Magazine Ecologia e Ambiente

A Marghera no pannocchie e pomodori

Creato il 29 agosto 2012 da Lucia Navone @lucia_navone

La Marghera del futuro, secondo il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, sarà rigorosamente green. Pierre Cardin, il nuovo Lorenzo il Magnifico del Veneto.

Il nuovo progetto di Palais Lumière a Venezia
“……. i costruisce le centrali 
chissa’ che i mora tuti quanti fulminai 
sara’ sempre meio poco che niente 
vivaremo meio in mezo a orti, animali e piante 
marghera sensa fabriche saria piu’ sana 
’na jungla de panoce pomodori e marijuana”, così cantavano nel 1991 i Pitura Freska. Sono passati oltre vent’anni ed ecco che l’area di Marghera non sarà più una giungla (dall’aria malsana) ma un’ area rigorosamente votata alla sostenibilità. Un progetto nato per iniziativa del Comune di Venezia e del Ministero dell’Ambiente che, nel 2010, ha stanziato 9 milioni di euro e che oggi vedrà la riqualificazione ambientale dell’area di Porto Marghera e dell’isola di Certosa.

La Marghera del futuro  diventerà così un eco-distretto dove energie rinnovabili, eco-edilizia, risparmio energetico e recupero dei materiali di scarto saranno il nuovo motore economico per attirare investimenti e per ridare prospettive di lavoro alla zona di Venezia dove, i dati occupazionali, sono i peggiori di tutto il Nordest  (-4,8% dei lavoratori e -6,9% giovani under 25 tra il 2009 e il 2010).

Un progetto che per molti, tra cui i sindacati, non si inserisce però in una strategia di politica industriale a livello paese dal momento in cui Porto Marghera è anche considerato il centro nevralgico della crisi di tutto il Veneto dove la quota di disoccupazione giovanile ha superato il 20%.

E mentre la visione industriale giace ancora sui tavoli dei Ministeri romani (così come lo stanziamento dei fondi per la riqualificazione delle aree già individuate dagli accordi di programma) ecco che si fa avanti lo stilista Pierre Cardin, il nuovo Lorenzo il Magnifico del Veneto (così definito dal Governatore Zaia, durante la presentazione del progetto). A lui, i veneziani  - e gli italiani tutti, secondo il Ministro Clini – dovranno la realizzazione della Palais Lumiere, lo “show room del fare” che nel 2015 Pierre Cardin realizzerà alle porte di Venezia. Un palazzo dove  un appartamento da 100 metri quadrati costerà due milioni di euro e che, secondo Clini, “non è troppo caro”. «Sono i prezzi da Canal Grande – ha osservato il Ministro- questo palazzo avrà il valore simbolico della bellezza»

Speriamo quindi che per immortalare la bellezza e dare il via al “nuovo Rinascimento del Veneto” non si buttino in laguna troppe “pannocchie e pomodori” che, per quanto brutte, hanno pur sempre un legame con il  territorio e costano poco.

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Marghera: il nuovo futuro del SIN

    Marghera: nuovo futuro

    A Venezia, presso Palazzo Balbi, il ministro dell’Ambiente (Corrado Clini), il Governatore del Veneto (Luca Zaia), il Magistrato alle Acque (Ciriaco... Leggere il seguito

    Da  Ediltecnicoit
    ECOLOGIA E AMBIENTE, TECNOLOGIA
  • a due a due

    Erano figlie di amici di famiglia, così quando i loro genitori mi proposero come lavoretto estivo di prepararle per l’esame di riparazione i miei genitori... Leggere il seguito

    Da  Plus1gmt
    SOCIETÀ
  • A Kicukiro

    Kicukiro

    Questa è la mia nuova casa. L'interno ve lo faro' vedere quando avro' finito di arredarla. Stavolta il tema è: Coloniale Anni 30 - Lodge Kenyano... Leggere il seguito

    Da  Dragor
    SOCIETÀ
  • ‘A trivella

    trivella

    La foto che ieri è stata forse la più postata su Facebook: da Cavezzo vicino a Modena. Come tutti coloro che hanno vissuto i due forti terremoti del 20 e 29... Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    SOCIETÀ
  • A volte ritornano... a Roma

    Eccomi qui, di nuovo a scrivere dalla Capitale. Un ritorno "lampo", di soli quattro giorni, per fare un esame di diritto italiano qui a Roma, preparato in... Leggere il seguito

    Da  Luciusday
    SOCIETÀ
  • A zappare!

    zappare!

    Tanto per essere controcorrente parlerò di scuola quando a nessuno gliene fotte più niente, dato che i nostri validissimi italici studenti stanno già liberando ... Leggere il seguito

    Da  Tanci86
    SOCIETÀ
  • A A A. Cercasi rivoluzionario disperatamente.

    Cercasi rivoluzionario disperatamente.

    Eh sì, perché di questo ha bisogno l’Italia, e anche l’Europa intera, il mondo intero! Attenzione, non sto parlando di guerriglieri o bombaroli: servirebbe un... Leggere il seguito

    Da  Gianna
    SOCIETÀ