Magazine Talenti

Un terremoto nella mia vita

Da Chiaravr
Dieci anni. Dieci lunghissimi ma velocissimi anni in sua compagnia. "Lunghissimi" perchè dieci anni, se ci si pensa, sono parecchi; "velocissimi" perchè sono volati. Sembra ieri che, in lacrime, l'ho visto salire sulla macchina e piombare nella mia vita come un uragano.
Per chi non l'avesse capito, sto parlando del mio bellissimo e dolcissimo cagnolone Rocky, un Labrador di 10 anni. Quel caldo giorno estivo di dieci anni fa lo ricordo come se fosse ieri. Rocky aveva 6 mesi, era dunque già "grandicello". Eh sì, l'abbiamo preso piuttosto tardi perchè, tra gli esami di quinta elementare e le vacanze estive, avremmo potuto dedicargli poco tempo. Non era il caso, appena arrivato nella nuova casa, di portarlo in una pensione per cani a causa delle vacanze in hotel prenotate mesi e mesi prima. Per questo motivo abbiamo aspettato. Un'attesa estenuante per me, una bambina che moriva dalla voglia di abbracciare "il cane della carta igienica"..Quel giorno d'agosto, il cucciolo diventò finalmente mio. Avevo un cane! Non stavo più nella pelle! Quel terremoto a quattro zampe era nel mio giardino. Un disastro dietro l'altro: cuscini, ciabatte, vestiti e telecomandi tutti a pezzetti!! Il primo inverno, un freddissimo inverno, lo trascorse in giardino. Mia madre era terrorizzata da questo cucciolo a causa di un trauma subito da bambina e, per questo motivo, Rocky non poteva mettere piede in casa. Ho sofferto moltissimo quell'inverno, vederlo davanti al cancello d'entrata con lo sguardo triste mi faceva piangere il cuore. Una mattina però, Rocky non voleva saperne di alzarsi. Stava male. Non camminava più. Andammo subito dal veterinario il quale ci raccomandò di farlo stare al caldo: copertina, cuscini, nanna in casa e taaaaante coccole!! In pochi giorni si riprese ma "rispedirlo" in giardino a dormire fu una dura guerra..guerra in cui vinse lui!!E così, tra una coccola e l'altra, sono trascorsi ben dieci anni! Mi sembra incredibile! Dieci anni! D-i-e-c-i!
Ultimamente penso spesso a lui.. e a quando non ci sarà più.. Come farò? Lo so, non dovrei pensare a queste cose però, visto il suo stato di salute attuale, è inevitabile pensare sempre al peggio! Artrosi ed eccessivo peso sono solo due dei problemi di salute che ha. Insomma, è un vecchietto! Ma non per questo bisogna volergli meno bene.. Anzi!
Pensare a queste cose mi mette una tristezza incredibile, mi fa venire un nodo alla gola che pian piano si scioglie con le lacrime. Cosa farò quando non ci sarà più? Chi verrà ad accogliermi sull'uscio di casa al mio ritorno? Chi dormirà sotto il mio letto rischiando puntualmente di essere schiacciato da un mio piede? Non pensavo ci si potesse affezionare in questo modo ad un cane. Chi non l'ha mai avuto non può capire! Un cane diventa parte della famiglia, diventa un figlio. E Rocky è il mio bimbo!
Ora direi che è proprio il caso di asciugare le lacrime, smetterla di porsi domande e vivere il presente..insieme a lui!
Un terremoto nella mia vita
Un terremoto nella mia vita
"Chi non ha mai posseduto un cane, non sa cosa significhi essere amato."
Arthur Schopenhauer

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine