Magazine Cucina

Vino, piacere e… fantasia

Da Comunalimenfi
Menfi_Mandrarossa_Vineyard_Tour_2013

Menfi. Da mercoledì 4 settembre a domenica 8 è di scena il “Mandrarossa Vineyard Tour 2013. La vendemmia più grande d’Europa.

Vigneti a perdita d’occhio distesi su morbide colline, uliveti, orti, pascoli e piccoli giardini. Lungo la costa spiagge assolate di sabbia finissima, un mare azzurro cristallino. E’ qui a Menfi che la viticoltura si esprime ai più alti livelli e la natura si mostra generosa. Una cornice Mozzafiato per la vendemmia Mandrarossa del 2013. Da mercoledì 4 settembre a domenica 8 è di scena il Mandrarossa Vineyard Tour 2013, la vendemmia più grande d’Europa, dedicato a quanti intendono scoprire il mondo dei vini di qualità.

Vendemmia
Essere a Menfi dal 4 all’8 settembre significa assistere alla vendemmia più grande d’Europa, in un territorio in cui la viticoltura raggiunge i suoi massimi livelli di eccellenza grazie alla particolare latitudine in cui si trovano i terreni: la luce qui è sempre intensa, e le temperature – con i caldi venti di scirocco d’inverno e le fresche brezze marine d’estate – risultano ideali per la coltivazione della vite. La presenza di tante piccole colline, tipiche di questo territorio, determina inoltre diversi tipi di terreni, pendenze, esposizioni, altitudini, in una parola terroir, che favoriscono alle diverse varietà d’uva di ambientarsi al meglio. Così nei vigneti Mandrarossa si vendemmiano i più tradizionali vitigni dell’isola quali il grillo, grecanico ed il nero d’avola, ma anche gli internazionali merlot, syrah, chardonnay, cabernet sauvignon, ed i più sperimentali viognier, fiano, petit verdot, alicante bouschet e chenin balnc.

Vini Mandrarossa
In questo territorio così vocato e variegato, Mandrarossa coltiva sia i più tradizionali vitigni autoctoni che internazionali, che qui si presentano con un carattere distintivo. Da queste uve nasce una linea di vini monovarietali in cui le singole uve si esaltano in purezza. La linea “Costadune” è composta da più classici vitigni siciliani, grillo, grecanico e nero d’avola, caratterizzati da una forte personalità. A fianco a questi i monovarietali internazionali, i rossi Syrah, Merlot e Cabernet Sauvignon ed i bianchi Fiano, Viognier e Chardonnay. Da contrade particolarmente vocate nascono i vini “Mandrarossa Territoriali”. In contrada UrradiMare un fresco sauvignon blanc, a Timperosse un piacevole petit verdot. In contrada Bonera si coltiva un eccellente nero d’avola e il cabernet franc, che insieme formano un rosso morbido e suadente. A Cavediserpe il merlot e l’alicante bouscet danno vita ad un rosso intenso, mentre a Santannella dalle uve fiano e chenin blanch nasce un bianco complesso e fruttato. Da un singolo vigneto in contrada Torrenova origina poi il pluripremiato Cartagho, nero d’avola in purezza. Infine, la Specialità Mandrarossa, per aprire e chiudere un pasto in bellezza: il Mandrarossa Brut da uve Chenin Blanch in purezza ed il Caladeitufi vendemmia tardiva da uve chardonnay.

Cucina del Territorio
Durante il Vineyard Tour i vini Mandrarossa accompagnano i piatti della tradizione. Entrambi espressione autentica del territorio, vini e cibi si esaltano a vicenda. Quella di Menfi è una cucina contadina, semplice e genuina, realizzata con ingredienti di stagione, raccolti nell’orto dietro casa, provenienti da pascoli limitrofi o pescati lungo la costa. Mandrarossa, nella consapevolezza del grande valore di questo patrimonio gastronomico, ha costituito la Brigata di Cucina Mandrarossa, composta da 25 Signore di Menfi capitanate dalla chef Bonetta Dell’Oglio. Così la cucina del territorio, assieme ai vini Mandrarossa, è protagonista indiscussa dell’evento. In tutte le Case di Campagna le Signore della Brigata propongono cibi unici.

Case di Campagna
Sono aperte per l’occasione dai viticoltori Mandrarossa ed è possibile respirare le atmosfere più semplici ed autentiche della vita contadina. Nelle Case di Campagna è possibile degustare i vini Mandrarossa in abbinamento ai cibi della tradizione contadina preparati dalle Signore di Menfi. Così in contrada Stoccatello, vicino al bosco Magaggiaro, c’è casa Mangiaracina, la Casa del Grano e dell’Olio, dove abbinare il rosso Timperosse a squisite bruschette. Non distante, ad Urra Soprana, c’è la Fattoria Lombardo, la Casa dell’Orto e delle Erbe, dove le verdure di stagione grigliate abbinate al bianco Santannella deliziano i palati dei visitatori. A Giache Bianche, nella Pineta Molinari, la Casa del Mare, si degusta pesce grigliato insieme ad un calice di UrradiMare, mentre a Bertolino, presso Casa Natoli, la Casa della Cucina Contadina, si assaggiano i piatti della tradizione, si tengono degustazioni tecniche e laboratori Terra, cibo, vino.

Escursioni naturalistiche
A bordo di un Veliero, in partenza dal molo di Porto Palo, per ammirare dal mare le bellezze di una costa selvaggia; in bici, oppure a cavallo dal Maneggio La Giara, per addentrarsi nel rigoglioso bosco del Magaggiaro; a piedi per un trekking in cui osservare, tra dune di sabbia, scarabei e gigli marini; per i più audaci una prospettiva insolita, dall’Avioclub Torrenova, passeggeri di un ultraleggero o di un deltaplano a motore, da dove è possibile ammirare dall’alto l’arazzo di vigneti e uliveti.

Concerti e Mostre
Tutte le sere, dal 4 all’8 settembre, apre eccezzionalmente il suo storico portone l’oasi di Villa Varvaro, la Casa dell’Arte e della Musica, una dimora dell’omonima famiglia, ubicata nel cuore di Menfi. Qui è possibile visitare mostre d’arte ispirate al territorio. Al calar della notte, sotto un incantevole manto di stelle, concerti di musica dal vivo e performances di artisti vari, sotto la direzione artisica del maestro Mauro Cottone. Presso il Winebar allestito nel giardino della Villa sono proposti in degustazione tutti i vini di Mandrarossa in abbinamento a piccoli assaggi di cibi del territorio.

Organizza il tuo Vineyard Tour
http://vineyardtour.it/

 

Speciale Mandrarossa
Giornale di Sicilia
Sabato, 24 agosto 2013
a cura di Pk Publikompass


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog