Magazine Architettura e Design

Una villa visibile dallo spazio per Naomi

Creato il 29 settembre 2011 da Urdesign

Una villa visibile dallo spazio per Naomi

Ma non si era detto che i diamanti erano i migliori amici delle donne? A quanto pare non più. La ex top model Naomi Campbell quando si tratta di stupire non si tira di certo indietro. Per i 41 anni della Venere nera il miliardario Vladimir Doronin, che secondo i bene informati riuscirà a portare la bella Naomi all’altare ben presto, le ha regalato uno “splendido” resort che richiama nelle forme l’occhio della divinità egizia Horus. La lussuoso alcova, con ben trenta camere e visibile dallo spazio, verrà costruita su un’isola privata turca chiamata Isla Playa de Cleopatra. Quale posto migliore per una residenza con un così forte richiamo alla cultura egizia! Forbes di recente a inoltre classificato Playa Cleopatra come “la spiaggia più bella del mondo”.

Una villa visibile dallo spazio per Naomi

Si narra che in questo luogo coperto da sabbia finissima Antonio e Cleopatra vissero il loro grande amore. E proprio qui, su questo pezzo di terra incastonato tra le penisole montagnose di Bodrum e Marmaris, l’architetto spagnolo Luis de Garrido sta costruendo il nido d’amore per Naomi e il suo fidanzato Vladimir. Ovviamente, non una dimora kitsch come quelle sulle colline di Hollywood, ma un palazzo eco friendly a forma di cupola di vetro e acciaio che consente l’ingresso della luce del sole tutto l’anno. Il complesso ha una straordinaria terrazza coperta e addobbata con fiori, 25 camere da letto e cinque saloni. Visto dall’alto appare come un grande occhio, quello della divinità Horus, il simbolo di protezione, di potere, di salute dell’antico Egitto. La villa sarà completamente autosufficiente in energia e acqua: può infatti contare su pannelli fotovoltaici e un impianto di riscaldamento geotermico di ultima generazione; riferisce il portale Inhabitat. Chi non vorrebbe un regalo del genere?


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :