Magazine Lifestyle

Zie e Spie: un viaggio di famiglia

Creato il 29 gennaio 2016 da Fiorellafr

copertina zie e spie

Tre fratelli e due sorelle lasciano Istanbul per seguire ognuno la propria strada, si ritrovano e poi si riperdono, mentre le loro vicende si intrecciano con la grande storia del Novecento. Zio Bernard si fonde nella figura del più misterioso agente di Stalin nella Parigi degli anni trenta e del Front Populaire. La bellissima e fascinosa zia Perla da entraîneuse a Praga diventa una delle signore più ricche e corteggiate d’Europa. La malinconica Dolceta sposa un ufficiale turco e trascorre il resto dei suoi giorni in un manicomio di Istanbul. Di Benjamin si perdono le tracce nella Russia sovietica e Paul, ragazzo delle pulizie nella Costantinopoli occupata dagli Alleati, trova la sua Europa nella Cecoslovacchia tra le due guerre, finisce ai lavori forzati in Anatolia per poi sognare di rifarsi una vita da immigrato nella Milano del miracolo economico. Attraverso una manciata di foto sbiadite, di racconti interrotti, di favole tramandate e di episodi visti e ricordati con gli occhi di un bambino, Siegmund Ginzberg racconta le avventure, le passioni, i traslochi, le speranze e i silenzi di una famiglia.

Questa è la trama di un libro appassionante, piacevole e leggero nonostante la quantità di fatti e argomenti trattati, i più importanti del XX secolo,  attraverso la storia di una famiglia i cui membri lasciano Istanbul per seguire le proprie strade che si intrecciano con la grande storia del Novecento.

Siegmund Ginzberg, con il suo ultimo romanzo Spie e zie (Bompiani), ci porta a spasso per la storia, ma  attraverso  i racconti della sua famiglia e i suoi ricordi, tra foto sbiadite o addirittura perdute, tra misteri mai risolti, primo fra tutti  quello che lo ossessiona da sempre: suo zio Bernard era o no Eugen Fried, uno dei massimi rappresentanti dell’Internazionale comunista a guida moscovita?

 «Questo non è propriamente un romanzo», dichiara l’autore, ma un libro di storie, «frammenti di storie orecchiate in famiglia intrecciate a storie e luoghi del Novecento» .

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine