Magazine Diario personale

Ciao dolcezza, ciao S.

Da Mizaar

Un aneurisma, hanno detto. Mi ha fatto pensare agli interruttori di ceramica di una volta, quelli che avevano una manopolina a farfalla, invece del pulsante, che quando la giravi, la farfalla, si spegneva ogni cosa e tu rimanevi al buio, quell’attimo sospeso che ricordava la luce di poco prima, per poi piombare nell’oscurità senza limiti. Deve essere stato così anche per te, un attimo, poco prima la luce e poi il buio, per sempre. Si diventa fatalisti da grandi, ce lo siamo dette mille volte, ogni volta ai ” funerali della scuola “, la mamma di quella, il marito dell’altra. Ci si diceva sgomente, capita, si è sotto il cielo, aggiungevi tu. Sorretta da una fede discreta, non rumorosa o esibita, avevi però allergia profonda per i funerali. Ti dava fastidio la tanta gente che mostra dolore, senza provarne, sepolcri imbiancati, definizione tua, anche questa. Ma alla fatalità non so arrendermi, non ci sono riuscita stamattina, nonostante abbia la tua immagine muta e ferma davanti agli occhi. Mi vengono in mente i sorrisi, il tuo modo di raccontare, il tuo tirarti la giacca verso il petto, il cappello di lana d’inverno, le gite fatte insieme, il viaggio a Trieste, tanti, troppi anni fa, come eravamo giovani! E nonostante non ci si trovasse come prima, tutti i giorni, nelle nostre aule, era sempre vivo il tuo interesse per quello che facevamo e per quello che anche tu facevi, altrove. Domenica hai mandato messaggi a tutti: Domani niente scuola, per l’allerta meteo. Ti ho risposto, sì, credo, non riesco a ricordare quest’ultima cosa così vicina nel tempo. Ti sei accorta del distacco? Spero di no, se te ne fossi resa conto non te ne saresti andata via, non avresti lasciato tua figlia, tuo marito, questo vuoto terribile e senza fine. Non riesco neppure a dirti riposa in pace, tu eri già in pace con te stessa e con il mondo… amica mia carissima continua a stare lì dove sei sempre stata, nei nostri cuori per sempre, cara, per sempre.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Ciao amica cara

    Ciao amica cara

    Questo blog è in pausa estiva, ma non posso fare a meno di salutare e ricordare una cara amica che oggi mi ha lasciato. Molly, una cagnona incrocio con un... Leggere il seguito

    Da  Galadriel
    DIARIO PERSONALE, POESIE, RACCONTI, TALENTI
  • Ciao. E grazie

    Sono passati due anni e pochi mesi dalla prima volta, una storia breve e intensa, amore a prima vista, un casino crescente, tipi misti, infiniti calici... Leggere il seguito

    Da  Marcopress
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Ciao mare!

    Ciao mare!

    E si ricominciaaaaaaa! Calma però, respiriamo un po', eh? Il trucco, me lo dimentico sempre, sta nel non farsi prendere dal panico per via delle troppe cose da... Leggere il seguito

    Da  Clara
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Ciao, mi presento!

    Ciao, presento!

    Il gioco che vi propongo oggi, è un gioco che mira a far conoscere, l’un l’altro, le persone che scrivono su “Le Note”. Forse è un obiettivo ambizioso, ma a me... Leggere il seguito

    Da  Perla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Ciao mi presento! 3

    Ciao presento!

    Il gioco che voleva indurre le persone interessate a cercare di conoscere di più del mondo blog che lo circonda si è concluso, grazie al vostro apporto... Leggere il seguito

    Da  Perla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Ciao mi chiamo “3.490,50€”!

    C’è un errore bello grosso che ho fatto, mi torna in mente sempre, ovvero quello di scegliere il mio futuro in base a quello che mi proponevano e non a come io... Leggere il seguito

    Da  Annakarenina
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Tema: Ciao, amore ciao!

    Tema: Ciao, amore ciao!

    Sez. In viaggioSvolgimento Quattordici anni passati insieme, quasi ogni giorno ricorrevo a te, ai tuoi servigi, non mancava occasione per portarti con me... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE

Dossier Paperblog