Magazine Cultura

Un sacchetto per amico

Creato il 23 giugno 2011 da Marcopertutti
È una storia strappalacrime quella che verrà raccontata oggi dalle pagine di notiziedelfuturo. Ciro (nome di fantasia) è sempre stato un bambino disadattato nella Napoli dei nostri giorni, visto che non nutre nessuna ammirazione per la squadra di calcio di De Laurentis, che non riconosce la divinità di Maradona (ma neanche di Cavani o Lavezzi), che odia i neomelodici, che adora leggere e che pensa che i camorristi non siano persone perbene. Il risultato di tali opinioni è sempre stato scontato: non ha mai avuto amici.

Un sacchetto per amico

Sacchetti con bambino a Napoli

«Fino a poco tempo fa, ma da poco ho conosciuto Etto, che è subito diventato il mio migliore amico», ci dice con le lacrime agli occhi il piccolo Ciro.«Etto è il diminutivo di "sacchetto", è una capiente busta nera alta più o meno quanto me (un metro e venti) che ha vita propria come in un film d'animazione di quelli che vanno al cinema, ma in questo caso la fantasia supera la realtà».«Con Etto abbiamo un patto: io lo difendo dalla gente che vuole bruciarlo o schiacciarlo con la macchina e lui mi difende dagli altri bambini prepotenti, sputando parte del suo contenuto».«Sono contento di avere un amico come lui, mi fa sentire meno solo, anche se ha un po' la puzza sotto il naso, visto che è colto ai limiti della saccenza (forse contiene testi universitari, visto che l'ho trovato fuori alla Federico II). Comunque, ci sa fare, anche se poi l'unica vera puzza che mi interessa è quella che emana, riuscendo così ad allontanare tutti i malintenzionati che provano ad avvicinarmi per farmi andare a comprare un po' di droga».«Non so bene quando ho acquisito una coscienza (in tal senso, la Chiesa non si è ancora espressa), ma penso che si dovrebbe trovare il modo di addivenire ad una convivenza pacifica tra umani e rifiuti nella Regione Campania, visto che si sa benissimo che un'emergenza rifiuti che dura da tanti anni non può essere più considerata tale, per cui urge ripensare il rapporto tra cittadini, spazzatura e camorra», dichiara in uno slancio ecumenico l'eroico e lucido Etto.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Un giorno come un altro

    giorno come altro

    Il colpo di stato cileno dell’11 settembre ’73 costò la vita al socialista marxista Salvador Allende, il presidente democraticamente eletto che incarnava il... Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    CULTURA, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • Italia, un Paese postmoderno

    Italia, Paese postmoderno

    Cesary Bodzianowski, Raimbow, 1995.* Dopo la pioggia viene il serenobrilla nel cesso l'arcobaleno.A proposito di verità e di ricerca di valori. A proposito di u... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Un Silvio

    Silvio

    Supponiamo che il nostro compito sia di attraversare un fiume; non lo realizzeremo senza ponti né barche; fino a quando la questione del ponte o delle barche no... Leggere il seguito

    Da  Gians
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Un giudice

    giudice

    Il nomignolo di “Svastichella”, solo a leggerlo e a sentirlo, lascia di stucco. È il nome di un nazista ma anche il nome di un Giullare. Leggere il seguito

    Da  Gians
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Un bel regalo

    regalo

    Alberto MaggiVersetti pericolosi"Neppure io ti condanno"«Alberto Maggi è il frate più simpatico e più pericoloso che io conosca. Leggere il seguito

    Da  Federicobollettin
    CULTURA, LIBRI, SOCIETÀ
  • Un pianto lo seppellirà

    pianto seppellirà

    “Una risata seppellirà B”. Questo il titolo di un articolo su L’espresso che presenta il secondo libro con la collezione di battute apparse su Spinoza.it. Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Un Dio masochista

    «Siccome Dio poteva creare una libertà che non consentisse il male (cfr. lo stato dei beati liberi e certi di non peccare), ne viene che il male l'ha voluto lui... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazines