Magazine Salute e Benessere

Voglia di abbronzatura

Creato il 23 giugno 2010 da Silvia Mirone

Voglia di abbronzatura
Voglia di abbronzatura senza scottature?
Aiutiamoci con gli alimenti giusti: la frutta di stagione rossa e arancione, ricca di carotenoidi, i centrifugati di carota, anch’essa ricca di beta-carotene (il capostipite dei carotenoidi), il pomodoro, con il prezioso licopene (un carotenoide anch’esso), gli agrumi, ricchi di vitamina C, i semi oleosi e il germe di grano, ricchi di vitamina E e acidi grassi essenziali, l’alga Spirulina, un concentrato di vitamine, sali minerali, acidi grassi essenziali e ancora carotenoidi. Tutti elementi indispensabili alla protezione della pelle…
l carotenoidi si sa, sono fenomenali per la fotoprotezione, perché contrastano gli effetti nocivi dei raggi ultravioletti. Infatti, oltre a trasformarsi in Vitamina A, se richiesto dall’organismo ( importante per la vista, l’integrità delle mucose e della pelle, l’efficienza del sistema immunitario, i processi di crescita di vari tessuti, la sintesi di ormoni), contrastano la formazione di radicali liberi che si formano a causa di un’eccessiva esposizione solare, concentrandosi a livello cutaneo. Proteggono quindi la cute dal fotoinvecchiamento e riducono il rischio di tumori indotti dalla luce. Inoltre pare che l’assunzione di carotenoidi potenzi l’azione dei filtri solari applicati sulla cute.
La vitamina C, abbondante in frutta e verdura fresche, è un ottimo antiossidante importante per il benessere della pelle: interviene tra l’altro nella sintesi del collagene, aumenta la produzione di melanina e ripara i tessuti danneggiati dalle scottature.
La vitamina E è essenziale per l'equilibrio antiossidante della cute e gli acidi grassi essenziali omega 3 proteggono l'integrità delle membrane cellulari e preservano compattezza ed elasticità dell'epidermide.
Tra i sali minerali, particolarmente importanti sono il Selenio e il Silicio, che facilita la rigenerazione della cute alterata, migliorando rughe e cicatrizzazione.
Ma il sole fa bene o fa male? Se da una parte il sole è accusato di provocare melanomi e invecchiamento cutaneo, dall’altra una esposizione “intelligente” ai raggi solari non può che giovare alla salute, ma non (solo) secondo me, bensì in base a diversi accreditati studi che ne decantano gli effetti positivi sul metabolismo osseo e sull'apparato cardiovascolare, nonché per le sue azioni di prevenzione tumorale e di riequilibrio di situazioni di insonnia e depressione. Tantevvero che anche le indicazioni della Società Italiana di Dermatologia ormai favoriscono l’esposizione al sole, seppure con il buon senso.
E buonsenso vuol dire negli orari giusti, con l’adeguata protezione (soprattutto le prime volte) e senza dimenticare i giusti apporti dei nutrienti di cui vi parlavo sopra, il che equivale ad una alimentazione ricca di frutta e verdura fresche e di stagione, cereali integrali (per i sali minerali), semi oleosi e, volendo, l’integrazione di Spirulina.
Ad esempio? A colazione, centrifugato di carota e melone per accompagnare il vostro yogurt con cereali integrali. Macedonia di albicocche e mandorle ad aprire il pasto, e per merenda frullato di pesche al limone…
Oppure? Macedonia di pesche, pinoli e uvetta con ricotta e miele per colazione, insalata di pomodori con semi di girasole e germe di grano ad aprire il pasto, succo di mirtillo e melone per merenda….
Se la nostra tavola abbonderà di queste delizie estive, i cui nutrienti agiranno in sinergia per difenderci, la nostra pelle non potrà che giovarne, diventando più liscia, bella e forte di fronte agli attacchi del sole. Perfino fastidiosi eritemi potrebbero scomparire…
Buon sole!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog