Magazine Cucina

VINITALY 2015. Another love story in Verona

Da Valentina Mistra

Dal 22 al 25 marzo, negli spazi di Veronafiere, si ripeterà il grande appuntamento annuale con VINITALY il Salone Internazionale del vino e dei distillati, ovvero l’evento di respiro mondiale che rappresenta il non plus ultra nel settore fieristico-enologico del nostro Paese. La quarantanovesima edizione si svolgerà a pochi mesi dall’inizio dell’Expo e grazie ad un aumento negli investimenti che si aggira intorno al 34% rispetto allo scorso anno, si preannuncia già essere fortemente proiettata verso il business e l’internazionalizzazione, prevedendo una presenza massiccia di operatori incoming, anche per merito del supporto di realtà istituzionali tra cui MISE, MIPAAF, Agenzia ICE e diversi progetti europei. Proprio con l’obiettivo di favorire gli incontri e le relazioni tra le realtà presenti, nel corso della kermesse non mancheranno momenti di approfondimento dedicati allo studio delle potenzialità di distribuzione nei vari Paesi, oltre ad incontri bilaterali e focus specifici sulle diverse aree geografiche, mirati a curare l’aspetto dell’evento più legato al business.

La manifestazione non è solo un ponte tra i nostri produttori e il resto del mondo, ma è molto di più, come suggerisce anche lo slogan della manifestazione “Another love story in Verona”, che sembra proprio descrivere questo speciale legame tra il territorio e l’evento, paragonandolo alla celebre storia d’amore di Romeo e Giulietta che Shakespeare ambientò proprio a Verona.

Tra gli incontri imperdibili riservati alla stampa e ai buyer c’è Opera Wine, l’evento di pre-opening completamente dedicato al tasting, frutto della collaborazione con la rivista americana Wine Spectator, che vedrà protagonisti i migliori 100 produttori italiani e si svolgerà il prossimo 21 marzo nel Palazzo della Gran Guardia di Verona.

All’interno della fiera sono previste diverse aree, tra le quali: l’International Buyers’ Lounge per gli incontri b2b con le aziende straniere; Vininternational, il salone specializzato dove degustare i vini internazionali provenienti da paesi come Australia, Nuova Zelanda, Canada, Cile, Argentina, Spagna, Francia, Perù, Azerbaijan, Germania, Slovenia, Sudafrica, Georgia; Vinitalybio, lo spazio dedicato ai buyer della Germania e del Belgio che sono maggiormente interessati ai vini biologici certificati; Vivit, il salone dei vini artigianali; Vinitaly Tasting, l’area degustazione riservata ai buyer e organizzata insieme a Doctor Wine.

Nel corso della prima e dell’ultima giornata ci saranno degustazioni in modalità walk around dei vini della Guida Tre Bicchieri (il 21 marzo), ma anche delle migliori bollicine italiane, selezionate appositamente dall’Associazione Italiana Sommelier (il 25 marzo). Per restare aggiornati su tutti gli incontri e i seminari del programma di degustazione, vi consigliamo di consultare l’apposita sezione del sito. 

Nell’ambito delle iniziative collaterali di VINITALY vi segnaliamo l’immancabile Vinitaly and the City, il fuori salone serale realizzato in collaborazione con il Comune di Verona, che avrà come location alcune delle principali piazze della città, dove si svolgeranno gli incontri e le degustazioni dei migliori prodotti enogastronomici del territorio e non solo. Le Cantine di Vinitaly and the City, Vinitaly and the City Music Lounge, Vinitaly and the City Green sono alcuni degli appuntamenti già confermati, che si svolgeranno a Piazza dei Signori, Cortile del Mercato Vecchio e Cortile del Tribunale.

Un’altra iniziativa, sempre legata al salone enologico veronese, si terrà il prossimo 19 marzo: stiamo parlando della ventiduesima edizione del Concorso Internazionale di Packaging dedicato al confezionamento delle bottiglie di vini e distillati, da quest’anno aperto anche a liquori e olio extravergine d’oliva.

La struttura di Verona Fiere contemporaneamente a VINITALY ospiterà altre due importanti manifestazioni di settore: ENOLITECH con le ultime tendenze e soluzioni tecnologiche per aziende vinicole e olearie; SOL&AGRIFOOD il Salone Internazionale dell’Agroalimentare, che tra showcooking e incontri B2B, quest’anno potrà contare sulla presenza di nuove aree tematiche tra cui la Cheese Experience e lo spazio A Taste of Coffee, focalizzando l’attenzione del visitatore estero sulla valorizzazione del modello italiano della produzione agroalimentare ed oleicola. L’olio, infatti, sarà il grande protagonista della fiera insieme ad altri preziosi prodotti come l’aceto balsamico e la birra artigianale: i migliori produttori saranno premiati nel corso di questo evento con dei riconoscimenti ad hoc.

Ciascuna manifestazione vedrà la presenza di aree dedicate alla ristorazione dove gustare i migliori prodotti del nostro territorio: a VINITALY nel Ristorante d’autore 4 chef donne si alterneranno nei giorni dell’evento, ma sarà anche possibile sfruttare le proposte veloci di grandi chef italiani appartenenti all’associazione “Jeunes Restaurateurs d’Europe” al Self Service d’Autore; al padiglione di SOL&AGRIFOOD si potranno mangiare i piatti del Ristorante Goloso, mentre ad ENOLITECH è confermato il Bistrot Enolitech. Il servizio offerto sarà rapido e di qualità grazie alla collaborazione con realtà del calibro di Taste of Roma e Taste of Milano per i menu alla carte, senza dimenticare inoltre, che si svolgerà in un ambiente con originali allestimenti e arredamenti curati da importanti realtà del settore.

 

VINITALY 2015. Another love story in Verona

.

Questo post VINITALY 2015. Another love story in Verona è un artcolo del sito Mangiaebevi.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog