Magazine Musica

Chiara Ragnini una voce unica ed un gran talento

Creato il 30 luglio 2013 da Vincenzo @allmusicnews3

ALL MUSIC NEWS Chiara Ragnini una voce unica ed un gran talento

ChiaraRagnini

Oltre ad essere una bellissima ragazza Chiara Ragnini è una grande artista , una persona che con la sua voce riesce ad emozionare i cuori delle persone dimostrando un grande talento come solo pochi hanno , la sua avventura nel mondo della musica inizia nel  2011 con la pubblicazione del suo primo album Il Giardino di Rose , disco che contiene dieci canzoni e da cui viene estratto Gli Scoiattoli nel Bosco primo singolo che la porta ad essere vincitrice del Premio Donida nell’ edizione del 2011.

Gli Scoiattoli Nel Bosco

Da qui la sua carriera e tutta in ascesa , conquistando il pubblico e il parere favorevole della critica Chiara ottiene numerosi altri riconoscimenti ( Wilkinson Sound con RTL 102.5, The Place Lab, Targa Siae Biella Festival) e partecipa a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive (Roxy Bar di Red Ronnie, TG1 Note  suRAI Uno, U Zone su Mediaset Italia2, Suoni d’Estate e Demo su Radio 1 RAI) riuscendo a calcare i palchi più importanti ed esibendosi affianco di grandi artisti come Povia, Mauro Ermanno Giovanardi, Chiara Canzian, Tricarico, Irene Fornaciari, Francesco Baccini, Jimmy Fontana, Memo Remigi, Wilma Goich, Ron e Mario Lavezzi.

Nella nostra intervista Chiara  ci racconta qualcosa di se , delle sue esperienze  e dei suoi progetti per il futuro:

Sin dall’ adolescenza inizi a comporre testi e musica studiando chitarra classica, acustica e canto. Come nasce questa tua passione per la musica? C’ è mai stato un artista o un gruppo che ti abbia ispirato particolarmente?

La musica è un elemento per me fondamentale, come l’aria e l’acqua, che mi accompagna sin dalla nascita quando ero ancora nel grembo materno. I miei genitori mi hanno sempre stimolata da questo punto di vista e sostenuta negli studi e nella passione. Da piccola consumavo letteralmente i vinili dei grandi cantautori italiani, come De Gregori e Dalla, e grandi artisti del pop internazionale come i Beatles e i Queen. Sono sempre stata incuriosita ed attirata da tutto ciò che fosse, e che sia, tuttora, in grado di trasmettermi emozioni e sensazioni, sia dal punto di vista musicale che delle liriche: se dovessi fare dei nomi citerei sicuramente tutto il filone britpop (Blur, Oasis, Verve, Pulp), grandi nomi del jazz e del soul (Ella Fitzgerald, Otis Redding) e dell’elettronica/pop (Caravan Palace, Caribou, Daft Punk, Depeche Mode). In generale, mi considero onnivora di musica, non mi precludo davvero nessun ascolto.

Chiara Ragnini è una ragazza solare ed allegra con tanta voglia di fare e sicura di se , dove trovi tutta questa energia?

Probabilmente dalla vita in mezzo alla natura! A parte gli scherzi, nella quotidianità lavoro come ingegnere del software in una importante software house del ponente ligure e porto avanti il mio progetto musicale in tutto il resto del tempo libero che rimane. E’ molto faticoso, ma la determinazione e l’impegno non mancano mai, così come la voglia e il bisogno di raccontarsi attraverso le note, che, oltre ad arricchirmi, mi danno una forza davvero incredibile.

Nel 2011 esce il tuo primo album Il Giardino di Rose che contiene 10 tracce e da cui viene estratto il tuo primo singolo Gli Scoiattoli Del Bosco opera vincitrice del Premio Donida 2011. Perché hai scelto questo brano? Quali emozioni hai provato nell’ arrivare come finalista e vincere l’ edizione del Premio Donida 2011?

Gli Scoiattoli nel Bosco è una canzone che ben inquadra un preciso periodo della mia vita, che ne ha determinato la scelta come singolo dell’album. Di conseguenza, credo sia emersa in maniera molto naturale la sincerità dell’interpretazione di questo brano, soprattutto agli occhi e alle orecchie di chi, quella sera a Milano, scelse di premiarla. Il Premio Donida ha segnato l’inizio di un lunghissimo periodo intenso e di grandi soddisfazioni, che si è concluso alla fine del 2012 con la partecipazione al Premio Tenco e con la diretta nazionale su RTL 102.5. Un’emozione indescrivibile in tutte queste grandi occasioni, una bella soddisfazione e gratificazione, segno che il lavoro svolto e la direzione scelta erano e sono quelli giusti.

La tua avventura non finisce qui , con le tue canzoni hai continuato ad ottenere numerosi riconoscimenti tra cui il Wilkinson Sound con RTL 102.5 e la Targa Siae al Biella Festival per citarne alcuni . Raccontaci qual è stata la tua più bella esperienza?

Tutte le esperienze che ho vissuto sino ad ora grazie alla mia musica mi hanno lasciato un segno indelebile, è difficile sceglierne una in particolare. Se dovessi, però, citerei il Restauro in Festival di Pepi Morgia, occasione nella quale ho avuto l’enorme privilegio di suonare la chitarra di Luigi Tenco restaurata dopo ben 40 anni. Davvero un momento indescrivibile.

Andando sempre più avanti con la tua carriera hai continuato a conquistare sempre di più il parere positivo del pubblico e della critica partecipando ad importanti programmi radiofonici e televisivi , per elencarne alcuni il Roxy Bar di Red Ronnie, il TG1 Note su RAI Uno, U Zone su Mediaset Italia2, Suoni d’Estate e Demo su Radio 1 RAI . Qual è stata l’ intervista o il programma più divertente a cui hai partecipato?

Anche in questo caso ricordo tutti questi momenti con grande piacere ed eguale divertimento: raccontarsi in radio, soprattutto se lo speaker lascia particolare carta bianca, è liberatorio, quasi quanto un vero e proprio live.

Nel 2010 sei vincitrice del Premio Miglior Autore ai Sanremo Music Awards mentre nel 2011 arrivi tra i 40 finalisti di Area Sanremo? Come è stato il Festival di Sanremo in questi ultimi anni e come si è evoluto secondo te?

Personalmente ho amato molto l’ultima edizione guidata da Fabio Fazio: ho letto che anche quest’anno gli sarà affidata la conduzione, pertanto credo che sarà un’altra occasione di buona musica. Il Festival resta una tappa importantissima per un artista, soprattutto se poco noto al grande pubblico, una vetrina di qualità dove mettersi in gioco ancora una volta e ripartire più forti di prima.

Quali saranno ora i prossimi impegni ed i prossimi progetti per il futuro? Quali sorprese ancora ci attenderanno?

Attualmente sono al lavoro sulle canzoni che andranno a comporre il prossimo disco: non so ancora con preciso annunciarvi quando si entrerà in studio, il lavoro è ancora lungo e il materiale da scremare tanto. Io sono concentratissima in questi mesi, al lavoro soprattutto sui testi, che stringeranno l’occhio all’autobiografico, ma non solo. Ne ascolterete delle belle.

Fonti. http://allmusicnews.altervista.org


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :