armonico e  versiamo nello stampo il composto.  Inforniamo a 160° a forno già caldo e statico  per 50 minuti circa.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Un giorno fortunato

    giorno fortunato

    Questa sera siamo solo W ed io, e dopo tutto ciò che abbiamo assaporato ieri sera due piatti sono più che sufficienti a soddisfare il nostro appetito… in più... Leggere il seguito

    Da  Pentolapvessione
    CUCINA, RICETTE
  • Un Movimento un po' punk

    Movimento punk

    Reblogged from paolarosati: Stamane con mio marito ripercorrevamo i nostri ultimi 4 mesi di attivismo nel Movimento 5 stelle, il cui epilogo è stato l'evento... Leggere il seguito

    Da  Pausagolosa
    CUCINA, RICETTE
  • Chef per un mese - Settembre

    Chef mese Settembre

    Per il regolamento completo clicca QUI Cari amici blogger, siamo giunti al quinto mese di questa avventura che ci terrà appesi ad un mestolo per ben 1 anno:... Leggere il seguito

    Da  Pecorelladimarzapane
    CUCINA, RICETTE
  • Un rientro tutto...gioielli!

    rientro tutto...gioielli!

    Buon rientro e ben ritrovate! Come avete trascorso le vostre vacanze? Spero alla grande. Le mie non son durate granche', ma almeno abbiam staccato un po' la... Leggere il seguito

    Da  Mikabianca
    CREAZIONI, CUCINA, HOBBY, RICETTE
  • La torta “Deliziosa” … un nome un perché.

    torta “Deliziosa” nome perché.

    pic from www.jerian.itSalve a tutti, miei piccoli chef!Passato bene Halloween immersi tra dolci e dolcetti?(per vedere i nostri clicca qui)Oggi concludiamo la... Leggere il seguito

    Da  Sgruntreviews
    CUCINA, RICETTE
  • Un piccolo aiuto…

    piccolo aiuto…

    Penso che vi sia capitato, utilizzando prodotti per la preparazione di dolci co. ,di imbattervi sul retro o sui lati delle confezioni in qualche ricetta... Leggere il seguito

    Da  Metella
    CUCINA, RICETTE
  • Un po' sbrisolona un po' crostata

    sbrisolona crostata

    Ma buon sabato a tutti!!!Sopravvissuta da ieri dopo la mia piccola, innocua e amorevole burla fatta al tato (la prima puntata nel post precedente)! Leggere il seguito

    Da  Lalexa
    CUCINA, RICETTE