Magazine Racconti

Zuppa di patate (CAP I)

Da Sfumaturemondiali

Zuppa di patate (CAP I)

Crisi. Economica, sentimentale, etica. Crisi di mezza età, adolescenziale, d’identità. Crisi d’ansia. Crisi d’astinenza. Quel giorno Slavy si era occupata di ogni tipo di crisi. Alla fine era entrata in crisi lei. Erano due anni che stava lavorando a un motore di ricerca, capace di fare correlazioni verbali e quindi dare risposte “intelligenti”. L’entusiasmo per la ricerca era ben presto svanito lasciando il passo alla routine. Il mondo parlava di crisi, era una delle parole più cliccate…
Un rapido bilancio sulla sua vita? Complessivamente noia. La sua amica si era trasferita a Philadelphia proprio mentre lei si lasciava con Paul, dopo una delle solite futili litigate su dove passare il sabato sera. In realtà il loro rapporto era ormai logoro da un anno. Non erano stati capaci di costruire nulla solo di insultarsi… Era stata quasi una liberazione quando avevano definitivamente chiuso.
Stava tornando a casa, in un appartamento di quella scatola di mattoni rossi all’incrocio tra la East 237th St. e Kepler Ave… Aveva comprato la zuppa di patate, solo a Woodlawn potevi trovare quella tipica irlandese… e solo al pub di Jack la trovavi sempre calda. Lei andava diretta al banco, chiedeva la sua zuppa a portar via e pagava distrattamente. Era una sosta quasi quotidiana e non ci  perdeva tempo. Non guardava mai se c’era qualcosa di più appetitoso.
Per lei andava bene la zuppa, quella stessa del contenitore di cartone che ora le stava scaldando le mani. Era una sera fredda. Accelerò il passo… Aveva solo voglia di arrivare a casa prima possibile. E fu allora che realizzò… Provava disagio e non capiva perché. Era tutto tranquillo intorno a lei, troppo tranquillo… All’improvviso sentì quegli occhi dietro di lei… Occhi puntati su di lei.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Cypress Hill (Cap III)

    Cypress Hill (Cap III)

    Due settimane dopo è di nuovo notte e Clay sta correndo su Jamaica St. Stasera il bottino è stato buono. Nella casa dove è entrato c’erano anche 1500 dollari... Leggere il seguito

    Da  Sfumaturemondiali
    RACCONTI, TALENTI
  • Cypress Hill (Cap IV)

    Cypress Hill (Cap

    Ma la voce di Thalia è profonda, quasi primordiale “Adesso sono completa! Riprendimi! Sono completa!”, poi una voce diversa qualcosa, di ancora più arcaico parl... Leggere il seguito

    Da  Sfumaturemondiali
    RACCONTI, TALENTI
  • Deadwood (CAP I)

    Deadwood (CAP

    Gli affari andavano male, il turismo era calato negli ultimi due anni. A nessuno interessava più la storia di Wild Bill. Ormai chiunque poteva cliccare e avere... Leggere il seguito

    Da  Sfumaturemondiali
    RACCONTI, TALENTI
  • Deadwood (CAP II)

    Deadwood (CAP

    Intorno alle 19.00 del 31 ottobre Josh, vestito da minatore, guida il gruppo di circa trenta persone all’interno della miniera. Leggere il seguito

    Da  Sfumaturemondiali
    RACCONTI, TALENTI
  • Ero zuppa di pioggia.

    Mi era passato l'appetito. Avevo caldo, in una strana serata d'autunno inoltrato, ma non ci facevo caso, altri pensieri tormentavano la mia pelle e con essa il... Leggere il seguito

    Da  Monicasartori
    POESIE, RACCONTI, TALENTI
  • Deadwood (CAP III)

    Deadwood (CAP III)

    Mason si è sentito le gambe tremare e poi si è ritrovato a terra. Ancora non riesce a capire cosa sia accaduto… Ha la sensazione di morte addosso… Di terrore…... Leggere il seguito

    Da  Sfumaturemondiali
    RACCONTI, TALENTI
  • Deadwood (CAP IV)

    Deadwood (CAP

    Mason finalmente si scuote. E’ stato quel secondo tonfo a farlo tornare in “vita”. Si alza raggiunge Josh, Abby, il gruppo… E poi inizia a girare tutto... Leggere il seguito

    Da  Sfumaturemondiali
    RACCONTI, TALENTI

Dossier Paperblog

Magazines