Magazine Talenti

Michelle

Da Chiaravr
La conobbi casualmente. Ci presentò un'amica in comune. Michelle era una ragazza molto estroversa, espansiva, allegra. L'esatto mio opposto: introversa, timida, sempre imbronciata. Mi trovai subito a mio agio con lei. Mi completava. Era l'altra metà della mela. Non avevo mai avuto una migliore amica e lei, fin qui, aveva tutte le carte in regola per diventarlo. Quand'ero in sua compagnia stavo bene, mi divertivo. Eravamo entrambe single: lei usciva da un travagliato "tira-e-molla" ed io, beh io, cambiavo spesso uomo. Ci sentivamo ogni giorno: mattina, pomeriggio, sera. E ci vedevamo spesso per un film, una pizza, quattro chiacchiere. Avevamo tanti progetti da realizzare insieme. Una sera però, andò tutto in fumo. Eravamo a letto a guardare un film, quando, improvvisamente: "Credo di essermi innamorata!" mi disse, "Davvero?? E non me l'hai ancora fatto conoscere?!" le risposi, "Il fatto è che.. Io.. Insomma.. Dio.. Marta, sono innamorata di te!". Calò il silenzio. Lei, la mia migliore amica, mi amava! Era tutto così assurdo. E allo stesso tempo eccitante. Sì. Così eccitante che, quando tentò di baciarmi, non mi tirai indietro. La assecondai. Mi feci baciare. E la baciai. Fu un bacio lunghissimo che durò fino ai titoli di coda. Poi lo schermo si annerì, il film era terminato, ma a noi poco importava. Eravamo una accanto all'altra. Facemmo l'amore. Anzi no. Lei fece l'amore con me. Io no, non ero innamorata, volevo solo provare qualcosa di nuovo. Volevo un'amica, non un'amante. Eppure quel "gioco" mi piaceva. Lei però era innamorata veramente e me lo stava dimostrando come nessuno aveva mai fatto prima. Non potevo farle questo. No. Raccolsi dunque i miei vestiti, presi la borsa e mi spostai verso l'uscita. "Forse è meglio non rivedersi più" le dissi. Chiusi la porta alle mie spalle e con essa l'amicizia con Michelle.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine