Magazine Media e Comunicazione

Amazon Italia e il pessimo Customer Service!

Creato il 03 febbraio 2011 da Rosariopipolo

Amazon Italia e il pessimo Customer Service!

Amazon Italia e il pessimo Customer Service!
Lo shopping on line ha le sue regole e la sua disciplina. Questo mi sembra logico. Tuttavia, il Customer Service resta il fiore all’occhiello anche di un megastore on line come Amazon Italia. Badiamo bene che un bravo operatore deve sempre seguire la policy di vendita del brand, ma anche valutare caso per caso e confrontarsi con i suoi responsabili. Può non accadere e così un frettoloso “copia e incolla” delle regole di vendita è la peggiore scorciatoia per fidelizzare il cliente. Mettete il vostro acquisto nel carrello, lo depositate lì per qualche giorno, caricate la vostra prepagata e poi prima dell’acquisto vi ritrovate il prezzo rialzato. Il gioco vale la candela? Un 16% in meno su un prodotto musicale che supera abbondantemente i 200€ non è poi così malaccio. Anzi, corrisponde quasi all’ingiusta IVA che mortifica la musica in Italia e non la considera “cultura”.
Insomma, gli umori di vendita di Amazon Italia sono così lampo e le offerte così ballerine, rispetto ai cugini di UK, Francia e Germania, da sembrare specchietto per le allodole. Mentre dal marketing arrivano brillanti newsletter per dirti sottobanco “Perché continui a spendere su Amazon UK quando ci siamo noi in Italia?”, l’incauto e ingessato operatore ci mette del suo. La risposta non è poi così scontata: forse acquistiamo in UK perché il Customer Service ne sa qualcosa in materia di problem solving e valutazione del singolo caso. Le politiche commerciali sono una cosa – alziamo il prezzo del box in Blue-Ray di Harry Potter (UK import) e abbassiamo la versione italiana che c’è rimasta sullo stomaco – ma quelle del Servizio Clienti sono le più delicate perché fanno la differenza di una vetrina.
Su Amazon Italia ci sentiamo “global” soltanto nella navigazione, perché ad un passo dall’acquisto ci ricordiamo di essere in Italia, il paesotto alla buona in cui persino un anglosassone doc come sir William Shakespeare è riuscito a metterci alla porta con gusto e galanteria. Continuiamo ad acquistare musica e intrattenimento su Amazon UK? Sì, soprattutto se abbiamo la presunzione bonaria di sentirci anglosassoni e, per una volta, senza la puzza sotto il naso.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Amazon punta l’.it

    Amazon punta l’.it

    Libri italiani scontati del 30%, programma Prime a 9.99 euro, spese di spedizione gratuite per ogni ordine di valore superiore ai 19. Leggere il seguito

    Da  Kobayashi
    EBUSINESS, INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Amazon, Italia

    Amazon in lingua Italiana. Finalmente: tanti, tanti libri in italiano su Amazon! Sappiamo che per molti questa sarà una brutta notizia. Leggere il seguito

    Da  Reputazioneweb
    EBUSINESS, INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Alleluja! E’ nato Amazon Italia, ma per la musica meglio UK e Germania!

    Alleluja! nato Amazon Italia, musica meglio Germania!

    Mettiamo le cose in chiaro. Non sono il tipo che ama fare shopping, almeno che non siano libri, cd e dvd. La perplessità sugli acquisti on line me mi è passata... Leggere il seguito

    Da  Rosariopipolo
    MEDIA E COMUNICAZIONE
  • E' arrivato Amazon in Italia

    Dopo qualche rumors, neanche troppo acceso, Amazon.it è finalmente giunto in Italia. La pagina del sito si apre subito con una "lettera" ai clienti in cui... Leggere il seguito

    Da  Vomitoergorum
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • La visibilità del traduttore su Amazon Italia

    Gaudeamus! Ha apertp Amazon Italia, e un traduttore non può fare a meno di notare che, sin dal primo giorno, per i libri tradotti, il nome del traduttore compar... Leggere il seguito

    Da  Giuseppemanuelbrescia
    EBUSINESS, INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Amazon sbarca in Italia

    Amazon il famoso Megastore è sbarcato in Italia, dandoci finalmente la possibilità di guadagnare anche sul mercato italiano con più facilità. Leggere il seguito

    Da  Ago782
    EBUSINESS, INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Lip Service

    Service

    è uno strano telefilm su cui ci sono SOLO lesbiche o gente che fa finta di essere etero mentre in realtà é gay (il fratello di Cat xD) e le poche relazioni eter... Leggere il seguito

    Da  Thegirlwithcurioushair
    MEDIA E COMUNICAZIONE, SERIE TV, TELEVISIONE