Magazine Maternità

Biscottini al caffe’ (ma anche orzo) e cacao

Da Acomealice @Acomealice

Biscottini al caffe’ (ma anche orzo) e cacao

Scritto da Giada Marchesi in settembre 24, 2012 alle 7:38 am 0 Commenti

Ideali per la colazione questi piccoli biscotti dolci, un’idea presa da una famosa rivista che mi ha incuriosita, provati e divorati, in  casa sono andati via come le patatine!! Ottimi anche per accompagnare un caffe’ di fine cena per i vostri ospiti oppure come  fine pasto anche per il vostro buffet. Biscottini che vanno bene per grandi e piccini perchè volendo il caffe’ si puo’ sostituire con dell’orzo!

 

Biscottini al caffe’ (ma anche orzo) e cacao

 

  • 170 gr di farina 00
  • 40 gr di amido di mais
  • 1 uovo
  • 100 gr di zucchero
  •  1/2 bicchiere di olio di oliva
  • un cucchiaino di  orzo solubile
  • 1 cucchiaino di caffe’ macinato
  • 1 cucchiaino di cacao amaro
  • 1/2 bustina di lievito
  •  poco latte
  • zucchero a velo per decorare

 

Mescolate la farina con l’amido, lo zucchero, i due tipi di caffe’ (oppure orzo), il cacao e il lievito. Aggiungete 1 uovo, l’olio di oliva e impastate. Se necessario unire un po’ di latte.

Dividete l’impasto a meta’ e formare, sul piano di lavoro infarinato, due salsicciotti di circa 4 cm. Avvolgeteli in pellicola trasparente e tenerli in frigo per un paio di ore.

Scaldate il forno a 160 °. Tagliate i salsicciotti a fettine alte circa 2 cm. Fateli scivolare sulle punte di una forchetta in modo da ottenere dei biscotti simili a gnocchi.

Sistemateli su una teglia con carta forno e cuocete per circa 20 minuti. Sfornateli, lasciateli raffreddare e spolverizzate di zucchero a velo.

 

Biscottini al caffe’ (ma anche orzo) e cacao

Biscottini al caffe’ (ma anche orzo) e cacao
Giada Marchesi

Sono Giada e le mie passioni ve le racconto nel mio blog, un insieme di appunti, tra piccoli viaggi, ceramica, arte, ricette di cucina e l’aiuto di due manine che stanno crescendo piano piano.

Profilo completo | Tutti gli articoli | Il mio blog


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :