Magazine Motori

Alain Prost: "Sebastian Vettel supererà il mio record"

Da Magazinef1 @MagazineF1

Alain Prost, Campione nel 1985,1986,1989 e 1993

La leggenda della F1 francese, capace di vincere ben quattro titoli a cavallo tra gli anni '80 e '90 ritiene che il pilota 25enne della Red Bull sia in grado di battere il suo record, ma non da l'aria di preoccuparsene troppo: "Ho sempre detto a me stesso di non cambiare le cose che non si possono cambiare e di non preoccuparmi se qualcuno fosse riuscito a superarmi. Anche lui potrebbe scavalcare il mio record un giorno. Quando fui superato da Michael Schumacher nel numero di gran premi vinti mi dispiacque molto, d'altronde se sei in cima, vuoi rimanere al vertice, ma se sei secondo, o terzo, o quarto non ha più importanza."
Elogiando Sebastian Vettel, Prost non ha rivelato alcuna debolezza nelle doti di pilota del tedesco: "Negli ultimi anni, si era detto che lui poteva vincere solo partendo in pole. Invece lo scorso anno ha dimostrato di essere completo, recuperando il terreno perduto da Fernando Alonso, pur senza contare sempre sulla vettura più veloce del lotto. Quando gli chiesi se era in grado di rimontare la scorsa estate, lui mi rispose: 'Si, chiaramente', ed è questa la convinzione che ti rende un grande pilota."

Prost-Mansell, compagni rivali

Il francese ha ammesso che i cattivi rapporti con Mark Webber potrebbero condizionare la scalata al quarto titolo del 25enne, come fu per lui con Nigel Mansell in Ferrari: "Può succedere, io ho perso il titolo nel 1990 per colpa di Nigel Mansell, ed anche per lui potrebbe valere lo stesso. Ma anche l'arrivo di Raikkonen potrebbe non cambiare le cose. Se lotti per il titolo con il tuo compagno di squadra, puoi rimanergli amico? La mia esperienza dimostrerebbe il contrario."
Parlando della modifica ai pneumatici Pirelli che arriverà a partire dal prossimo Gp del Canada, Prost ha commentato: "Ci sono tre possibilità che hanno potuto portare la Pirelli ad attuare una modifica simile: in primo luogo, potrebbe essere un problema legato alla sicurezza, e a quel punto la decisione sarebbe assolutamente corretta. In secondo luogo potrebbe essere dovuto al caos delle ultime gare, portando le strategie da quattro a due-tre soste al massimo per pilota. In terzo luogo, la modifica potrebbe essere dovuta all'influenza dei team e questo sarebbe un vero e proprio disastro. Comunque su tre ipotesi, due sono positive, il che renderebbe la modifica passabile. In ogni caso credo che questo aggiornamento non cambierà l'ordine dei team e Ferrari e Lotus non saranno così penalizzate."

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog