Magazine Arte

Via Crucis - Lucis

Creato il 03 febbraio 2011 da Stefanoarmellin
Via Crucis - Lucis
Via Crucis- Lucis di Stefano Armellin 2007/2010
Dedicata a San Leonardo da Porto Maurizio 1676-1751
Beato Fra Claudio Granzotto 1900 - 1947
Carlo Acutis  1991 - 2006
Beato Giovanni Paolo II 1920 - 2005
Questa composizione grafico-pittorico su carta 24 x 33 cm. Realizzata a marzo – aprile 2007; è nata dall’esigenza di collegare la Via Crucis e la Via Lucis in un unico percorso comprendente ventotto stazioni. La difficoltà espressiva mi ha sorpreso alla quindicesima stazione, dove inizio a configurare come elemento narrativo, la pietra circolare del sepolcro, che sostituisce la croce. Difficoltà generata dalla stessa predicazione cristiana, non solo cristocentrica ma soprattutto crocecentrica. Infatti fin da bambini i fedeli sono cresciuti con le immagini della Via Crucis che domina non solo l’iconografia personale del singolo credente ma avvolge con una intensità inaudita tutta l’iconosfera della comunità cristiana mondiale.
Perciò è molto difficile accostare e produrre le nuove immagini del risorto. La difficoltà artistica qui si somma a quella teologica. Perché si tratta non solo della continuazione dell’annuncio cristiano ma soprattutto della sua manifestazione paradigmatica. Cioè il punto assolutamente decisivo della rivelazione cristiana.
Nel piazzale Giovanni XXIII al Pontificio Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei, si trova una Via Crucis e una Via Lucis fatte in bronzo dallo stesso artista in due tempi diversi . Le immagini sono tradizionali e non aggiungono nulla di nuovo alla ricerca iconografica dell’arte contemporanea, cioè non parlano al presente e si presentano come un prodotto di onesto artigianato ben confezionato. Al contrario della Via Crucis ( 1960) di Ubac, in ardesia, nella chiesetta di Saint Paul de Vence. Però Ubac si ferma alla Via Crucis. Le sue linee sono innovative anche se ermetiche e il livello artistico è alto. Possiamo quasi percepire l’atmosfera dell’imminente annuncio del Concilio Vaticano II, la necessità di aggiornamento permanente per la Chiesa Cattolica nel confronto con il mondo contemporaneo. Sono immagini di avanguardia che oggi sentiamo distanti perché il mondo si è trasformato. Oggi viviamo nel disorientamento iconografico che riflette quello politico,culturale, economico e religioso. E’ messa in discussione l’identità della persona umana a tutti i livelli. Da qui la speranza in questa Via Crucis - Lucis di riuscire ad aprire un percorso alternativo,ordinato,metodologicamente preciso, in grado di raccontare l’evento di sempre per il nostro presente. Un presente vibrante di possibilità e ricco di fiducia nella umanità che comunque siamo. “Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo. (Mt 28)”. E’ il messaggio di questa composizione.
Le immagini documentano la prima versione dell'opera del 2007 e quella definitiva del 2011. Nei fori dei chiodi ai bordi delle tavole sono stati scritti i nomi di tutti i Paesi del Mondo evidenziando con un rosario vero i 133 Paesi raggiunti da Giovanni Paolo II in Visita Pastorale, perciò 133 rosari.
Una nuova Via Crucis-Lucis l'ho realizzata a conclusione della composizione record : IL VOLTO DEL MONDO E LA CROCE 1993/2013. Mantenendo la stessa dedica della prima.
1. Gesù è condannato a morte, prima dal Sinedrio e poi da Pilato. (Mt 27,22-26)
Con il nome Pilato disegno l’asse verticale della croce, mentre su quello orizzontale mi basta una linea per metterci sopra in piedi che guardano in basso, dall’alto in basso, sei esponenti del Sinedrio. La stessa t di Pilato è una croce. Deve essere chiaro chi manda a morte il Giusto.
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


2. Gesù, caricato della croce, si incammina verso il Calvario. (Gv 19,17)
Qui il corpo di Gesù sparisce coperto dalla trave pesante e massacrante posata sulle spalle, è il peso di tutto il peccato del mondo. Spunta solo la corona di spine e la volta del cranio simmetrica a quella del Calvario, piccola altura che appare lontanissima e irraggiungibile. Il sangue gronda sulla schiena come una cascata.
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


3. Gesù cade una prima volta sotto il peso della croce.
Nella prima caduta la trave diventa la croce reale, enorme, che Gesù sopporta sopra e dentro di sé. Una pressione fortissima che lo trapassa, e lo stende a terra, inconsistente, nient’altro che una striscia rossa,una striscia di sangue.
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


