Magazine Musica

A Tutto web – Media, social network ed elezioni

Creato il 19 marzo 2015 da Lucastro79 @LucaCastrogiova
Elezioni Logo della puntata di A Tutto Web

Published on marzo 19th, 2015 | by radiobattente

0

Speciale di A Tutto Web dedicato alle elezioni. O meglio, dedicato ai consigli per una “campagna elettorale di successo”, web parlando.

Dalle regole generali sul comportamento da tenere sui social-network a quello da non fare assolutamente: da Facebook a Twitter, da Instagram ai blog.
Non solo politica, anche notizie, app e finale dedicato all’ultimo arrivato a Cupertino: l’Apple Watch. Essendo una radio, immancabile la buona musica.

Di tutto questo, nel modo più apolitico possibile (all’interno della puntata anche l’editoriale di Lucastro) ne abbiamo parlato con il candidato sindaco Angelo Sivavia. Qui trovate il podcast per riascoltare la puntata. Regole generali di comportamento sui social-network (tratte da huffingtonpost.it).
La rete è uno spazio libero, questo però non autorizza il superamento delle basilari norme di civiltà.

  • Come nella vita, anche sui social al primo posto mettiamo l’educazione!
  • Non taggate tutto e tutti, soprattutto se il contenuto è politico e qualcuno potrebbe non essere d’accordo con voi.
  • Niente auto mi piace!
  • Se non vi accettano la richiesta di amicizia non insistete.
  • Niente insulti né risposte animate.
  • Facebook non è concepito (in teoria) per rimorchiare. Se il vostro scopo è questo buttatevi sull’app Tinder o seguite i nostri consigli sull’amore on-line.
  • Non pubblicate ottomila foto, soprattutto se sono simili tra di loro.
  • Non dimenticate che… c’è una vita reale.
  • Evitate stati personali tristi e deprimenti.
  • Se una persona non ha reso pubbliche alcune informazioni non chiedetegliele pubblicamente. Ricordiamo ancora che esiste la chat
  • Infine, (anche se in realtà è quello a cui tengo di più) non fate di ogni parola un hashtag.

Cosa non fare su Facebook.

  • Come detto: evitate di taggare le persone se non sono presenti nella foto.
  • Non usate l’applicazione per invitare tutti a eventi, pagine e gruppi.
    Quando si invitano persone agli eventi sarebbe il caso di selezionare le persone da invitare, escludendo ad esempio chi vive in altre città o chi siamo sicuri che non parteciperà. Con gli inviti mirati ci giovate perché informate chi in effetti potrebbe essere interessato e allo stesso tempo non passerete come spammoni.
    Questa regola vale doppio nel caso di elezioni. Non invitate ai vostri eventi persone schierate/impegnate con altri gruppi.
  • Per qualsiasi utilizzo di Facebook diverso da quello prettamente personale, create le pagine. A proposito di pagine. Le regole sul non invitare tutti valgono anche in questo caso.
  • Create pagine diverse. Nel caso di elezioni, ad esempio una per il partito e una per il candidato sindaco. Ma non esagerate creando troppe pagine che si disperdono.
  • Se siete candidati, meglio non mettere la “carica” a cui aspirate nella pagina, soprattutto se sapete di avere poche possibilità. E in ogni caso evitate pagine con nomi lunghi tipo “Angelo Sivavìa candidato alle elezioni comunali di Licata”. La cosa più “equilibrata” è una pagina con solo nome e cognome.
  • Gruppi: vi ricordiamo che il voto è segreto, non create gruppi espliciti tipo “elettori convinti di Angelo Sivavìa”. E soprattutto, non aggiungete tutti i vostri amici, selezionate ma, soprattutto, prima informate.

Notizie.
Ecco le notizie trattate oggi:

Twitter/Instagram: consigli utili.
Non solo Facebook: consigli per gli altri Social e non solo. Viva i blog!

Instagram: Pubblicate solo foto (e non screenshot di scritte). Pubblicate, ad esempio, foto antiche della città, foto attuali belle e particolari. Poco utilizzo di filtri e tante facce sorridenti.

Perché Twitter? Siate sintetici, niente poemi. Questa regola generale viene avvalorata da Twitter visto che sono solo 140 i caratteri disponibili.

Gli hashtag. Lo ripeteremo fino allo sfinimento, non ogni parola deve essere un hashtag. Utilizzatene pochi e mirati, intendeteli come keywords e soprattutto utilizzateli solo se lo rifarete in futuro.

Blog. È il migliore strumento a disposizione dal momento in cui vi permette di archiviare tutto come articoli, dando così continuità al vostro progetto/pensiero. I social-network devono essere intesi come delle vetrine del vostro “negozio” che in questo caso sarà, appunto, il blog.
Esistono tantissime piattaforme anche gratuite che vi permettono di creare un vostro diario.

Facebook: come sfruttarlo al meglio.

  • Hashtag: valgono le regole esposte per Twitter, ovvero pochi e mirati. Ad esempio va bene #nomecandidatosindaco, il nome del partito, il motto, purché li riutilizziate.
  • Pagine: ne abbiamo parlato nel “cosa non fare”, ovviamente qui va bene il contrario.
  • Niente discussioni infinite, niente polemiche, niente insulti.
  • Pace e amore, riflettete e non siate impulsivi.

Le app della settimana.
Qui una classifica delle app della settimana trovata su corriere.it; come sempre scegliete voi quale possiamo definire utile e quale inutile.
Galleria delle app. Applicazioni per smartphone direttamente dal Corriere della Sera

Apple Watch.
Non lo abbiamo testato, riportiamo quindi alcuni articoli di chi lo ha fatto.

  • Arriva l’Apple Watch, ecco come sarà. (lastampa.it)
  • 5 motivi per comprarlo e 5 per aspettare. (panorama.it)
  • Apple Watch, si parte con 45 app. (wired.it)

A Tutto Web è l’approfondimento tecnologico di Radio Battente, in onda ogni giovedì alle 18.00 su www.radiobattente.it

Lucastro

print

Tags: tecnologia


About the Author

radiobattente



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :