Magazine Cinema

Vintage horror - Maniac ( 1980 )

Creato il 02 gennaio 2013 da Bradipo
Vintage horror - Maniac ( 1980 )Con questo film inauguriamo una piccola rubrica ( etichetta Vintage horror)  con cadenza all'incirca settimanale che tratterà di film horror vintage. Si parte con questa piccola perla , un cult firmato William Lustig .
Frank Zito di giorno è un uomo meno che ordinario, perfettamente mimetizzato tra i milioni di abitanti della Grande Mela. Di notte invece è un maniaco omicida, totalmente pazzo, che utilizza souvenir carnei prelevati dalle sue vittime per adornare i manichini che popolano la sua casa, una specie di museo degli orrori in cui lui, ossessionato dal ricordo della madre, vede riuniti tutti i suoi fantasmi che sono al centro di una serie di monologhi agghiaccianti. La conoscenza con una fotografa cambia la sua percezione. O forse no.
Maniac è un piccola leggenda dell'underground cinematografico  firmata da un regista di nicchia come William Lustig, ma il successo di tutta l'operazione è senza dubbio dovuto all'aderenza oserei dire quasi parossistica di Joe Spinell , una specie di Danny Trejo ante litteram, baffoni, fisico grosso e piuttosto sgraziato, che rende perfettamente l'idea di che cosa si agiti dentro la sua testa bacata.
Maniac è un piccolo capolavoro di regia tra zoom, carrellate e lenti deformanti , Lustig  dilata alcune sequenze fino all'inverosimile creando un clima di attesa spasmodica quasi insostenibile: valga per tutti la sequenza dell'omicidio della coppia che si era andata ad appartare ( con il killer che appare dal nulla quando, illuminato dai fari della macchina, salta sul cofano e con una doppietta fa saltare prima la testa a lui, in primissimo piano, e poi allo spettatore viene fatto letteralmente  "assaggiare" il terrore di lei ricoperta di sangue e materia cerebrale  prima dell'esito scontato che avviene fuori campo) oppure anche la lunghissima, tesissima sequenza dell'omicidio nei bagni della metropolitana, caratterizzata da una serie di stop 'n' go che metterebbero a dura prova le coronarie dello spettatore più smaliziato.
Il film di Lustig narra le gesta di un misogino pazzo assassino, sconvolto da un complesso di Edipo grosso così, che semina il terrore nella notte newyorkese  senza però entrare in derive psicanalitiche che non gli competono.E' uno slasher affilato e cattivissimo, ultragore grazie al sensazionale lavoro di Tom Savini ( che si ritaglia la parte dell'uomo trucidato nell'auto assieme alla sua ragazza)  agli effetti speciali che sono di grande realismo ancora oggi a più di trenta anni dalla realizzazione.
Vintage horror - Maniac ( 1980 )Maniac ha dei punti di riferimento ben evidenti che sono il thriller italiano  anni '70 e anche un piccolo film uscito l'anno prima di un cineasta allora sconosciuto( come Lustig proveniente dal porno)  che poi si farà le ossa: tale Abel Ferrara con il suo The Driller Killer in cui un artista faceva fuori con un trapano i malcapitati con cui veniva a contatto.
Come quello il Frank Zito di questo film ha i suoi fantasmi da tenere a bada e nel film di Lustig hanno la forma di manichini addobbati con parti anatomiche di vittime ( gli scalpi) che in un delirio onirico si animano e si ribellano al loro creatore smembrandolo e decapitandolo.
Qui non c'è indagine poliziesca, c'è solo un killer che adesca e uccide vittime lasciando la polizia a brancolare nel buio come si suol dire.
Maniac è un nuovo punto di partenza del film sui serial killer: un film ambientato nel ventre marcio di una metropoli in cui non c'è nessuna pretesa di analisi sociologica ,ma solo una specie di condivisione della pazzia di Frank Zito ( ripeto un Joe Spinell monumentale) che viene immortalata senza alcuna ritrosia.
Ancora oggi è un film per stomaci forti, altro che i teen horror che infestano gli schermi dei nostri tempi....
E'stato appena realizzato un remake sceneggiato tra gli altri da Alexandre Aja e con protagonista Elijah Wood.
( VOTO : 8 / 10)
Maniac (1980) on IMDb

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Maniac

    Maniac

    (2011) potrebbe essere giudicato in una manciata di righe: nel leggere la sinossi il senso dell’operazione è piuttosto lampante per cui ogni passaggio risente u... Leggere il seguito

    Da  Eraserhead
    CINEMA, CULTURA
  • Maniac ( 2012 )

    Maniac 2012

    Frank vive a Los Angeles, ha un negozio di manichini che è un'attività di famiglia da generazioni, ha un passato fatto di traumi infantili piuttosto... Leggere il seguito

    Da  Bradipo
    CINEMA, CULTURA
  • Maniac (di Franck Khalfoun, 2012)

    Maniac Franck Khalfoun, 2012)

    A volte la parola remake fa paura. Non è colpa del remake in se ma dell'uso indiscriminato che ne ha fatto l'industria cinematografica negli ultimi anni. Leggere il seguito

    Da  Frank_romantico
    CINEMA, CULTURA, MUSICA
  • Maniac, il trailer ufficiale per il serial killer Elijah Wood

    Maniac, trailer ufficiale serial killer Elijah Wood

    Di Maniac, il serial killer thriller diretto da Franck Khalfoun che vede protagonisti Elijah Wood e Nora Arnezeder abbiamo già parlato mesi e mesi fa. Leggere il seguito

    Da  Uomochesfoglia
    CINEMA, HORROR
  • Maniac (W. Lusting, 1980)

    Maniac Lusting, 1980)

    Frank Zito è un cittadino newyorkese dalle tendenze psicopatiche: avvicina donne di varia estrazione sociale ed usa fare loro lo scalpo, dopo averle uccise, all... Leggere il seguito

    Da  Salcapolupo
    CINEMA, CULTURA, MUSICA
  • scoperte vintage a Paris!

    scoperte vintage Paris!

    Detto fatto: a Parigi, come scrivevo qui, ci sono tornata! E di cose da raccontare ne ho tantissime, ma stasera ve ne dico solo una, anzi tre. BOTTONI.... Leggere il seguito

    Da  Labijouteria
    LIFESTYLE
  • vintage

    vintage

    Il delizioso dolcetto che ha conquistato Napoleone, Churchill, Picasso, Rita Hayworth e i 4 bambini che combattevano la strega bianca alle “cronache di... Leggere il seguito

    Da  Great
    CUCINA