4. Gesù incontra sua Madre che sale con lui verso il Calvario.
Maria cerca di alleviare la tortura con la presenza avvolgente del suo manto che ricade sulla croce, ma essa stessa viene colpita dal sangue che schizza copioso, Gesù è una maschera di sangue, mentre il Calvario incombe minaccioso, come fosse un vulcano prossimo all’eruzione.
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


5. Un uomo di Cirene aiuta Gesù a portare la croce. (Lc 23,26)
Il Cireneo sotto il Calvario interviene a sollevare la trave intarsiata dal male del mondo, il sangue del Giusto continua a colare incessantemente dal legno, che diventa così l’altare supremo del sacrificio del Figlio di Dio.
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


6. Una donna, detta Veronica, asciuga il volto di Gesù.
La compassione di una donna imprime nel suo nome il volto di Gesù incoronato dalla stessa linea del Calvario. Qui la sofferenza è sublimata dalla serietà della missione, lo sguardo si fonde nella veronica e lì, in eterno, rimane.
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


7. Gesù cade una seconda volta sotto la croce.
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima Versione 2011


8. Gesù esorta le donne di Gerusalemme a non pianger solo su di lui. (Lc 23,28)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


9. Gesù cade una terza volta sotto la croce.
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


10. Gesù, giunto sul Calvario, è spogliato delle vesti. (Mt 27,28)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


11. Gesù, inchiodato alle mani e ai piedi, è crocifisso tra due malfattori. (Lc 23,33)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis


Ultima versione 2011 

12. Gesù muore in croce perdonando i suoi crocifissori. (Lc 23,34-46)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


13. Gesù deposto dalla croce è avvolto nella sindone. (Lc 23,53)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011

14. Gesù è posto nel sepolcro. ( Gv 19,42)

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011

15. Gesù risorge. “Non abbiate paura!” (Mc 16,18)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011

16. Giovanni al sepolcro.. (Gv 20,3-9)

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011

17. Maria di Magdala. “Io salgo al Padre mio e Padre vostro” (Gv 20,11-18)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


18. I discepoli di Emmaus e il pane. (Lc 24,13-34)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011

19. Il pane spezzato. (Lc 24,28-31)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011

20. Gli apostoli diffidenti lo riconoscono. (Lc 24,36-43)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011

21. La missione. (Gv 20,19-23)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011

22. Tommaso. (Gv 20,24-29)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


23. La rete trabocca di pesci. (Gv 21, 2-7)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011

24. “Pietro mi ami ?” (Gv 21,13-19)

Via Crucis - Lucis


Via Crucis - Lucis

25. La missione “fino alla fine del mondo”. (Mt 28,16-20)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


26. L’ascensione. (At 1,6-11)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


27. L’attesa. (At 1,12-14)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011


28. La Pentecoste. (At 2)
Via Crucis - Lucis

Via Crucis - Lucis

Ultima versione 2011



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Quelli della via crucis

    Quelli della crucis

    1968 - 2010 BICEFALO: Vuoto o con il cervello? E... il cuore? A Parigi c’era allora una categoria di compagni che meritano una particolare attenzione. Cos’è la... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA
  • E adesso via

    Fuoco è quello che vedrai,nelle notti in cui lo sognerai;con il vincolo del peccato,anche il cuore, tra i più duri, è già spezzato;io non voglio movimenti,ne... Leggere il seguito

    Da  Leonardocaffo
    CULTURA, POESIE
  • La via di fuga

    «(Mi spiego: è inutile pensare a una forma di ironia quando dico che Madame Edwarda è DIO. Ma che DIO sia una prostituta di casa chiusa e una pazza, questo non... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Vieni via con me.

    Mi sono preso una settimana di tempo per vedere la seconda puntata prima di dire la mia al riguardo. Il successo come si sa è figlio di tanti padri, ma non si... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI
  • Via dall’ombelico del mondo

    dall’ombelico mondo

    Mentre l’aereo decolla da Mataveri per portarmi lontano da Rapa Nui penso allo strano destino di quest’isola. Ancora oggi l’Isola di Pasqua è la terra più... Leggere il seguito

    Da  Alfa
    CULTURA
  • Fulminato sulla via

    Fulminato sulla

    In genere non esprimo mai i miei stati d'animo, ma dal momento che mi trovo nell' impossibilità oggettiva d'attivare anche un solo neurone, abbiate pietà di... Leggere il seguito

    Da  Gians
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La retta via

    retta

    Manco il tempo di scorrere le notizie e track, Ratzinger ha di che dire su: "un'altra minaccia alla libertà religiosa delle famiglie in alcuni Paesi europei". Leggere il seguito

    Da  Gians
    CULTURA, SOCIETÀ