Magazine Cultura

Bello Nebbie e delitti con Luca Barbareschi

Creato il 23 marzo 2015 da Dfalcicchio

Luca Barbareschi

In giro per i canali si trova ancora, è la serie di gialli “Nebbie e delitti”, tratti dai libri di Valerio Varesi.

E’ una serie raffinata, ben girata e recitata. Pare che quando uscì la prima volta sia stata mal programmata, tagliata, spostata e non abbia ottenuto grandi numeri. E già i numeri, l’unico requisito richiesto dalla televisione italiana e così, i programmi che fanno i numeri fanno pena, vedi Sanremo, i quiz idioti, i reality da dementi, gli spettacoli di ballo con le solite milfone e gli pseudo noti in cerca di notorietà.

L’unico che si salva è Montalbano e poco altro.

Questa serie di storie con al centro il commissario Soneri sono un’altra bella eccezione. Merito, anche e soprattutto, del protagonista, Luca Barbareschi, ottimo attore e regista a teatro, sempre un po’ snobbato in televisione e al cinema (noi ricordiamo un suo gran bel film con Walter Chiari).

In Nebbie e delitti interpreta un commissario taciturno e solitario, introverso e comprensivo. Un bel carattere, un po’ alla Simenon, con molte sfumature e la passione per la buona tavola. Luca Barbareschi disegna il carattere alla perfezione. Nelle pause, nei momenti di dubbio, di nostalgia, di ricordo, di melanconia.

Bella serie, bravo Barbareschi e anche gli attori di contorno, per esempio il grande Mariano Rigillo.

Peccato che gli Italiani preferiscano quelle cagate come Don Matteo (a parte Frassica), Ho sposato uno sbirro, Il commissario Manara et similia.

Mauro Pecchenino


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog